La pagella della Sbk

di Alfredo Di Costanzo

La pagella della Sbk

MAX BIAGGI 9,5: Finalmente arriva la prima vittoria della stagione. Grazie anche al secondo posto di gara uno, ed alla caduta del rivale spagnolo, Max conquista punti pesanti per l’assalto al titolo. Il Corsaro se saprà essere immune dalla pressione che lo circonda, con metà campionato avanti, sarà difficile togliergli il numero uno dalla carena. Ritrovato!

 

MARCO MELANDRI 9,5: Il bottino del ravennate in terra spagnola è fatto da una Superpole (la prima della carriera), una vittoria, ed un secondo posto.

Bravo nel saper approfittare dell’errore di Biaggi nella prima manche, stava per buttare tutto alle ortiche nel secondo round, quando l’anteriore della sua moto si è chiuso dopo aver preso un fosso. C’è un detto che recita che tra i due litiganti, il terzo gode. Non so se sarà lui a godere dello scettro di campione del mondo, ma sbaglia chi non lo considera per la disputa del numero 1. Occhio!

 

CARLOS CHECA 5: Si è corso davanti al suo pubblico, ma il pilota del Team Althea Racing non ha saputo approfittarne. La scivolata della prima manche è il primo errore di una stagione che fino a quel momento sembrava perfetta. Sale sul gradino più basso del podio nella seconda manche, ma questo risultato non nasconde l’amarezza per i tanti punti regalati agli inseguitori. Se vorrà conquistare la vittoria finale, gli consiglio di non giocare di rimessa, ma di attaccare. Delusione!

 

AYRTON BADOVINI 8: L’italiano non solo mette alle spalle i piloti ufficiali della Bmw, ma mostra una sicurezza alla guida della sua S 1000 RR impressionante. Merita la consacrazione di far parte del team ufficiale. Battagliero!

 

MICHEL FABRIZIO 7: Il rider Suzuki guida una moto non all’altezza degli avversari, e questo lo penalizza. Se in gara uno scivola per tenere il ritmo dei primi, in gara due lotta come un gladiatore e taglia il traguardo in quarta posizione. Gli chiedo perché non ha guidato come quest’anno anche nel 2010, quando aveva tra le mani due signor manubri. Cuor di leone!

                   

LEON CAMIER 6-: Il ragazzo di Ashford dopo il podio ottenuto nella prima manche, non è in grado di ripetersi. Purtroppo per Biaggi, non sarà lui a far perdere i punti a Checa e Melandri. Fuoco di paglia!

 

NORY HAGA 5,5: Il giapponese è autore di due prove senza né infamia né lode. Mi sembra un pilota scarico di motivazioni, che scende in pista giusto per timbrare il cartellino. Raggiunge le 300 presenze nel massimo campionato riservato alle derivate di serie, ma sembra il lontano parente acquisito di quel “folle” che entusiasmava alla guida di una Yamaha R7. Incolore!

 

LEON HASLAM 4: Di felino oramai c’è solo il nome. Se la Bmw non è un fulmine è anche colpa sua, perché non è stato in grado farle fare il salto di qualità che ci si aspettava. Cat!

 

TOM SYKES 7: In qualifica va volare la verdona nelle posizioni di vertice. Purtroppo è vittima di errori nelle due gare, ma finalmente vediamo un pilota Kawasaki tra i primi. Speranzoso!

 

YAMAHA 9: L’equilibrio e la stabilità in frenata sono le sue armi migliori. Il quattro cilindri giapponese non è ancora all’altezza di quello di Noale, ma la R1 è una signora moto. Efficace!

 

APRILIA 9: In Spagna si è visto chiaramente come il tallone di Achille della moto italiana sia l’usura precoce che fa alle gomme. Poi se è solo Biaggi il pilota che la porta costantemente nelle prime posizioni, vuol dire che bisogna migliorare qualcosina in termini di guidabilità. Resta però un’arma micidiale, con un motore da urlo. Scheggia!

 

DUCATI 9: A mio avviso resta la due ruote migliore del lotto, perché si adatta facilmente a tutti i tracciati, e permette a chiunque di spingere forte. L’armonia è il segreto del suo successo. Punto di riferimento!

 

BMW 5: Credo che per i tedeschi sarà un’altra stagione buttata al vento. Da rifondare!

 

KAWASAKI 7: Il progetto base funziona. Come più volte ho detto mancano dei piloti che siano in grado di indirizzare lo sviluppo. Buon potenziale!

 

SUZUKI 4: La moto è rimasta la stessa dal…..Oramai neanche Fabrizio ha fiducia in un mezzo degno d’essere venduto come antiquariato moderno. Da pensionare!

 

HONDA 4: I propositi di vittoria si sono sciolti come neve al sole. Delle frecce tricolori della Castrol rimane solo il ricordo che fu. Deprimente!

 

GARA 7,5: Aragon è una pista bellissima, e se è mancato un po’ di verve in testa al gruppo, la bagarre per le posizioni di rincalzo è stata incandescente. Interessante!

 

TELECRONACA 6,5: “Vedo Biaggi in difficoltà…Ah errore di Biaggi, Max è arrivato lungo…Oppss scusate era Marco Melandri…..”. Caro Luigi Vignando a chi pensavi? Dì la verità…Alla Manu del buon Macio….Per il resto adoro la competenza di Mauro Sanchini, sempre bravo nel leggere la tecnica in circuito. Discreti!

