Honda New Forza ‘08: uno scooter 250cc dalla dotazione “over”

di Omar Fumagalli

Honda New Forza ‘08: uno scooter 250cc dalla dotazione “over”


La prova in strada del rinnovato commuter 250cc. di casa Honda, ora disponibile anche con il cambio automatico.



Con l'arrivo della stagione estiva 2008, la gamma Honda si è arricchita di un nuovo modello, o meglio di un modello che è stato fortemente ri-stilizzato per l’occasione, sia tecnicamente sia esteticamente. Stiamo parlando dello scooter 250cc. siglato NSS250, meglio conosciuto con il nome di “Forza”.

Il Forza è un modello uscito nel 2005, ultima evoluzione di quel primo filone di “scooteroni 250cc” che aveva portato sulle strade europee il mitico CN prima (correva l’anno 1988) ed il longevo Foresight dopo (anno 1997), passando poi per il Jazz (il predecessore diretto del Forza, uscito nel 2001).

Mantenendo questa cilindrata da quarto di litro, che è oggi divenuta intermedia all’interno del segmento scooter, il Forza si distingue dagli altri modelli di gamma Honda per il posizionamento sul mercato, definito in quella nicchia equamente distante sia dai cugini minori SH (a ruote alte, più leggeri), sia dai maggiori SilverWing (poderosi bicilindrici dall'impronta "maxi").

Il Forza può esser visto come un buon compromesso tra i due estremi: a chi lo necessiti può, infatti, dare la dose più equilibrata di comfort e sicurezza (per i viaggi extra-urbani) combinata ad una versatilità cittadina (intesa non solo come dimensioni, ma anche facilità di guida e attenzione ai consumi).

Dopo tre anni, quella del modello 2008 è sicuramente l'opera di rinnovo più intensa per il Forza, opera che ha riguardato maggiormente la parte tecnica, ovvero motoristica e di nuove dotazioni.
Su questo rinnovato modello, costruito in Giappone, la casa ha ricercato l’ottimizzazione di contenuti e comfort, con lo scopo di fornire un maggior “prestigio” percepito per il cliente, mantenendo però le caratteristiche base del modello (praticità d’uso cittadino nonostante le misure), innalzandole se possibile verso un target superiore.

Ovviamente il new Forza rimane un mezzo 250cc e non vuole, ne può certo contendere, il ruolo dei maxi oltre 300cc; ma finalmente, anche su questa cilindrata, troviamo dotazioni di ottimo livello e l’introduzione di sistemi come HSCK (avviamento elettronico con immobilizer integrato, senza necessità di blocchetto chiave) od il variatore di trasmissione automatico S-Matic Evo (per la versione EX) con l’ABS per l’impianto frenante.

Il risultato ricercato da Honda è quindi tradotto in uno scooter che diventa ora più “importante” rispetto ai predecessori, ma di una versatilità ancora elevata; supera i propri standard precedenti (e le richieste di un mercato sempre più esigente), ma mantiene il consueto stile.

Gli allestimenti disponibili sono due, il Forza-X ed il Forza-EX, versione quest’ultima completa di tutta la nuova dotazione.

 

Styling
La cartella stampa della casa traccia quattro punti cardine definendolo: Inconfondibile, Affidabile, Versatile e Contemporaneo.

Andando a verificarlo direttamente, il Forza m.y.

2008 non appare a colpo d’occhio molto diverso dal precedente, almeno se non lo si conosceva bene: da qui “l’inconfondibile”. Permangono le linee base ed il design precedenti ma, se lo guardiamo meglio si nota maggior modernità, traspare un'aria più solida e spigolosa dalle nuove rifiniture delle linee. Sul frontale il cupolino è più compatto, con doppio faro ad enfatizzare l'aggressività ricercata. Lo sbalzo sul posteriore poi è stato ridotto, con la coda tondeggiante che include ora un proiettore doppio, con lenti ben delineate.

Se si guarda la strumentazione Hi-Tech poi, si scopre una delle zone più caratteristiche del Forza, quest’ultima è, infatti, composta da ampi quadranti, contenenti tachimetro e contagiri ed un display LCD centrale multifunzione. Ai lati troviamo poi grandi indicatori per il carburante e la temperatura di raffreddamento, situati sulle estremità del quadro. Il display centrale fornisce le varie letture di: doppio odometro,  consumometro e chilometraggio medio, oltre all'orologio digitale.

