Trofeo SM KTM: 1. prova a Imperia

Angelo Crippa, responsabile della filiale Italiana della Marca di Mattighofen ed ideatore della nuova formula, ha portato piu' di cento piloti sul lungomare Vespucci di Imperia e, come ha urlato negli altoparlanti il "Momo", e' riuscito per un giorno a trasformare la citta' ligure nella Montecarlo del Supermotard.

Un successo che arriva al termine di una lunga fase di gestazione, certo non priva di incognite trattandosi di un'idea originale da collaudare in tutte le parti dell'impegnativo progetto realizzato. E' stata una giornata di sport e di spettacolo, come si dice. Il primo portato al culmine della disputa dei quattro differenti Trofei Monomarca, ed il secondo certificato dall'approvazione del pubblico, che ha occupato tutti i posti disponibili intorno alla pista in asfalto e terra disegnata dal Motoclub Imperia ed, a sua volta, "approvata" da Gilles Salvador che l'ha collaudata il sabato sera. 

Sono stati disputati i Trofei KTM Racing, suddivisi nelle categorie Sport ed Elite, il KTMotard riservato alle moto di serie dotate del monocilindrico LC4, che ha premiato le categorie Motard ed Expert, La Red Bull KTM Supermoto Junior Cup, promozionale riservata ai ragazzi dai 15 ai 23 anni, e la Husaberg Cup, che riuniva i possessori delle motociclette del Marchio di proprieta' di KTM.



Solo dal programma e' facile capire che e' stata una giornata particolarmente intensa. Ed e' stato effettivamente cosi: lasciate al sabato le fasi preliminari di accoglienza dei 109 iscritti, la domenica e' volata tutta d'un fiato, concedendosi una sola brevissima pausa per il pranzo. Dalle otto alle 18 e trenta si sono susseguite prove libere, cronometrate, gara 1 e gara 2.

Per chiudere e' stata disputata anche una superfinale all'americana (vale a dire ad eliminazione diretta), vinta da Roberto Costa (KTM) davanti a Gaspardone (Husaberg) e Tognoli (idem), che ha tenuto il pubblico incollato alla manifestazione fino alla sua ultima bandiera a scacchi. Piu' Supermotard di cosi'... Non bastasse la componete agonistica alimentata dai partecipanti, rivelatasi di altissimo livello, c'erano anche le "star", i discesisti azzurri Alex Fattori e Kristian Ghedina.
 
Quest'ultimo, chiusa la stagione sciistica, non e' certo sceso in pista per una "comparsata" e si e' scatenato in quella che e' la sua "passione alternativa", vincendo la prima giornata del Trofeo Racing Sport, contesa fino all'ultimo giro a Lorenzo di Goro. Il Trofeo KTM Racing Prestige, dedicato alle monocilindriche KTM Racing di categoria superiore, ha visto invece affermarsi Roberto Costa, ex crossista (ed ex endurista) di "chiara" fama, senza dubbio il pilota piu' forte del Supermotard KTM di Imperia, che ha registrato il miglior tempo sul giro del tracciato del lungomare (1' 21"), ha vinto gara 1 e gara 2 e, come detto sopra, ha vinto anche l'"Americana" finale.

Niente da fare per il suo principale avversario, Pierluigi Valentini. Per rimanere in ambito strettamente KTM, parleremo adesso del KTMotard, che e' il Trofeo riservato alle moto dotate del propulsore LC4 e che devono essere portate in gara nella loro configurazione strettamente di serie. Suddiviso anch'esso in due categorie per non privilegiare nessuno. Ad Imperia ha vinto Stefano Mandrelli, anche lui vincitore sia in Gara 1 che in Gara 2, ma il KTMotard si delinea assai aperto, poiche' puo' contare sulla combattivita' dei vari Carnaro, Ronco, Chelini, Negri, veri animatori di una delle categorie piu' seguite. Piu' particolari i due restanti Trofei, Il Red Bull e l'Husaberg.

Il Red Bull KTM Supermoto Junior Cup e', come si e' detto, riervato ai giovanissimi. Dai 15 ai 23 anni, i partecipanti hanno acquistato per 7.000 Euro un "pacchetto" che comprende una KTM 200 SX con le modifiche necessarie a correre nel Supermotard ed un Kit che include... tutto, dall'abbigliamento (per il fuoristrada ed il Supermotard) ai pneumatici. Ma questa serve per gli allenamenti: la moto con la quale corrono, invece, i giovani piloti la trovano in pista. Le 200 SX sono tutte uguali, e vengono assegnate ai concorrenti per mezzo di un sorteggio. Insomma, tutti perfettamente alla pari.

A Imperia ha vinto Angelo Barbiero, davanti a Luca De Angelis e Alberto Dall'Era. Concludiamo con l'Husaberg Cup, che e' il Trofeo che ha aperto la manifestazione del Supermotard KTM e che e' organizzato da Marco Tognoli, l'Uomo che ha portato il Supermotard in Italia, che e' l'importatore delle Husaberg per l'Italia e che e' uno dei "pilastri" dell'iniziativa KTM. Tognoli e', naturalmente, sceso in pista, ed ha conteso al giovane Paolo Gaspardone (si', il figlio d'arte) non solo l'intera posta, ma ogni giro di ciascuna delle due gare, dando vita ad un duello incredibile. Ha vinto Gara 1 e perso Gara 2, ed ha concluso la sua lunga giornata con il terzo posto dell'Americana. 

Articolato su sei prove, il Supermotard KTM 2004 si sposta ora sulla pista di Ottobiano, dove il 12 aprile si disputera' il secondo KTM "Day". Ad Imperia KTM ha riportato il Supermotard in citta', che per alcuni e' la sede "naturale". Dalle mille balle di paglia si passera' ai cordoli di una pista tradizionale ma, visto il successo della manifestazione di esordio, e' lecito aspettarsi che ne vedremo delle belle...

comments powered by Disqus

Altri commenti

maga

L'ho vista !!! Ragazzi che spettacolo ! Ghedina era indemoniato, bagarre a mille, il "momo" Ŕ un bel trascinatore (alla Di Pillo -ndr) organizzazione al top.

Inserito: 30 marzo 2004
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

A Valentino Rossi il primo Trofeo della MotoGP

A Valentino Rossi il primo Trofeo della MotoGP
in Motomondiale

Presentazione Team Camel Honda

Presentazione Team Camel Honda
in Motomondiale

A maggio a Bibione per il Motor Expo 2004

A maggio a Bibione per il Motor Expo 2004
in Moto e mercato

Una Ghezzi-Brian diventa

Una Ghezzi-Brian diventa "movie star"!
in Altre notizie