Borciani a caccia di una conferma in Australia

E’ ormai alle spalle la prova d’apertura del campionato mondiale riservato alle derivate di serie, due manche nelle quali e sorprese non sono mancate. Una di queste è stata la prova di Marco Borciani, pilota del team DFXtreme Sterilgarda autore di un ottimo quarto posto nella prima manche e di un ottavo in volata nella seconda.
Il pilota bresciano oggi occupa la quinta piazza in classifica generale e vede il suo sogno sempre più vicino a diventare realtà ”Sono molto contento delle mie due manche a Valencia-spiega il rider del team DFXtreme Sterilgarda- ho ottenuto un quarto posto, mio miglior risultato in carriera, su una pista a me non gradita, sulla quale ho sempre faticato molto.

Risultato che avrei potuto avvicinare anche nella seconda manche, ma purtroppo ho faticato durante le prime tornate con il pieno di benzina. Poi una volta raggiunti Walker e McCoy non ho trovato mai spazio per poterli attaccare. Va comunque bene così, sono quinto in classifica mondiale, ma soprattutto ho capito di essere pronto per entrare stabilmente nella lotta per le prime posizioni della categoria
Quella di Borciani è una carriera tutta in crescendo, dopo aver benfigurato sino al 1998 nel campionato europeo 125GP, il ventottenne pilota è stato uno dei primi a scegliere la carriera nelle quattro tempi, passando nel 1999 alla Superport su una Honda CBR 600 del team Rumi. Poi, l’anno successivo, il salto in SBK con il team Pedercini, nel quale resterà sino al 2002, raccogliendo rispettivamente 3,17 e 55 punti. La scorsa stagione il passaggio alla sua attuale squadra, con la quale è entrato per la prima volta nella top ten della classifica assoluta, terminando anche secondo nel campionato nazionale. Risultati che gli hanno fornito la consapevolezza delle sue possibilità”Al termine della passata stagione mi sono reso conto che i primi non erano poi quei marziani che sembravano, ed ora una volta equiparate tute le coperture con l’introduzione del monogomma, i veri valori sono venuti a galla. Le sorprese non sono mancate, sia io che il mio compagno Martin abbiamo fatto molto bene, ma non siamo stati gli unici. Ora attendo con impazienza la prossima prova, su una pista a me più congeniale qual’ è Phillip Island sulla quale sono convinto di poter far bene, anche se gli avversari non mancheranno, in primis dovrò guardarmi proprio da Steve Martin, sempre veloce sulla pista di casa sua”.
Il sogno del podio potrebbe quindi realizzarsi durante questa stagione Sì, il mio sogno sarebbe quello di ottenerlo a Monza,davanti ai miei tifosi su una delle mie piste preferite, ma l’importante per me sarà confermare la mia crescita, mantenendo quella costanza di risultati che sino ad oggi è stata la mia caratteristica principale

comments powered by Disqus

Altri commenti

vaccaputtana

Vai Borcia non deluderci!!!!
A Monza ci saremo!!!!!

Inserito: 24 marzo 2004
giu-g

vai marco che dopo se trovemo in piassa a desensan e te paghi da ber

Inserito: 24 marzo 2004
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Kato, la ricostruzione dell'incidente

Kato, la ricostruzione dell'incidente
in Motomondiale

Iniziano le 125 al Montmelò

Iniziano le 125 al Montmelò
in Motomondiale

1. Concorso Fotografico Nazionale Centauri Japigi

1. Concorso Fotografico Nazionale Centauri Japigi
in Altre notizie

Aprilia, ecco la nuova RScube

Aprilia, ecco la nuova RScube
in Motomondiale