SBK Assen, Gara1: podio Ducati con la prima di Guintoli

di Omar Fumagalli

SBK Assen, Gara1: podio Ducati con la prima di Guintoli

Gara spettacolare e colma di imprevisti, la prima delle due previste oggi sul tracciato di Assen, sede della terza tappa iridata per la Superbike 2012.
 
Il francese Guintoli e la sua squadra, Effenbert Liberty, vincono insieme la loro prima corsa nel Mondiale, dopo aver condotto alla grande la Ducati nelle due difficili frazioni. Il podio è fatto tutto di piloti in sella a una 1198: con il bravo Giugliano al secondo posto, gioioso insieme al suo team per questo primo grande risultato, davanti proprio al compagno Carlos Checa, terzo dopo una gara condotta saggiamente. 
   
Al via è il poleman Sykes a condurre e ridimensionare momentaneamente tutto il plotone di inseguitori, ma un guasto tecnico alla sua Kawasaki lo ferma, lasciando un variegato mix di piloti a lottare per la prima piazza, tra di loro le veloci BMW di Melandri e Haslam, oltre a un grintosissimo Rea, Smrz e Guintoli. 
Il cadere delle prime gocce di pioggia, mette però subito confusione, con alcune scivolate e la bandiera rossa esposta al tredicesimo passaggio. 
 
La ripartenza della seconda frazione (dichiarata wet race), vede Leon Haslam balzare al comando, con un passo incredibile, il vuoto fatto dal britannico sfuma però per una scivolata, che apre quindi la lotta per il podio a chi lo segue.
Tra sorpassi e scivolate, si alternano davanti in molti, tra i quali anche il nostro Badovini, momentaneamente primo dopo che Rea esce di scena (molti i “numeri” quasi al limite esibiti dal nordirlandese oggi, prima di quello che è andato oltre).
Guintoli è però molto veloce e consistente, non sbaglia e si ritrova al comando; nonostante la “selezione” che vede snellirsi il gruppone di pretendenti al podio, l’esperienza di Checa e Biaggi non basta a raggiungerlo od indurlo all’errore, anzi, è il giovane Giuliano che si posiziona al secondo posto e lo tiene anche dopo l’ultimo assalto tentato da Checa nella variante finale.
 
Soddisfazione per Biaggi, risalito gradualmente dalla brutta posizione in griglia (17°) nella prima frazione e capace di onorare i suoi gradi di alfiere Aprilia nella seconda, chiudendo quarto davanti al compagno Laverty.
Discreta prestazione per Fabrizio, che è sesto e infine il migliore tra i piloti BMW, deludente purtroppo per Melandri, solamente nono: il ravennate con la S1000RR aveva un ottimo feeling sull’asciutto (era primo al termine della prima frazione) ma non sul bagnato, causa anche la scivolata che ha parzialmente danneggiato la suo moto prima della ripartenza.
 
Per le statistiche, erano sette anni che un pilota francese non saliva sul podio del Mondiale, a sue tempo si trattava di Regis Laconi.
  
  
Assen - SUPERBIKE - Gara1:
1.

Sylvain Guintoli (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 18'38.395

2. Davide Giugliano (Althea Racing) Ducati 1098R 18'41.028
3. Carlos Checa (Althea Racing) Ducati 1098R 18'41.426
4. Max Biaggi (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 18'42.322
5. Eugene Laverty (Aprilia Racing Team) Aprilia RSV4 Factory 18'42.769
6. Michel Fabrizio (BMW Motorrad Italia GoldBet) BMW S1000 RR 18'49.754
7. Jakub Smrz (Liberty Racing Team Effenbert) Ducati 1098R 19'04.807
8. Niccolò Canepa (Red Devils Roma) Ducati 1098R 19'15.957
9. Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport) BMW S1000 RR 19'28.291
10. Leandro Mercado (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 19'47.242
11. Maxime Berger (Team Effenbert Liberty Racing) Ducati 1098R 19'50.155
12. Hiroshi Aoyama (Honda World Superbike Team) Honda CBR1000RR 19'52.383
13. David Salom (Team Pedercini) Kawasaki ZX-10R 20'05.414
14. Lorenzo Zanetti (PATA Racing Team) Ducati 1098R 19'33.081
15. Mark Aitchison (Grillini Progea Superbike Team) BMW S1000 RR 19'45.779
RT. Ayrton Badovini (BMW Motorrad Italia GoldBet) BMW S1000 RR 12'40.295
RT. Chaz Davies (ParkinGO MTC Racing) Aprilia RSV4 Factory 6'43.300
RT. Leon Haslam (BMW Motorrad Motorsport) BMW S1000 RR 4'16.738
RT. John Hopkins (Crescent Fixi Suzuki) Suzuki GSX-R1000 2'26.685
RT. Leon Camier (Crescent Fixi Suzuki) Suzuki GSX-R1000 
RT. Jonathan Rea (Honda World Superbike Team) Honda CBR1000RR 


comments powered by Disqus

Altri commenti

Fastmambo

Grande Sylvain, e grande il team Liberty!!!
Complimenti anche a Riccardo "oswald"!!! :)

Inserito: 22 aprile 2012
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

SS Assen, Qualifiche: Lowes in pole

SS Assen, Qualifiche: Lowes in pole
in Superbike

SBK Assen, Superpole: Sykes superlativo

SBK Assen, Superpole: Sykes superlativo
in Superbike