WSBK Laguna Seca 2015: storica doppietta Ducati con Davies

di Redazione Italia DueMotori.com

WSBK Laguna Seca 2015: storica doppietta Ducati con Davies

Erano gli anni di un campione AMA e iridato come Doug Polen, quando negli USA e in tutto il mondo la rossa di Borgo Panigale surclassava ogni rivale con doppiette a ripetizione in Superbike. Quel lungo digiuno che la Panigale tardava a sfamare vede ora il britannico Chaz Davies onorare il suo ruolo di prima guida con due vittorie nette nell'ultimo round statunitense. Lo spettacolare circuito californiano di Laguna Seca segue l’ultima doppietta della casa bolognese, datata Imola 2012 con lo spagnolo Carlos Checa.


CRONACA
Il gallese fin dalle prove di venerdì ha sùbito dimostrato di poter essere uno dei favoriti e la conquista della pole nella giornata di sabato lo ha sicuramente avvantaggiato molto su una pista in cui è difficile sorpassare.

Difficoltà riscontrata da Jonathan Rea che, nonostante diversi tentativi, sia in Gara 1 che in Gara 2 non è mai riuscito a sorpassare il compagno di squadra Tom Sykes che ha realizzato due ottimi secondi piazzamenti.


GARA1. Dopo la pole conquistata nella giornata di sabato, in Gara 1 parte subito bene Chaz Davies (Aruba.it Racing-Ducati SBK Team) che mantiene ben salda la testa del gruppo. A partire da metà gara, alle sue spalle si fanno minacciose le due Kawasaki di Tom Sykes, secondo, e Jonathan Rea, terzo, che nei primi giri sono riuscite a sopravanzare la Ducati di Davide Giugliano e l’Aprilia di Jordi Torres relegandole rispettivamente in quarta e quinta posizione.
Quando mancano circa dieci dei venticinque giri previsti di gara, i piloti del Kawasaki Racing Team iniziano a darsi battaglia tra loro per il secondo gradino del podio a tutto vantaggio di Chaz Davies che riesce a gestire il vantaggio in modo ottimale portandolo a oltre tre secondi sulle frecce verdi.
Verso la fine del diciannovesimo giro Rea tenta il sorpasso sul compagno di squadra ma Sykes riesce a respingerlo, anche un secondo tentativo del nord irlandese nel giro successivo non va a buon fine. Il leader della classifica generale tenta un altro paio di attacchi sul compagno di squadra ma alla fine è costretto a cedere e a gestire il vantaggio in campionato. Chaz Davies passa per primo sotto la bandiera a scacchi con un vantaggio di oltre 1,7 secondi su Tom Sykes, secondo, e su Jonathan Rea che completa il podio in terza posizione.

 
GARA2. In Gara 2 si assiste ad uno scenario simile a quello di Gara 1 con un podio identico. Ancora una volta primo sul traguardo è il ducatista Chaz Davies, seguito dalle Kawasaki di Sykes e Rea. Nel corso del quinto giro qualche goccia di pioggia intimorisce i piloti ma è solo una nuvola passeggera che non bagna neppure la pista. Dal sesto giro è lotta a due tra le Kawasaki ma il risultato rispetto a Gara 1 non cambia. Bella la battaglia tra le Aprilia di Haslam e Torres per il quarto posto che alla fine viene ottenuto dallo spagnolo ai danni del britannico, quinto.


Il commento di Giorgio Barbier, Racing Director Pirelli Moto: “Quest’anno Laguna Seca ha voluto scherzare un po’ con il meteo tenendoci sulle spine fino all’ultimo. Fossimo stati in Inghilterra non sarebbe stata una novità ma in California è difficile che piova, difficile ma non impossibile a quanto pare. Ad ogni modo questo non ha compromesso in alcun modo lo svolgimento delle gare a favore di tutti gli appassionati americani accorsi in circuito. Per quanto riguarda Pirelli ci riteniamo molto soddisfatti del risultato ottenuto, soprattutto considerando che le gare si sono svolte utilizzando pneumatici strettamente di gamma come la SC0 e che, nonostante le moto siano meno potenti rispetto allo scorso anno, i tempi di gara sono rimasti invariati a dimostrare che abbiamo migliorato i prodotti in gamma lo scorso anno. Non mi resta che congratularmi con Chaz Davies e con tutto il team Ducati Superbike per la straordinaria prova di forza che hanno dimostrato qui a Laguna Seca e dare l’appuntamento a tutti gli appassionati di Superbike per il round malesiano fra due settimane.”  

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Test Scooter, Sym: Fiddle III 200i

Test Scooter, Sym: Fiddle III 200i
in Prove moto

Zero Motorcycles SR & DS: semplicemente Cool!

Zero Motorcycles SR & DS: semplicemente Cool!
in Prove moto

RED BULL ROMANIACS 2015: Husqvarna sul podio

RED BULL ROMANIACS 2015: Husqvarna sul podio
in Offroad