SBK: in Olanda fa freddo. Hodgson dà l'addio alle gare

di Omar Fumagalli

SBK: in Olanda fa freddo. Hodgson dà l''addio alle gare


La prima giornata del round olandese, quarta prova iridata della stagione 2010, si presenta con un clima poco primaverile, nonostante il periodo. Se la pioggia è, infatti, abbastanza usuale in queste settimane, anche da noi in Italia, le temperature che gli uomini della Superbike hanno trovato ad Assen, sono per il momento invece poco consone, alla fine del mese di aprile.

E' vero che in Olanda piove sempre, ma a memoria d'uomo raramente in aprile ci si è trovati a fare i conti con un termometro che segnava un solo grado. L’umidità, sotto la pioggia battente, è al 92%, con vento di due miglia orarie.

Poiché le sessioni di prova non sono ancora concluse, a tenere banco è l’annuncio del ritiro di Neil Hodgson (Foto), pilota britannico che in Superbike ha corso ben 147 gare, negli anni dal 1996 al 2003, conquistando anche un titolo iridato, proprio nel suo ultimo anno di permanenza nel Mondiale.

Hodgson ha corso con varie squadre, in Superbike, soprattutto su Ducati (ma anche Kawasaki e Yamaha, ad esempio). Ha ottenuto 16 vittorie iridate. Il pilota, oggi 36enne, divenne campione del mondo, in sella alla 999 ufficiale, battendo in un duro confronto quello che era allora il suo compagno di squadra, Ruben Xaus.

Successivamente alla conquista del titolo 2003, Hodgson tentò di correre nella difficile MotoGP ed in seguito approdò negli States, ammaliato dalla tentatrice Superbike AMA. Nonostante avesse per le mani Ducati ed Honda ufficiali, non ha raccolto risultati comparabili col suo palmares iridato.

Infortunatosi lo scorso anno alla spalla sinistra, durante una sessione di prova, non in pista ma con una moto da cross, Hodgson era tornato quest'anno nel campionato inglese Superbike, il BSB, con la Yamaha. Le ambizioni erano alte, ma i danni rimediati nel 2009 si sono aggravati recentemente, a causa di una caduta nelle qualifiche della prima prova del BSB, disputata a Brands Hatch.

Ieri è arrivato l’annuncio del ritiro: "Cala - dice Neil Hodgson - il sipario. Sto appendendo la tuta al chiodo, ma non ho rimpianti: ho passato 20 anni in un vortice, quasi senza respiro. La mia è stata un'onorevole carriera, quindi non ho nessun rammarico".

Il pilota ha così deciso di lasciare definitivamente le corse, data l'età, la gravità dell'infortunio ed il difficile recupero della piena forma; lasciando delusi i fans che ancora conserva, non solo in Inghilterra, suo paese d’origine, ma anche negli Stati Uniti. Proprio la permanenza nelle serie AMA, è valsa ad Hodgson il rispetto di Ben Spies, che ieri si è dichiarato dispiaciuto di non potere più vedere in gara Neil Hodgson.

Il campione mondiale del 2003, a nostro parere, ha raccolto meno di quanto ha seminato, in Superbike.

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Storico successo a Le Mans per Betti Moto

Storico successo a Le Mans per Betti Moto
in Altre notizie

HM Day School con Ivan Lazzarini, divertimento per tutti a Castelletto

HM Day School con Ivan Lazzarini, divertimento per tutti a Castelletto
in Giornate pista e corsi di guida

Trofeo Motoraid Valli Bergamasche, 25 aprile 2010

Trofeo Motoraid Valli Bergamasche, 25 aprile 2010
in Turismo - Motoraduni