20.000 pieghe 2011: pronti al via!

di Redazione MotoCorse

20.000 pieghe 2011: pronti al via!

Chiuse ormai da un mese le iscrizioni alla 20.000 pieghe edizione 2011 i partecipanti iniziano già a scaldare i motori. Quella di quest’anno sarà un’edizione molto speciale perché prevede un numero di partecipanti decisamente elevato che sancisce il largo successo di questa formula e un programma fitto e molto intenso.  Si tratta di un raid stradale valido per il Campionato italiano Gran Fondo e patrocinato dalla FMI, che quest’anno vedrà alla partenza una carovana ben nutrita e composta da ben 140 moto iscritte (un numero di partecipati quasi triplicato dal 2009 ad oggi), più numerosi mezzi riservati allo staff.

A seguito della manifestazione oltre agli organizzatori e alle staffette saranno presenti anche ben 4 delegati della Federazione Motociclistica Italiana tra Commissari, Direttore di Gara e Marshal, più quattro medici professionisti che (anche loro in moto) veglieranno sui partecipanti, oltre ai furgoni e alle auto di supporto che seguiranno la carovana, fino al camion per l’assistenza pneumatici disponibile al termine di ogni tappa, il tutto proposto a dei costi piuttosto contenuti.


IL RAID ALLE PORTE DI CASA
La prima edizione ha visto la partenza a San Remo con arrivo a San Marino, nel 2010 il percorso è stato invertito e arricchito di varianti con gli Adventuriders che sono partiti da San Marino ed arrivati ad Alassio. L’edizione 2011 prenderà il via il 13 luglio da Casteggio per arrivare al Sestriere dopo aver attraversato Lombardia, Emilia Romagna, Liguria e Piemonte oltre ad una buona parte della Francia nella zona a ridosso del confine. La scelta di spostarsi più al nord e di posticipare la data è legata al gemellaggio della 20.000 Pieghe con la manifestazione automobilistica della Cesana - Sestriere, si tratta della rievocazione di un rally storico a cui partecipano vetture d’epoca esclusive e ricercatissime. Con il popolo della Cesana - Sestriere la 20.000 Pieghe condividerà il paddock live realizzato nella piazza del Sestriere nelle giornate di sabato 16 e domenica 17 luglio. Il tour si articola su una durata di tre giorni pieni (più un giorno per il prologo verso il sito della partenza e uno di rientro) per un chilometraggio di oltre 1.200 km (circa 400km al giorno) tra passi montagna e scenari mozzafiato, a stretto contatto con la natura, alla scoperta dei posti più nascosti, di sorprendenti sapori genuini e dell’ospitalità “gentile” dei nostri borghi. Veri e tosti motociclisti si affronteranno per conquistare il titolo di MAGNIFICO PIEGATORE 2011, ma il Regolamento prevede anche premi e riconoscimenti per i migliori per CLASSE o per i migliori a SQUADRA. Quest’anno c’è anche il prestigio di una squadra ufficiale Ducati iscritta in rappresentanza dei D.O.C., guidata da Marco Rimondi.

LE TAPPE
13-Luglio: “Prologo” Casteggio- Rivanazzano Terme (30 km ca) 
14-Luglio: Salice Terme - Acqui Terme (390 km ca) 
15-Luglio: Acqui Terme - Limone (415 km ca) (con sconfinamento in Francia nella val Roia e rientro al Col di Tenda) 
16-Luglio: Borgo San Dalmazzo - Sestriere (375km ca) con doppio sconfinamento in Francia: Col dell’agnello e Col d’'Echelle 

IL VIAGGIO
Una carovana pulsante che si snoda in modo armoniosamente casuale attraverso stradine, passi appenninici e piccoli e anonimi paesini montani. Posti tanto sconosciuti quanto trasudanti di vita vissuta, intrisi di storia e tradizioni, o annegati in paesaggi splendidi. Posti solitamente isolati e per questo parzialmente incontaminati dalla vicina civiltà, luoghi che vivono addormentanti e congelati nel tempo, avvolti da quella magica realtà che viene protetta da quelle da quelle strade tortuose e dai ripidi pendii montani, lassù oltre la collina come sospesi a mezz’aria tra terra e cielo. Un tour dove al di là del punteggio finale, raccolto lungo il percorso, o dei premi ottenuti a fine gara, il vero vincitore è stato il lato umano della manifestazione, insieme allo spirito di gruppo nato tra i partecipanti e quella attrazione empatica instaurata rapidamente tra lo staff e tutti i motociclisti coinvolti. Questo perché il tour è stato pensato, ideato e poi realizzato da autentici e appassionati motociclisti. Non a caso uno dei motivi conduttori quotidiani era: “pensavo che in Italia fossero solo 5-6 i passi più noti, mentre qui ne abbiamo già passati 15 e ancora manca mezza giornata all’arrivo”.

I CONTROLLI
Percorso di 3 gg. divisi in 2 tappe al giorno. Partono 2 motociclisti ogni minuto e seguono per circa 12 ore un itinerario consigliato. I posti tappa vengono considerati “aperti” calcolando una media tra i 30 ed i 35 Km/h dalla partenza del mattino (media che verrà verificata ai Controlli Orari disseminati sul percorso).Si apre quindi una “finestra” temporale che molto verosimilmente sarà di 5’/6’ al primo controllo e che via via crescendo diventerà di 30’ da metà a fine tappa. Per il conduttore ci sarà una penalità di 1 punto per ogni minuto o frazione di minuto di ritardo e di 2 punti per ogni minuto o frazione di minuto di anticipo ai Controlli Orari. I Road Book verranno ogni sera consegnati al traguardo di giornata per permettere all’organizzazione di verificare tutti gli arrivi con certezza e controllare la regolarità di marcia di ogni partecipante (designandone il punteggio). Si viaggia cioè per il piacere di farlo, con attenzione alla regolarità, alle bellezze paesaggistiche ed alla sicurezza. Per questo molta attenzione è stata posta nel selezionare percorsi nascosti di particolare bellezza.

I COSTI
E’ possibile iscriversi soli o con un proprio passeggero-navigatore (spesso utile nel seguire la giusta rotta), oltre all’iscrizione come concorrente è possibile iscriversi anche nella speciale classifica a squadre che beneficerà di una dei punteggi di tutti gli iscritti a quella squadra, i costi di iscrizione sono:

  • CONCORRENTE 490.00 € (uomo) 440.00 € (donna) 440.00 € (passeggero-navigatore) 
  • MOTO 60.00 € 
  • SQUADRA [COSTO PER PARTECIPANTE] 30.00 € e comprendono pernotti per quattro notti in alberghi a tre o quattro stelle, assistenza tecnica e medica al seguito, tutti i pasti, il road book e tutto il materiale necessario per la gara, sono invece escluse le spese di benzina e quelle del tesseramento FMI.

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Test di durata Garelli Xò 150: 4.500 Km senza problemi

Test di durata Garelli Xò 150: 4.500 Km senza problemi
in Moto e mercato

Dolomiti Ride Yamaha 2011: un’esperienza stupenda

Dolomiti Ride Yamaha 2011: un’esperienza stupenda
in Turismo - Motoraduni

MotoGP Assen, la pagellina

MotoGP Assen, la pagellina
in Motomondiale

Vespa fra i VIP ai Nastri d'Argento

Vespa fra i VIP ai Nastri d'Argento
in Altre notizie