Sul modello EX, sotto al quadrante del contagiri, si trovano i LED della modalità di trasmissione impostata: S (Sport) e D (Drive), oltre all’indicatore della marcia inserita, quando si sfrutta il cambio S-Matic Evo.

Il comfort degli spazi sfrutta una serie miglioramenti, che sinteticamente riassumiamo:
- la sella sagomata è ora rastremata nella parte anteriore per consentire di poggiare i piedi a terra con maggior facilità, con un supporto lombare più ampio;
- lo spazio per le gambe (dalla sella alla pedana) è stato esteso di 10 mm. Non è da record però sino ad 1.90mt di altezza vi ci troverete bene;
- il sotto-sella cela un vano più grande rispetto al precedente, che si apre premendo un semplice pulsante e spostando la sella del guidatore in avanti. Per un accesso più facile è possibile spostare anche il sedile del passeggero (operazione non assisitita completamente in quanto quest'ultimo vi rimane liberamente in mano) e ci si trova di fronte ad un vano bagagli di 63 litri (offre spazio sufficiente per due caschi integrali, una valigetta di dimensioni A3 o anche borse sportive, se necessario). E' possibile anche agganciare un casco all'esterno, tramite la cordicella di sicurezza estraibile ancorata al veicolo.

Lo styling generale del Forza in sostanza, pur non troppo distante dal modello precedente, esprime realmente maggiore dinamicità, eleganza ora sportiva ed un comfort di livello elevato. Uno scooter rimasto si tradizionale, ma moderno al tempo stesso.

 

Motore
Vero punto rinnovato del Forza 2008 è il propulsore, che garantisce ora maggior potenza (incremento contenuto di circa 3CV, comunque apprezzabile) e coppia, grazie alla nuova unità a quattro valvole.
Il motore utilizzato deriva da quello (molto apprezzato) montato sull’SH300i, ovviamente è equipaggiato con iniezione elettronica e raffreddamento a liquido (SOHC).


Il Forza sfrutta anche la medesima trasmissione a cinghia del “ruote alte” di casa Honda ed integra un contralbero che rende più regolari le prestazioni lungo tutta la fascia di utilizzo. L'accelerazione risulta più brillante rispetto al precedente modello, soprattutto nei primi 100 metri ed alla massima velocità, non ci troviamo di fronte ad un "fulmine" vista anche la massa, ma la prestazione è comunque superiore a quella di qualunque altro scooter Honda della stessa categoria.

Lo scarico come per tutti i modelli Honda attuali, è a bassissime emissioni, con sonda lambda e sistema HECS3 (composto da compatti elementi catalizzanti a due fasi, che riducono le emissioni ben al di sotto dei parametri EURO-3). Un pregio derivante dalla tecnologia adottata ovviamente, è il consumo molto ridotto, in relazione alla  cilindrata.

 

Trasmissione
Nell’allestimento EX, con ABS, il Forza è equipaggiato con la più recente versione della trasmissione S-Matic Evo Honda, un sistema che offre sia il cambio automatico, sia quello manuale sequenziale con sette rapporti.
Le tre diverse modalità sono inseribili tramite un semplice pulsante, la S (Sport) e la D (Drive) contribuiscono all'uso semplice dello scooter, funzionando in “automatico” queste modalità sono l'ideale per la guida in città, mentre la trasmissione manuale a sette marce richiama l'aspetto sportivo, teoricamente più utile per strade tortuose, migliora sia la risposta alle alte velocità sia le accelerazioni, quando si viaggia in due.

Il sistema S-Matic Evo è gestito da un’unità di comando (centralina) che elabora molti parametri in ingresso e tra gli altri, dedica un sensore “di carico” alla misura di velocità ed apertura del gas; in sostanza questa misura serve per determinare l'erogazione ideale della potenza, viene monitorato e variato  elettronicamente il rapporto della trasmissione, per mantenerlo sempre equilibrato (ad esempio compensando meglio le variazioni di quando si viaggia in salita o si trasportano carichi pesanti).

Per uno scooter 250cc questa tipologia di trasmissione è sicuramente innovativa e permette, anche a chi non utilizza una grossa cilindrata, di adattare il suo stile di guida alle diverse situazioni, dando pregio alla gamma.

