MotoCorse.com Indice MotoCorse.com

Indice novità moto
Archivio novità 1999
Scriveteci!

Highland 950 V2

Highland 950 v2 Nel freddo della Svezia c'è un gruppo di appassionati che sta producendo una moto in grado di dare emozioni talmente forti da sciogliere il ghiaccio: ve ne avevamo parlato come poco più di una curiosità, ma al momento che leggerete queste pagine probabilmente la Highland 950 V2 sarà regolarmente importata in Italia, e non dubitiamo che riuscirà subito a trovarsi degli estimatori.

La moto - anzi le moto, visto che i modelli sono ben tre - è costruita intorno allo splendido motore bicilindrico con un angolo interno ai cilindri di 60 gradi. La cilindrata effettiva è di 950cc e la distribuzione è affidata ad un doppio albero a camme in testa che comanda quattro valvole per cilindro.
Per adesso l'alimentazione è fornita da una coppia di sostanziosi carburatori Mikuni da 40mm, ma è già allo studio un sistema di iniezione in grado di rendere ancora più dolce l'erogazione della potenza.
Potenza che in ogni caso non manca, visto che i 76 cavalli disponibili a soli 6000 giri con una erogazione eccezionalmente rotonda ed una enorme riserva di potenza ad ogni regime sono in grado di far letteralmente volare la moto!

Il motore della Highland L'avventura della Highland cominciò nel 1997, quando un gruppo di appassionati svedesi decise di unirsi per iniziare la costruzione in piccola serie di questa moto, ancora oggi largamente prodotta a mano nel piccolo borgo di Vrigstad, nel sud della Svezia. L'obiettivo a lungo termine di questi pazzi scatenati è di costruire almeno 3.000 moto all'anno, iniziando dalle 200 del 1999 e passando per le circa 700 previste nel 2000.
Può sembrare forse un'utopia, ma se vi fate una chiaccherata con questi bizzarri imprenditori del profondo nord, più simili nell'aspetto a bikers appassionati che non a manager in giacca e cravatta, vi lascerete senz'altro coinvolgere dalla passione che gli scoppia dentro.

Ma chi sono i motociclisti che potrebbero comprare una Highland? Intanto appassionati veri, disposti a portarsi a casa una moto prodotta quasi su misura e non frutto di un'anonima catena di montaggio, esclusiva ma non fine a se stessa visto che i cavalli (tanti) a disposizione devono farsi carico di un corpo macchina eccezionalmente compatto e leggero, si parla di circa 165 kg a secco; inoltre dovranno sborsare la non trascurabile cifra di circa 24 milioni, tanti sicuramente ma c'è chi per avere un'Harley personalizzata spende più del doppio...

Outback - biposto. La Highland 950 V2 outback è una fuoristrada con un rapporto peso/potenza unico nella sua categoria. Nonostante il potente motore bicilindrico la moto è guidabile come una monocilindrica, agile e leggera, ma quando si devono affrontare trasferimenti o si ha bisogno di una riserva di potenza per tirarsi fuori da situazioni estreme ecco che basta ruotare la manopola del gas per trovarsi seduti su una moto completamente diversa.
Dal 2000 la Outback sarà disponibile anche omologata per due persone e con due diverse altezze di sella.

Motard - nata per vincere. Se alla Outback montate due cerchi da 17 pollici avete in pratica costruito un'arma letale per le gare di Supermotard che si stanno diffondendo un po' ovunque in Europa. La moto in questa versione sarà disponibile dall'autonnu del 1999.

Super Competition. E per chi vuole provare l'emozioni delle grandi sfide nel deserto ecco una speciale versione pronto gara, equipaggiata di serbatoi supplementari e tutti quegli accessori ed accorgimenti necessari per competere nei rally. La casa prevede anche una partecipazione ufficiale al Rally Granada-Dakar nel 2001.

Inutile dire che su tutte le versioni troviamo sospensioni WP completamente regolabili, con una forcella anteriore con steli da 50mmm e 280mm di escursione, accoppiata ad un monoammortizzatore posteriore che permette alla ruota una escursione di 300mm. Il telaio è una robusta struttura perimetrale in tubi quadri di acciaio speciale, e l'avviamento è elettrico in tutte le versioni.