SBK Portimao, gara2: doppietta Ducati con Fabrizio e Haga. Spies è campione

di Omar Fumagalli

SBK Portimao, gara2: doppietta Ducati con Fabrizio e Haga. Spies è campione


Gara2 vive di un’apparente calma, dovuta al risultato della precedente manche, con Spies tranquillo grazie ai 15 punti di vantaggio accumulati su Haga in campionato.

Alla partenza sono in molti a contendersi la testa della corsa, soprattutto Shane Byrne, che è bravissimo a tenere dietro avversari tosti e dotati di mezzi ufficiali, come Rea e Biaggi. Nel gruppetto al comando si inserisce anche Fabrizio, mentre Spies procede con maggiore cautela, lasciando sfuggire i primi tre ed accontentandosi di tenere a bada Haga.

In breve, il giapponese si mette a ridosso dei primi cinque e supera il texano della Yamaha.

A questo punto, mentre i primi tre si sono leggermente distanziati, sono Biaggi e Haga ad inseguire, con Spies sesto, autore anche di un piccolo lungo. A metà gara è chiaro che per Spies il titolo è un cammino molto breve e sicuro, dietro a Ben si trova infatti Leon Camier, molto distanziato, mentre Haga ha vita dura nella lotta con Biaggi e con le difficoltà che i due incontrano nel tenere il passo del terzetto di testa.

Dopo lunghi giri, con innumerevoli sorpassi e dimostrazioni di forza da parte di tutti i primi cinque, è Michel Fabrizio che mantiene la testa della corsa, mettendosi dietro un velocissimo Rea, che all’ultimo giro commette un errore e spiana la strada per il secondo posto ad Haga.

Il Mondiale si chiude quindi con un doppietta Ducati, significativa, ma che non basta però a contrastare Spies, campione del mondo con sei punti di vantaggio. La dichiarazioni di tutti, nel dopogara, sono all’insegna della sportività, ammettendo sia la grande forza di un team come la Ducati, che ha dominato la classifica costruttori, sia la validità delle prestazioni di Spies, che in questo suo primo anno di Mondiale, sono state semplicemente superbe.

Sul podio, insieme ai primi tre, sale anche il neo-iridato della Yamaha e nonostante il contrasto degli umori, prevale nell'insieme il significato sportivo della competizione, con strette di mano e champagne su tutti (curiosamente simpatica, la condivisione per alcuni istanti del primo gradino fra Spies, Fabrizio ed il capo-meccanico Ducati Marco Ventura).

Se in Yamaha si prepara la festa per il doppio titolo, Superbike e Supersport; Ducati ed Haga lasceranno il Portogallo con una grandissima delusione, certamente, ma tutti sanno che Nori è stato sconfitto da un avversario dal valore assoluto (forse tra i più veloci di sempre, in Superbike) e che il giapponese, comunque forte dell’esperienza, sarà pronto ad affrontare le sfide della nuova stagione, per la quale rimane, insieme alla sua moto, il vero punto di riferimento.

 

Ben Spies: "Come prima cosa devo ringraziare Yamaha per avermi fornito tutti i mezzi necessari per vincere. E' stato fantastico, abbiamo fatto tutto quello che dovevamo fare e non e' stato facile perche' il passo di gara era molto veloce e ho visto un paio di piloti che stavano per sorpassarmi. Sapevo che se Nori vinceva dovevo essere almeno sesto cosi ho cercato di evitare situazioni pericolose. E' stato davvero meraviglioso, non potro' mai ringraziare abbastanza la Yamaha e tutti coloro che mi sono stati vicino in questo mio primo anno qui. Me ne rendero' conto nei prossimi giorni!".

Michel Fabrizio: "Abbiamo fatto vedere che io e Jonathan ci saremo il prossimo anno, e che faremo parecchie gare con queste battaglie. Volevo la vittoria, Johnny ha sbagliato qui all'ultima curva, forse gli è scappata la marcia e per me tutto OK. Meno male perché altrimenti sarebbe stato difficile passarlo."

Noriyuki Haga: "Questo weekend abbiamo avuto problemi con la gomma dietro e nella prima gara abbiamo sbagliato a scegliere la gomma e sono caduto. La seconda gara e' andata abbastanza bene, ero preoccupato per la tenuta delle gomme ma ho iniziato a spingere molto e sono contento del secondo posto. Peccato per oggi per il titolo mancato ma cerchero' di fare del mio meglio il prossimo anno. Complimenti a Ben per il mondiale."

Jonathan Rea: "Con Michel ho lottato per la mia posizione del campionato ed e' stata una bella battaglia, dovevo fare qualcosa nell'ultimo giro, vincere la gara e arrivare quarto in campionato. Ci ho provato in tutti i modi ma ho commesso un errore che ha permesso a Michel di sorpassarmi. Con questo doppio podio e' il mio miglior weekend della stagione."