 

Ciclistica
La ciclistica del new Forza è stata rivista con attenzione, nell'intento di migliorare la robustezza e la rigidità del mezzo, per favorirne la maneggevolezza. Risulta tutto nuovo il telaio tubolare in acciaio, nettamente più rigido, che regala una miglior stabilità anche con il passeggero a bordo ed a pieno carico.

La forcella anteriore è da 35mm ed ha ora una minor distanza degli steli, mentre l'escursione delle sospensioni è stata aumentata di 10 mm anteriormente e di 15 mm al posteriore. Il forcellone oscillante dispone di un perno con leveraggio flottante, dispositivo che utilizza un singolo collegamento intermedio ed un braccio dell'ammortizzatore per minimizzare i contraccolpi e ridurre le vibrazioni (sono dichiarate addirittura ad un quinto del precedente). Tutto questo a vantaggio della maneggevolezza e di una sensazione di guida sempre fluida.

 

Freni
L’impianto frenante del Forza è affidabile e “user friendly” per tutti, grazie alla ormai classica frenata combinata di Honda (anteriore e posteriore): uno standard sulla maggior parte dei veicoli della casa.
Molto semplice da utilizzare, offre quando si frena un “equilibrio integrato” garantito fra l'asse anteriore ed il posteriore, ispirando sicurezza. La leva di destra controlla la pinza del freno anteriore, come in un sistema convenzionale, mentre quella di sinistra agisce simultaneamente su anteriore e posteriore, tramite un equalizzatore in linea. Il Forza-EX, allestimento top, è equipaggiato con l'avanzato sistema ABS-CBS, vero plus tecnologico per la sicurezza, che è in grado di evitare il bloccaggio accidentale delle ruote, offrirendo garanzie di equilibrio nelle circostanze più imprevedibili.

 

Dotazioni di Serie
Entrambe le versioni del Forza sono equipaggiate di serie con il rivoluzionario Honda Smart Card Key. Questa scheda, che comunica istantaneamente il proprio codice ad una chiave di identificazione elettronica, presente nel dispositivo di avviamento dello scooter, è un deterrente contro i furti, innovativo per il segmento e (quando conosciuto) di estrema facilità nell'utilizzo.
La chiave a scheda agisce anche sulla sella dello scooter e sul vano portaoggetti nella console di sinistra, che si aprono premendo un semplice pulsante, disattivati però se non vi è il “consenso” della card.
Lo scudo anteriore del Forza ospita due ampi vani per i guanti. Quello di sinistra si blocca automaticamente quando la Smart Key esce dal raggio di rilevamento del sistema, mentre quello di destra è privo di chiusura. Fra le altre comodità presenti va citato l’utile freno a mano, inseribile con una leva a scatto posizionata in prossimità della parte interna a destra dello scudo (altezza ginocchio).

 

Colorazioni - Accessori
Sono attualmente tre le variazioni di colore previste, rispetto a quanto inizialmente prefigurato si è aggiunto proprio recentemente il bianco (quello che abbiamo avuto noi in prova), cui si affiancano Graphite Black e Digital Silver Metallic. Molto piacevole a nostro giudizio proprio il modello testato.

Vari anche gli accessori disponibili a richiesta, che Honda propone:
- bauletto portaoggetti (da 45 litri con serratura) fornito con portapacchi, schienalino passeggero, tappetino interno e rivestimento superiore nel colore dello scooter;
- manopole riscaldate elettriche regolabili;
- navigatore satellitare
- telo coprimoto
- allarme acustico, che opera in collaborazione con la Smart Card Key e l’immobilizer di serie.
- lucchetto a U, con serratura resistente alla manomissione.
A breve dovrebbe essere disponibile anche uno scudo frontale maggiormente protettivo.

 

La PROVA

Per il nostro test in strada abbiamo utilizzato il modello X, gentilmente messoci a disposizione dal concessionario Honda TRESOLDI di Pessano (MI).
Letteralmente “disimballato” per l’occasione il Forza è quello di colore bianco, molto accattivante nel contrasto delle plastiche nere e delle linee spigolose. La prova era personalmente molto attesa, avendo lunga esperienza degli scooter di casa Honda ed essendo francamente sempre rimasto poco attratto dai precedenti modelli di Forza (almeno per gusto estetico).

