Presentato il Team Alitalia-Aprilia 2010

di Gabriel Pirini

Presentato il Team Alitalia-Aprilia 2010

In un hangar dell’aeroporto di Fiumicino che, anni fa, era il reparto verniciatura della nostra compagnia di bandiera, è stato presentato il Team Alitalia-Aprilia che parteciperà al prossimo Mondiale Superbike con Max Biaggi (presente con moglie e figlia di pochi mesi; per le quali stravede) e Leon Camier. Quest’ultimo non se l’è “fumato” quasi nessuno: Biaggi è più noto ed agli italiani ancora non è sufficiente che il ragazzo inglese abbia vinto il campionato britannico superbike (dominando 18 gare su 26).

Speriamo entri presto nelle grazie del pubblico italiano.

SACCHI. Il management Aprilia ha comunicato ufficialmente (anche se la notizia era nell’aria da tempo) che Giampiero Sacchi non sarà più il responsabile delle attività sportive. A parte gli scontati ringraziamenti di prammatica per le tante vittorie etc. etc. l’addio del manager ternano da anni trapiantato in Spagna sa tanto di rottura non consensuale.

MERCANTI E MERCATI. Leo Mercanti, che coordinerà aziendalmente anche l’attività racing, ha dichiarato che la fine del rapporto è data dal fatto che ci sono nuove attività da esplorare per sostituire l’impegno nella defunta 250 e da un generico quanto vago (rimasto tale anche dopo le domande dei cronisti) largo ai giovani. Per il momento nulla si sa dei dettagli di tali attività sostitutive. Si è genericamente parlato di riposizionamento sul mercato, di Rally-Raid, di aiuti ai team satellite e di partecipazione ad altri campionati nazionali. Sacchi, quindi, non ama il fuoristrada?

DALL’IGNA. Al progettista racing per antonomasia del gruppo, Gigi dal’Igna, vengono da quest’anno assegnate anche mansioni di dirigenza sportiva. Pessima scelta. Il tecnico veneto è un ottimo progettista ed un ottimo coordinatore dell’attività dei meccanici. Difficile, invece, vederlo anche come direttore sportivo. La storia ci insegna che tali duplici ruoli non hanno mai portato nulla di buono. Ne sa qualcosa anche l’Aprilia, che anni ed annorum fa faceva fare anche il direttore sportivo al progettista Vitteween. “Ne ho le palle piene - mi disse una volta ad Hockenheim - di gestire anche gli uomini. Mi basterebbe avere a che fare col tavolo da disegno”.

ALITALIA. La compagnia di bandiera italiana (è di proprietà dello stesso gruppo che gestisce Aprilia) sarà lo sponsor di tutte le attività sportive della casa di Noale, compresi rally-raid e motocross. Di solito farsi sponsorizzare dall’Alitalia porta bene: nei rally auto Lancia Stratos e Fiat 131 vinsero il titolo mondiale con l’ “A-bandiera”: il logo che dagli anni Settanta contraddistingue la compagnia. Visto l’assetto societario, all’Aprilia non vengono portati quattrini ma i vantaggi di immagine e collaterali potrebbero essere interessanti.

BIAGGI. Tra foto di rito e un’occhiata alla famiglia, Biaggi trova il tempo anche di parlare coi cronisti: “Nel 2009 tutti abbiamo diligentemente svolto il nostro compito. Anzi, oserei dire che è stato un lavoro fantastico. Siamo stati la grande sorpresa del campionato ed anche quando nessuno ci pronosticava vincenti non mi pare abbiamo demeritato”. E il 2010? “Mi sento di dire che le soddisfazioni più grandi devono ancora arrivare. La prima gara è tra poche settimane. Lì sapremo quanto abbiamo lavorato  bene durante l’inverno”.

