Harley-Davidson Iron 883

di Gianluca Zanelotto

Harley-Davidson Iron 883


Dura e Pura, modello cool per fashion victim.

Con la Iron 883 Harley-Davidson presenta un nuovo modello di accesso alla sua linea Dark Custom, linea creata per dare una risposta anche a chi cerca una moto molto cool, una linea di motociclette con un look minimalista, senza cromature, la cui particolarità è quella di assorbire la luce anziché rifletterla, destinate a una nuova generazione di amanti delle Harley che predilige il piacere di guida, senza trascurare l’estetica, e concepite per chi ha sempre voluto una vera Harley-Davidson, ma a modo suo.
Il cliente tipo di questo modello è senz'altro il moderno motociclista urbano, che desidera un mezzo alla moda, comodo e discreto, senza disdegnare la gita fuori porta.

Insomma una nuova clientela rispetto a quella tipica Harley, molto legata all'open road, al "Mito Americano".

In questa nuova Iron 883 molte parti sono state ridisegnate o migliorate, come la nuova frizione, veramente dolce e morbida ma anche la cinghia di distribuzione è del tutto nuova e rinforzata con fibra di carbonio.
Il corto parafango posteriore nero, con luci di stop e posizione integrate negli indicatori di direzione, mette maggiormente in risalto il pneumatico da 150mm, mentre il pneumatico anteriore sfoggia un cerchio nero in lega. L’anima “dark” dell’Iron 883 è frutto della finitura rigorosamente nera di alcuni elementi tra i quali: cerchi in lega di alluminio, foderi forcella e supporti dei parafanghi, coperchio del filtro aria, serbatoio dell’olio, copricinghia, manubrio stile “Drag bar” e comandi a pedale montati in posizione intermedia.
La classica sella Sportster, alta 643mm, è monoposto, ma si può aggiungere un sellino passeggero e/o uno schienalino.

Il motore della nuova Iron 883 è l'Evolution da 883cc verniciato a polvere nera con coperchi valvole neri. Dotato di sistema di iniezione elettronica sequenziale ESPFI, taratura sportiva e costante erogazione della coppia che è sempre abbondante sin dai regimi più bassi, questo motore è il complemento ideale della Iron 883. L'erogazione della potenza è assolutamente dolce e lineare, senza picchi imbarazzanti o vuoti. La potenza massima non è dichiarata mentre la coppia massima è di 70 Nm a 3.750 RPM.
Solo l'intervento del limitatore di giri ci è sembrato prematuro, probabilmente un migliaio di giri in più sarebbe stato utile durante i sorpassi. Quindi, guidando con piglio sportivo, meglio cambiare in fretta senza attendere il limite. La coppia del motore è più che sufficiente per una guida allegra a divertente.

La nuova Harley-Davidson Iron 883 oltre ad essere una moto molto modaiola è un mezzo che permette di divertirsi anche fuori città, durante la nostra prova abbiamo percorso un intrigante itinerario nella zona sud-est di Milano, a cavallo del Lambro, fra prati verdi, campi coltivati e antiche Cascine. Un itinerario con pochi rettilinei e molte curve a stretto e medio raggio, veramente l'ambiente ideale per la Iron 883 che non vuole certo competere con i 1000 giapponesi o i 1200 europei ma che trova il suo ambiente ideale proprio in questa strade di campagna, dove si può sfruttare la coppia del motore per dimenticarsi del cambio. Dove il basso baricentro aiuta a danzare fra le curve il scioltezza e senza l'ansia da prestazione che inducono moto ben più sportive.
Anche le sospensioni, forcella tradizionale e doppio ammortizzatore posteriore, non invitano alla guida spigolosa o cattiva ma sono comunque in grado di assorbire le normali ondulazioni dell'asfalto e vanno in crisi solo in presenza di buche profonde o dossi di rallentamento.
La Iron 883 predilige una guida dolce, fluida. Anche il cambio, il componente forse meno riuscito, va usato con dolcezza ma decisione, facendosi comunque sentire con un non troppo discreto "clang" ad ogni cambio marcia. La frizione è invece dolcissima e modulabile, qui c'è invece molto da imparare per le case italiane.
Nulla da dire sul disco singolo anteriore che fa un onesto lavoro ma se si vuol frenare forte meglio affidarsi anche al posteriore oltre che al freno motore.
Un appunto alla luce a terra, adeguata a sinistra, a patto di rimuovere i piolini dalle pedane, è scarsa a destra a causa delle marmitte molto basse. E' un vero peccato perché, come vedete dalle foto, la Iron 883 potrebbe ambire a pieghe ben più sportive di quanto le permettano piolini e marmitte.
L’Iron 883 è disponibile nei colori Black Denim e Brilliant Silver Denim.

Conclusioni
La nuova Harley-Davidson Iron 883 è un esempio di come si possano costruire buone moto di grande serie pur facendole sembrare un modello unico, personale, tagliato su misura per un determinato cliente. E questa Iron 883 è destinato ad una clientela sia di "ritorno" dallo scooter che per i giovani che vogliono una moto solida, con un motore ben fatto e "vivo" ma, soprattutto, che non crei quell'ansia da prestazione a tutti i costi che inducono altre moto. Intendiamoci, probabilmente da Lecco a Varenna si arriva prima con una "resing" ma con la Iron 883 ci si gode di più il paesaggio e si arriva giusto un paio di minuti dopo e senza autovelox in saccoccia.

Caratteristiche del modello Iron 883:
Motore Evolution da 883cc verniciato a polvere nera, montato su supporti elastici
Iniezione elettronica sequenziale ESPFI (Electronic Sequential Port Fuel
Injection)
Air box nero
Foderi forcella neri con soffietti “old style”
Copricinghia e supporti parafango anteriore neri
Cerchi neri in lega di alluminio a 13 razze, ant. da 19”/post. da 16”
Manubrio nero stile “Drag bar”
Comandi a pedale montati in posizione intermedia
Parafango anteriore dal profilo ribassato, nero
Corto parafango posteriore nero con luci di stop e posizione integrate negli
indicatori di direzione
Scarichi “Shorty” gemellati cromati
Classica sella monoposto Sportster
Altezza sella: 643 mm
Serbatoio dalla grafica esclusiva
Antifurto Smart Security System
Serbatoio classico da 12,5 litri

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Test Jerez: fiducia per il Team Italia (aggiornato)

Test Jerez: fiducia per il Team Italia (aggiornato)
in Motomondiale

KTM raddoppia: due team nell'IDM

KTM raddoppia: due team nell'IDM
in Campionati e trofei nazionali

Macota: Autorinnova e Primer

Macota: Autorinnova e Primer
in Accessori moto