Le curiose aspettative non sono rimaste deluse, il passo avanti si vede e si sente subito. Ogni particolare del nuovo Forza esprime per chi non lo conosce una piacevole “ergonomia tecnologica”, a cominciare proprio dalla card che ci si ritrova in mano, con funzione di telecomando (se mantenuto il tasto premuto inserisce o meno lo sblocco di prossimità).
Quando ci avviciniamo con la card attiva si possono aprire i vani e ruotare il blocchetto di avviamento, già questa è una sensazione piacevole.

La seduta è abbastanza comoda, con spazio per le ginocchia che come detto è ora sufficiente anche a chi sfora il metro e novanta (solo in posture di guida estreme si arriva a sfiorare la plastica).

La posizione di guida è similare ad altri scooter Honda, con le braccia distese ad un angolo adeguato per impugnare il manubrio ed il fondoschiena che si appoggia al rinforzo lombare posteriore, dando una sensazione di riferimento che permette di sentire il mezzo in proprio pieno possesso, anche in movimento. I piedi hanno margine di spostamento per variare  posizione se si vuole e questo caratterizza il Forza rispetto a concorrenti più snelli ma "sacrificati".

Per avviare ci è sufficiente ruotare il cosiddetto "pomello" o meglio manopola elettronica, che sentendo la card si sblocca e si illumina di azzurro. Alla pressione del pulsante d’avvio il motore a 4 valvole si posiziona ad un regime di poco superiore ai 1500giri per poi gradualmente portarsi, a caldo, poco al di sotto degli stessi. Per muoversi e riprendere, più o meno bruscamente, la trasmissione lavora mantenendo lo stacco un po’ più in alto di questo regime ed in breve aprendo a fondo il gas, vi troverete con il regime indicato fra i tre ed i quattro-mila giri, mentre la variazione di rapporto vi farà "allungare".

Una volta in marcia si nota come la visibilità degli specchietti (piacevole lo stacco del manubrio cromato) sia ottima, cosi come anche la rumorosità contenuta, stessa sensazione per il fruscio intorno al corpo, almeno sino a velocità da codice.

Portandoci nel tortuoso traffico cittadino evidenziamo che la massa relativamente importante del Forza (195/205kg a seconda della versione) si sente poco, senza problemi scorriamo tra i veicoli fermi in coda, anche se il passo di 1.545mm richiede un minimo di adattamento per cambi di direzione repentini (si guida diversamente dai ruota alta, con postura più verticale).
Sullo sconnesso il bilanciamento del Forza non si scompone, mantenedo sempre un buon equilibrio del mezzo e discreto comfort, quando le velocità  non si riducono a sufficienza si possono sentire le sopspensioni rispondere un po’ troppo bruscamente alle buche, ma la sensazione non intacca mai la sicurezza (l'ammortizzatore posterione è comunque regolabile nel carico di molla).

I cambi di direzione anche in velocità sono sempre stabili ed una volta in confidenza, divengono pure rapidi, in virtù di un baricentro basso l’appoggio in curva è davvero buono. Avendo preso le misure con il Forza possiamo tranquillamente cullarci con esso dentro a curve di medio-lungo raggio e persino rotonde, mantenedo velocità medie, la stabilità è sempre ottima e non ci si stressa davvero mai alla guida.

Per la frenata (anche nella versione X troviamo comunque la combinazione CBS che agevola la sicurezza) abbiamo riscontrato una continua bilanciatura che non da mai margine a sorprese (guidando normalmente), forse lievemente morbida l'impostazione, per fare gli “smanettoni”, ma i pochi chilometri fatti dal mezzo non avevano ancora permesso a dischi e pastiglie di uniformarsi al meglio.

Nel “relax” di guida l’indicatore di consumo ci aggiorna costantemente su quanto stiamo “bevendo” e permette di valutare con precisione l’autonomia. Visto il prezzo del carburante alle stelle, il sapere che anche guidando con brio difficilmente scendete sotto i 26Km/lt. è sicuramente una cosa rassicurante (si pensi che sino a pochi anni orsono, i predecessori 2T dalle medesime prestazioni potevano anche non arrivare ai 20 km/lt, il miglioramento percentuale è davvero elevato).

Nei tratti di percorrenza a velocità sostenuta il Forza si evidenzia molto confortevole, forse non definibile propriamente autostradale, data la cilindrata ed il cupolino molto ridotto, ma per tratti extra-urbani garantisce un relax di guida ottimo, anche motoristico, mentre viaggiate a velocità costante o se dovete riprendere, il vostro regime sarà sempre mantenuto, fin dove possibile, ai valori di miglior coppia (fra i sei ed i sette-mila giri per le accelerazioni in velocità).