 

SBK 10: Non ricordo chi, ma per qualcuno il campionato delle derivate di serie è una specie di serie B del motociclismo agonistico….A mio avviso parliamo della Champions League. Bella, bella, bella!

 



comments powered by Disqus

Altri commenti

Anonymous

L'autore della pagella merita un bel 10!!
Analisi perfetta, con quel tocco d'ironia che non guasta.
La superbike è davvero bella, bella, bella!
Il mondiale si è riaperto, quindi sotto con lo spettacolo

Inserito: 20 giugno 2011
CAP

Si la SBK è davvero Bella-Bella ... però anche qui la griglia di partenza non è più quella di un tempo! peccato poi x le tribune mezze vuote ... come quelle di Misano! sapientemente poco inquadrate dalle telecamere.

Inserito: 20 giugno 2011
Anonymous

Andrea ha ragione!
Avete ascoltato le domande dell'inviato in pista?
Max bello il duello con Macho...
Scusa non ho visto nessun duello....Ahahahaha!!

Inserito: 20 giugno 2011
Anonymous

Come sempre mi trovo d'accordo con il bravo Di Costanzo. Mi piace dare risalto alla vittoria ottenuta da Max Biaggi perchè, secondo me, frutto soprattutto della sua bravura. Infatti l'Aprilia sembra ferma, come evoluzione, allo scorso anno, anzi con la perdita della distribuzione a cascata d'ingranaggi a causa del regolamento. Contrastrare Checa e soprattutto Melandri, in sella a due moto che possono usufruire, in parte, della tecnologia della motogp è complicato se non si fanno passi avanti. Il solo talento del Corsaro potrebbe non bastare nella lotta per la vittoria di questo bel campionato. Come dice il Di Costanzo occhio, in particolare, alla Yamaha ed al suo portacolori perché credo che alla fine il mondiale, se la casa di Noale non farà progressi, sarà una partita tra Checa e Melandri. Non credo nelle potenzialità di Honda e Bmw che invece di migliorare stanno regredendo e si trovano a fare i conti anche con gli infortuni di alcuni loro piloti.
Infine complimenti al giornalista per il modo brillante e competente che impiega nel trattare questo argomento!

Inserito: 20 giugno 2011
Anonymous

Belle pagelle! A mio avviso contesto solo il 5 a Checa che sistematicamente deve inventarsi traettorie che gli consentano di entrare sui rettifili con 20 metri di vantaggio su chi lo segue, altrimenti viene passato con 20 Kmh di differenza. Quindi quando si guida a certi livelli una caduta ci sta ( se si pensa che in quel momento stava dando mezzo secondo a tutti)
...e poi chi ha il n 1 sulla carena era ora che vincesse, e poi vederlo sorpassare in cuva (non in rettilineo come di solito) è stato bello!

Inserito: 20 giugno 2011
stoppa

Stoppa ( non anonymus)

Inserito: 20 giugno 2011
pompone636

Solo i pagliacci come va-lentino definiscono la SBK un campionato di serie B !!!!
Io darei un bel 10 e lode anche all'analisi del Sig, Di Costanzo !!!!
Pompone636

Inserito: 20 giugno 2011
nitrohaga41

Biaggi sarebbe quello che passa solo in rettilineo????
mah....veramente la demenza di certe persone sta arrivando a livelli preoccupanti...
cmq daje Max sempre, comunque e dovunque!!!!!

Inserito: 20 giugno 2011
Anonymous

Dire che Biaggi sorpassi solo sul rettilineo sembra un pò azzardato.
Fa piacere rivedere il campione sul gradino più alto del podio!

Inserito: 20 giugno 2011
monki111

francamente un bel 10 amax ci starebbe propio bene , visto ke in gara 2 non la preso piu nessuno. e poi ,un bel 7.5 alla BMW italia che con il bado sta ottenendo degli ottimi risultati....ciao

Inserito: 20 giugno 2011
Anonymous

Fa bene Biaggi a dire che il mondiale non si è riaperto. Meglio volare bassi e sferrare attacchi duri, senza proclami ad alta voce.
Bella la pagella, anche se avrei dato un voto in più a Haga...

Inserito: 20 giugno 2011
Anonymous

Francamente Badovini sta sorprendendo tutti con la sua guida. Merita davvero una moto ufficiale. Speriamo bene!

Inserito: 21 giugno 2011
Anonymous

Inserito: 21 giugno 2011
Climber74

visto come vanno le BMW ufficiali mi sa che è meglio che si tenga quella italiana....magari con qualche step in più al motore !

Inserito: 21 giugno 2011
Anonymous

Purtroppo dovremo aspettare tre settimane prima di rivedere i nostri beniami all'opera. La Sbk e' bella,. bella, bella!!

Inserito: 22 giugno 2011
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

SBK Aragon, Gara2: successo di Biaggi

SBK Aragon, Gara2: successo di Biaggi
in Superbike

STK1000 Aragon, gara: terza vittoria per Giugliano

STK1000 Aragon, gara: terza vittoria per Giugliano
in Superbike

SBK Aragon, Gara1: Melandri vince davanti a Biaggi

SBK Aragon, Gara1: Melandri vince davanti a Biaggi
in Superbike