 

Classifica gara2 SBK – Portimao:

1  84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 38'19.654 (158,148 kph)
2  41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 1.195
3  65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 1.494
4  67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 5.553
5  19 Spies B. (USA) Yamaha YZF R1 5.842
6   3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 Factory 7.374
7  22 Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 Factory 9.658
8  96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 10.434
9  11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 17.010
10  50 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R 1000 K9 24.509
11  71 Kagayama Y. (JPN) Suzuki GSX-R 1000 K9 27.195
12  23 Parkes B. (AUS) Kawasaki ZX 10R 34.825
13  14 Lagrive M. (FRA) Honda CBR1000RR 35.135
14  99 Scassa L. (ITA) Kawasaki ZX 10R 1'01.842
15  94 Checa D. (ESP) Yamaha YZF R1 1'09.782
16 100 Tamada M. (JPN) Kawasaki ZX 10R 1'30.818
17  25 Salom D. (ESP) Kawasaki ZX 10R 
RET  15 Baiocco M. (ITA) Ducati 1098R 
RET  91 Haslam L. (GBR) Honda CBR1000RR 
RET   7 Checa C. (ESP) Honda CBR1000RR 
RET 111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR 
RET  10 Nieto F. (ESP) Ducati 1098R 
RET  77 Iannuzzo V. (ITA) Honda CBR1000RR

 

Campionato Piloti: 1. Spies 462; 2. Haga 456; 3. Fabrizio 382; 4.Biaggi 319; 5.Rea 315; 6. Haslam 241; 7.Checa 209; 8. Byrne 192; 9. Sykes 176; 10. Smrz 169.

Campionato Costruttori: 1. Ducati 572; 2. Yamaha 505; 3. Honda 431; 4. Aprilia 329; 5. Suzuki 173; 6. Bmw 141; 7. Kawasaki 76.

comments powered by Disqus

Altri commenti

DEO82

Vai spies; te lo sei meritato.

Inserito: 25 ottobre 2009
Anonymous

Spies ha meritato, ma Haga ha chiuso a -6, se pensiamo a Imola .....

Inserito: 26 ottobre 2009
Pierpa64

Fabrizio ha fatto tutto il possibile ... e anche di più!!!
Prima di andare in testa (e anche quando era in testa) si sarà girato una decina di volte per vedere dov'era il suo compagno ... che purtroppo per lui arrancava senza speranza.
Solo quando ha capito che non c'era niente da fare si è lasciato andare e se n'è andato.
Non diciamo che Haga ha perso per quei famosi 5 punti ... avrebbe perso ugualmente, visto com'era ridotto ieri.

Inserito: 26 ottobre 2009
Anonymous

grande Haga!
sei sempre stato e sarai sempre il mio idolo. mi piaci proprio perchè sei fatto così...un gran manico. punto e basta. capace di gare straordinarie, vinte contro ogni pronostico e flop clamorosi come Portimao. Anche se nn vincerai nessum mondiale (io spero che non sia così) i tuoi tifosi ti ricorderanno comunque per i 10.000 colpi al cuore che gli hai fatto prendere durante tutta la tua straordinaria carriera.
Detto questo faccio i miei complimenti a Spies... a lui vanno onore e gloria per un campionato strameritato.

Inserito: 26 ottobre 2009
DesmoDemone

MI SPIACE Pierpa64 ma.. "Fabrizio ha fatto tutto il possibile ... e anche di più!!!" ..per FAR PERDERE IL MONDIALE AD HAGA !
NELLE ULTIME 3 GARE HA FATTO PIù DANNI DELLA GRANDINE, E TARDOZZI HA GESTITO IL TUTTO DA PARROCCHIALE,PAREVA CHE STO MONDIALE GLI FACESSE SCHIFO, TANTI SONO STATI GLI ERRORI DI GESTIONE.
SE UN PILOTA NON è IN LOTTA PER IL MONDIALE HA IL DOVERE DI AIUTARE,O ALMENO DI NON OSTACOLARE IL COMPAGNO DI MARCA(PERCHè CI SONO POSTI DI LAVORO IN GIOCO NON SOLO BANDIERINE A SCACCHI!),COSA CHE FABRIZIO SI è GUARDATO BENE DAL FARE, MA FORSE IL PROBLEMA è UN'ALTRO...
è CHE NON CI ARRIVA PROPRIO !
SINCERAMENTE, ERO DUBBIOSO DELLE SCELTE PILOTI DI TARDOZZI DEL DOPO-BAYLISS, E QUESTA STAGIONE MI HA DATO RAGIONE..
PURTROPPO IL Q.I. NON è UN OPINIONE.
SE FOSSE UN SIGNORE RASSEGNEREBBE LE DIMESSIONI .. E SE FOSSI IN DUCATI LE ACCETTEREI.


Inserito: 31 ottobre 2009
Anonymous

Spies ha meritato, non ci sono dubbi... Però basta fare 2 calcoli: Imola e Portimao, Fabrizio rallenta ed Haga avrebbe 10 punti in più, vale a dire titolo mondiale! Haga, di cui sono tifoso, sarà ricordato come un perdente ma almeno un mondiale se lo meriterebbe, ha fatto 41 vittorie in SBK (tante con moto non al Top...), perso un mondiale per un dimagrante (con moto nettamente inferiore a Edwards), perso un mondiale per pochi punti vincendo entrambe le ultime manches, per cui io non credo sia un perdente, è vero poteva non cadere a Portimao. Ma non è che tutti gli anni butta via il mondiale perchè gli viene il braccino.

Inserito: 03 novembre 2009
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Sbk: piccole riflessioni su un grande campionato

Sbk: piccole riflessioni su un grande campionato
in Superbike

Lorenzo un uomo solo?

Lorenzo un uomo solo?
in Motomondiale