Prove dei lettori

Suzuki SV1000 S e naked 2004

Guido Stefanini
(09 marzo 2005)



Sono possessore della Suzuki SV1000 naked e dato che la componentistica e le tarature delle sospensioni di serie è la stessa della "s" dò qualche indicazione anche ai possessori di tutte le SV1000.
 
Una moto eccezionale, dotata di un equilibrio generale ottimo. Un po' scomoda (naked) se si ama la velocità pura , mentre se il terreno si fa turtuoso o cittadino la sv diventa un vero e proprio mezzo da battaglia.

Posseggo anche una gsx-r 1000 2003 , quindi parlo con cognizione di causa.E' sicuramente uno dei miglior bicilindrici presente sul mercato, con doti di sfruttabilità eccezionali.Sulle strade di montagna assicuro che non ce nè per nessuno(manico permettendo), una moto che lascia in dietro moltissimi milloni da 150 cv.

Per arrivare ad un giusto compromesso sportivo ho dovuto apportare delle regolazioni alle sospensioni(che non sono giocattoli come si potrebbe credere)x togliere l'ondeggimento nei curvoni veloci, e quell'effetto di saltellamento sullo sconnesso che fa perdere aderenza e direzionalità (di serie le sopsensioni tendono a sparare sulle buche); oltre a togliere le gomme di serie.

Ho girato anche in pista (MAGIONE), montando delle gomme in mescola... Il risultato chiedetelo ai possessori di moto che costano 2 volte tanto la mia, preparate all'inverosimile. Con questa moto si prende a ginocchiate l'asfalto,anche su strada (peccato le pedane basse, almeno sulla naked)!

Grandi soddisfazioni ad un prezzo davvero incredibile. Costa come uno scooter e va forte come una moto di ben altri parametri. Per chi volesse le tarature delle sospensioni contattatemi è semplicissimo intervenire (ho applicato delle tarature che erano per la s) guidostefanini@tiscalinet.it
Punteggio:
Scrivi un commento
I commenti sono inseriti dai lettori, che se ne assumono la responsabilità