Scuderia SC Caracchi: dopo 33 anni la freccia d'argento trionfa ad Imola

L’idea di colorare la Ducati 749R Supersport con una nuova livrea argento in onore della vittoria Ducati nella prima 200 Miglia di Imola ha portato fortuna alla squadra bolognese: Gianluca Nannelli ha vinto in maniera entusiasmante una gara caratterizzata dalla pioggia battente, interrotta al 14° giro dopo una brutta caduta del francese Foret, in quel momento al comando con Nannelli che lo incalzava vicinissimo. La classifica redatta al 13° giro, come da regolamento, ha penalizzato Nannelli confinandolo al quinto posto per il nuovo start della seconda frazione. La seconda partenza è stata buona, anche se “Nanna” è stato ritardato dalla caduta proprio davanti a lui dello spagnolo Fores, ma oggi Gianluca era scatenato e già al secondo giro era davanti a tutti ed ha costantemente allungato il suo vantaggio fino ai giri finali quando, sapientemente guidato dai box, ha rallentato per controllare la corsa fino al trionfo finale.

La vittoria di Nannelli colma così un vuoto nel palmares della Ducati Supersport che durava dalla vittoria di Xaus in Olanda 2000.

“Sapevo di poter puntare alla vittoria.”– ha detto un raggiante Gianluca Nannelli dopo la gara. “Imola è un tracciato che esalta il mio stile di guida sia sul piano fisico sia su quello psicologico. La squadra ha lavorato in maniera perfetta in questi tre giorni, la moto oggi era perfettamente bilanciata ed al solito la nostra velocità di punta è sempre al vertice. Volevo rimanere con i primi nella prima metà della gara, risparmiando le forze per il finale. Quando ho deciso di spingere mi sono portato velocemente davanti, ma lo stop per la pioggia ha interrotto la mia azione. Al nuovo via, sotto una pioggia torrenziale, ho preso subito il comando per guadagnare un buon margine, dal box mi segnalavano perfettamente la posizione ed alla fine ho calato il ritmo per sicurezza, ma quando ho visto la bandiera a scacchi ho pianto di gioia. E’ un traguardo importante, ma voglio dare ancora di più. Ringrazio tutti quanti mi sono stati al fianco, la mia famiglia, i miei sponsor, gli amici fidati, la Federazione, la Scuderia SC Caracchi e Ducati Corse, tutti mi hanno aiutato tantissimo. Sono orgoglioso di essere un pilota Ducati e spero con tutto me stesso di rimanere tale anche nel futuro.”

Lorenzo Lanzi riparte invece amareggiato dalla pista che più aspettava. Una scivolata al sesto giro, quando era in rimonta dopo una brutta partenza, lo ha eliminato in gara-1, mentre l’annullamento di gara-2 per le atroci condizioni atmosferiche su Imola non gli hanno consentito di puntare alla rivincita.

“Non era certo così che mi aspettavo di concludere questa giornata.”-  ha commentato mestamente Lorenzo Lanzi. “La pioggia ha stravolto tutto il lavoro fatto nelle prove; stamani nel warm up ho segnato il miglior tempo e tutto sembrava essere a posto. Poi ha cominciato a piovere e sono iniziati i problemi. In gara-1 sono partito malissimo e subito dopo il via ero 13°, poi ho cominciato a rimontare qualche posizione, finché al sesto giro, all’entrata della Rivazza, ho messo la ruota anteriore fuori dalla traiettoria normale mi sono ritrovato nella sabbia. Poi l’annullamento di gara-2 ha messo fine a questa brutta giornata, peccato, ma era veramente troppo pericoloso correre in quelle condizioni.”
 
(Nella foto: Gianluca Nannelli - Foto Zac)

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

<b>Misano, 10 Aprile ProDay only con Motocorse!</b>

Misano, 10 Aprile ProDay only con Motocorse!
in Giornate pista e corsi di guida

<b>Viterie in ergal e titanio LLS</b>

Viterie in ergal e titanio LLS
in Accessori moto

<b>Una serie di tappi serbatoio in Ergal</b>

Una serie di tappi serbatoio in Ergal
in Accessori moto

<b>Terminali manubrio da LLS Titanium</b>

Terminali manubrio da LLS Titanium
in Accessori moto