SBK Nurburgring, gara1: un fanta-Spies vince e raggiunge Haga in campionato

di Omar Fumagalli

SBK Nurburgring, gara1: un fanta-Spies vince e raggiunge Haga in campionato

La partenza di gara1, vede purtroppo un brutto incidente coinvolgere vari piloti alla seconda curva dopo il traguardo; nella carambola Tamada ed Hopkins rimangono a terra, mentre sopraggiungono gli altri e la direzione gara espone immediatamente la bandiera rossa.

La paura per le condizioni dei piloti scorre nella corsia box, ma per fortuna le verifiche mediche sono meno gravi di quanto poteva apparire vedendo da fuori: i due restano coscienti e minimente feriti, pur se poi trasportati presso l’ospedale locale per accertamenti in merito ai traumi cranici subiti. Parkes e Iannuzzo, rimasti anch’essi coinvolti nella caduta, si presentano alla ri-partenza, con postumi minori.

Al secondo via Haga scatta sicuro dalla pole e prende il comando, dietro a lui Rea e Spies sono i più grintosi durante i primi giri, con anche la BMW di Corser e l’Aprilia di Biaggi a seguire da vicino.

Il ritmo di Haga pare inizialmente migliore, anche se di poco e la bagarre tra Spies e Rea avvantaggia il giapponese.

Dietro a Nori, un gruppetto compatto vede sempre vicini anche Michel Fabrizio e Carlos Checa.

Al settimo giro, mentre il debuttante Cooper con la BMW scivola senza conseguenze, Rea commette un errore in staccata, che consente a Spies di concentrarsi sulla lotta con la Ducati. La Yamaha numero 19 inanella una serie di giri record, che gli fanno recuperare mediamente due decimi al giro su Haga.

La lotta per la terza posizione è molto bella e variegata, con Corser e Biaggi che non si risparmiano nel confronto con Fabrizio e Checa, ma è Jhonny Rea che riesce a riprendersi, dopo il “lungo” e posizionarsi momentaneamente dietro a Spies.

A dieci giri dal termine, Haga e Spies si ritrovano ormai appaiati al comando, in una lotta che vale gara e anche leadership di classifica. Il confronto fra i due potenziali campioni del mondo è davvero bello, fatto sia con il cuore sia con l’intelligenza, visto che le gare al termine sono ormai poche e le prestazioni dei due sono molto vicine.

La guida del texano sembra più irruente e meno pulita di quella del giapponese, ma la R1 non lascia mai spazio alla 1198, che segue millimetricamente, incrociando la traiettoria ma senza superare. Per il terzo posto, si profila intanto una lotta interna al team Ten Kate, con Checa che raggiunge Rea.

Dopo qualche pallido tentativo, al diciottesimo giro Haga prova a superare Spies, ma non tiene la corda della curva ed il texano rimane abbastanza freddo da continuare al 100%, senza cedere mai quanto basti alla Ducati per infilarsi all’interno. Quando sta per cominciare l’ultimo giro è chiaro che Haga non potrà più farcela, dopo aver ceduto in breve quei preziosi decimi che consentono a Spies di andare a vincere una gara importantissima, che lo porta ora in vetta alla classifica, a soli due punti da Haga e che in molti non si sarebbero aspettati oggi da lui, dopo le prestazioni dei due giorni precedenti, sotto alla sua media e con una scivolata.

Terzo chiude un ottimo Checa, davanti in volata al compagno Rea (fresco di riconferma in Honda per il 2010), quinto è Biaggi, che precede Haslam, Fabrizio e Corser.

 

Classifica gara1 SBK – Nurburgring:

1  19 Spies B. (USA) Yamaha YZF R1 39'04.818 (157,737 kph)
2  41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R 3.850
3   7 Checa C. (ESP) Honda CBR1000RR 6.990
4  65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR 7.109
5   3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 Factory 12.825
6  91 Haslam L. (GBR) Honda CBR1000RR 13.243
7  84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R 14.223
8  11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR 14.382
9  66 Sykes T. (GBR) Yamaha YZF R1 17.206
10  67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R 26.547
11  14 Lagrive M. (FRA) Honda CBR1000RR 27.388
12  31 Muggeridge K. (AUS) Suzuki GSX-R 1000 K9 30.968
13  96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R 31.069
14   9 Kiyonari R. (JPN) Honda CBR1000RR 31.188
15  71 Kagayama Y. (JPN) Suzuki GSX-R 1000 K9 40.165
16  99 Scassa L. (ITA) Kawasaki ZX 10R 54.897
17  25 Salom D. (ESP) Kawasaki ZX 10R 1'01.958
18  88 Resch R. (AUT) Suzuki GSX-R 1000 K9 
RET  56 Nakano S. (JPN) Aprilia RSV4 Factory 
RET  10 Nieto F. (ESP) Ducati 1098R 
RET  94 Checa D. (ESP) Yamaha YZF R1 
RET  77 Iannuzzo V. (ITA) Honda CBR1000RR 
RET  47 Cooper R. (GBR) BMW S1000 RR 
RET  23 Parkes B. (AUS) Kawasaki ZX 10R 
RET  15 Baiocco M. (ITA) Ducati 1098R 
NP 121 Hopkins J. (USA) Honda CBR1000RR
NP 100 Tamada M. (JPN) Kawasaki ZX 10R

comments powered by Disqus

Altri commenti

maurixa

La sfiga ci vede benissimo, Rea un po' meno!

Inserito: 06 settembre 2009
misterdx

sembra ke possa finire in GP giÓ dal 2010, infatti se vince il titolo, yamaha potrbbe chiedergli di passare subito ai prototipi

Inserito: 08 settembre 2009
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

GP San Marino, 250: Barbera vince, Simoncelli affonda

GP San Marino, 250: Barbera vince, Simoncelli affonda
in Motomondiale

GP San Marino, 125: Patatrac!

GP San Marino, 125: Patatrac!
in Motomondiale

GP San Marino, Warm-up MotoGP: Rossi vola, Lorenzo affonda

GP San Marino, Warm-up MotoGP: Rossi vola, Lorenzo affonda
in Motomondiale

A Misano gli asini... volano!

A Misano gli asini... volano!
in Per sorridere un po'