CAMIER. Il giovane (è nato ad Ashford il 4 agosto 1986) inglese, pungolato da un dirigente Aprilia, ha ammesso di vivere un sogno. “Anzi, è un sogno che diventa realtà fare parte di questa squadra. La moto ha un potenziale enorme. E’ ovvio che in un campionato così agguerrito tutti vogliono vincere. Io cercherò di migliorare costantemente le mie performance”.

comments powered by Disqus

Altri commenti

Anonymous

Auguro a Max di essere il primo italiano a vincere il mondiale SBK ma ci credo poco, la moto va forte ma lui ormai Ŕ un piazzato, per fare un sorpasso ci mette 10 giri... Camier non ha fatto male lo scorso anno ma non Ŕ che abbia fatto paura per la sua velocitÓ. Spero di essere smentito ma per me cýŔ la moto ma non il pilota buono.

Inserito: 09 febbraio 2010
matrixgab

io resto fiducioso in Camier.
a farci l'occhio non fa tanto schifo la grafica Alitalia, anche se continuo a preferire la vecchia, molto piu "racingwawawrroom"!!!

Inserito: 09 febbraio 2010
misterdx

IN QST FOTO SI VEDE L'ARANCIONE DI SEMPRE IN ALTRE SEMBRA PROPRIO ARANCIO/ROSSO.....IN EFFETTI A GURDARLA NN E' MALVAGIA, MA CMQ CI VOLEVA + NERO...QUELLA DELL'ANNO SCORSO PIACEVA A TT, QUESTA PIACE A POKI, CMQ L'IMPORTANTE E' KE SI RAGGIUNGA L'OBIETTIVO MA BIAGGI CE LA FARA' A TENERSI DIETRO TT I CAGNACCI KE CI SONO? HO I MIEI DUBBI, MA SE MI SMENTISCE MI FA PIACERE!

Inserito: 09 febbraio 2010
murphy

Camier non ha fatto male lo scorso anno?????
Ha SOLO vinto 18 gare su 26, quasi il 70%!?!?!?!?
Deve prendere confidenza con l'Apriliona e poi vediamo.
Ho visto qualche gara del BSB e andava come un treno, non ce n'era per nessuno..... saranno stati i mezzi diversi ma .... era quasi irragiungibile per tutti.
Vedremo

Inserito: 09 febbraio 2010
Anonymous

forza max!!

Inserito: 09 febbraio 2010
mecks

Spettacolarmente stupenda!
Vai, Max, falla volare!

Inserito: 09 febbraio 2010
MAXFOREVER3

I cagnacci max non deve superarli, Max deve essere primo alla prima curva e andare come solo lui sa' fare, se la moto e' veramente migliorata non ci sara' bisogno di troppi sorpassi......ALL'arrembiaggi....

Inserito: 09 febbraio 2010
canesciolto

oribbbile....

Inserito: 09 febbraio 2010
Anonymous

bellissima spero che le moto vadano alla grande e per fare un p˛ di publicitÓ che caricano tutti gli extracomunitari clandestini e li portano via in aereo! alitalian

Inserito: 09 febbraio 2010
Fastmambo

Bah...era meglio la livrea dell'anno scorso.
Ma, a parte questo, vedremo cosa riuscirÓ a combinare il romano...
Se la moto sarÓ un missile, non ci saranno problemi, ma se Max dovrÓ mettersi a battagliare con gli altri, le prenderÓ sonoramente...come sempre, del resto.

Inserito: 10 febbraio 2010
CAP

La grafica mi lascia 1p˛ perplesso, ma se va forte ci si fÓ l'occhio subito e poco importa ... alla fine l'Aprilia e tornata con una "A" tricolore quasi come il suo logo di origine, ricordate le carane di Reggiani negli anni 80!

Inserito: 10 febbraio 2010
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Ducati, la Desmosedici e il Big Bang

Ducati, la Desmosedici e il Big Bang
in Motomondiale

Salvatore Milano: da pilota a talent-scout

Salvatore Milano: da pilota a talent-scout
in Altre notizie

2011, l'anno del.. calderone

2011, l'anno del.. calderone
in Motomondiale