America, svegliati! Il debutto di EBR in Australia peggio di quanto temuto

di Marco Dabizzi

America, svegliati! Il debutto di EBR in Australia peggio di quanto temuto

L'arrivo di una nuova casa nel Mondiale Superbike è sempre un evento accolto con soddisfazione dagli organizzatori ed anche dagli appassionati, ma la storia del campionato delle derivate di serie ha visto diversi esempi di debutti fallimentari. E' ancora troppo presto per affermare che le EBR di Geoff May ed Aaron Yates facciano parte di quest'ultima categoria, ma certo è che i primi test ufficiali, svoltisi nei giorni scorsi a Phillip Island, siano stati disastrosi.

Il fatto è che sia May che Yates non hanno grande esperienza nel mondiale ed utilizzano pneumatici mai provati prima (il WSBK ha Pirelli come fornitore unico, in campionato AMA/DMG utilizza Dunlop), ma pur gravi questi potrebbero non essere i principali problemi.

Secondo quanto riportato dal sito ameicano Superbike Planet, i primi test in Australia avrebbero infatti evidenziato una grave carenza di velocità massima della bicilindrica americana, con May che avrebbe segnato una punta di oltre 40 km/h inferiore a quella di Marco Melandri con l'Aprilia (il più veloce alla fine del rettilineo) e Yates addirittura di quasi 50 km/h.

Un distacco imbarazzante che non può certo essere completamente attribuito alla minore velocità di percorrenza dell'ultima curva.

Sarà interessante capire cosa questo potrà significare in ottica di gara, ma i distacchi sul tempo sul giro rimediati dai due alfieri della EBR fa prevedere addirittura un doppiaggio.

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, gratis!

Commento


Articoli pi letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Scott: linea 350 Squadron

Scott: linea 350 Squadron
in Offroad - Abbigliamento e accessori

Ktm: tornano gli Orange Days

Ktm: tornano gli Orange Days
in Altre notizie

OJ: le borse da moto diventano “MIMETIC”

OJ: le borse da moto diventano “MIMETIC”
in Accessori moto