L’assenza di un parabrezza di grandi dimensioni si fa sentire solo a velocità superiori agli 80 km/h, ma data quest’assenza per scontata, invero i flussi d’aria che si hanno nella parte superiore del corpo, anche alle massime velocità, sono accettabili e non fastidiosi.

 

I giudizi
Sicuramente uno scooter molto rivalutato da questo ultimo restyling, il Forza sembra molto adatto a chi vi “salga” arrivando da cilindrate e volumi più piccoli, trovando un veicolo accogliente in termini di comfort e facilità, ma oltremodo gratificante per la dotazione.
Non abbiamo potuto provare la guida con passeggero, ma l’impressione è che se si tratti di una persona piccola o di taglia media non vi siano variazioni di comfort, mentre qualora si tratti magari di un amico sopra la taglia L (od XL), forse la seduta e l’appoggio per le mani non lo favoriscano troppo.

Pregi & Difetti
PRO:
- Linea rinnovata e contemporanea
- Sistema avviamento card / immobilizer innovativo
- Comfort di marcia
- Consumi ridotti
- Vani a chiusura automatica (evita di togliere e mettere la chiave ripetutamente)
- Freno a mano

CONTRO:
- Protezione superiore in alta velocità (parabrezza al momento assente)
- Seduta passeggero di misura ridotta per chi è “over-size”
- Manovrabilità tappo serbatoio non sempe agevole

Scheda Tecnica delle due versioni

FORZA-X (tipo ED)

MOTORE
Monocilindrico, 4 tempi, 2 valvole, raffreddato a liquido (OHC)
Cilindrata 249 cm3
Alesaggio x Corsa 60 x 60.5mm
Rapporto di compressione 10,2 : 1
Potenza massima 16kW kW a 7.500 min-1 (95/1/EC)
Coppia massima 22Nm/6,000min-1 (95/1/EC)
Regime del minimo 1.500 min-1
Capacità totale olio 1.5 litri

IMPIANTO DI ALIMENTAZIONE
Alimentazione Iniezione elettronica (PGM-FI)
Corpi farfallati (diametro) 34 mm
Filtro aria Di carta, a secco, del tipo a cartuccia
Capacità serbatoio 12 litri

IMPIANTO ELETTRICO
Accensione Digitale transistorizzata con anticipo elettronico
Anticipo d’accensione 10° BTDC (minimo) ~ 50° BTDC (9.000 min-1)
Candela LMAR8A-9 (NGK)
Avviamento Elettrico
Capacità batteria 12 V/10 AH
Alternatore 477 W
Faro anteriore 12V; 55W x 1 (anabbagliante) / 55W x 2 (abbagliante)

TRASMISSIONE
Frizione Centrifuga automatica
Cambio V-Matic variabile
Rapporti della cinghia 2,450 ~ 0,800
Riduzione finale 7.537
Trasmissione finale Cinghia a V

TELAIO
Tipo Doppia culla con trave dorsale tubolare in acciaio

CICLISTICA
Dimensioni (LxLxA) 2.185 x 750 x 1.180 mm
Interasse 1.545 mm
Inclinazione cannotto di sterzo 27°
Avancorsa 92 mm
Raggio di sterzata 2,6m
Altezza della sella 710 mm
Altezza da terra 135 mm
Peso in ordine di marcia 195kg (A: 82kg; P: 113kg)
Massima capacità di carico 180 kg
Peso medio (2pp e bagagli) N/D

SOSPENSIONI
Tipo Anteriore Forcella telescopica da 35mm, escursione 110 mm
Posteriore Forcellone con due ammortizzatori, escursione 105mm

RUOTE
Tipo A sezione a U a tre razze in alluminio pressofuso
Cerchi: Anteriore 13M/CxMT2,75 - Posteriore 13M/CxMT4.00
Pneumatici: Anteriore 110/90–13M/C 55P    Posteriore 140/70–13 61P
Pressione: Anteriore 175 kPa   -   Posteriore 200 kPa
FRENI
Tipo Anteriore Disco idraulico da 256-5mm con pinza a tre pistoncini combinati e pastiglie in resina stampata
Posteriore Disco idraulico da 240-6mm con pinza a singolo pistoncino combinato e pastiglie in resina stampata

 

FORZA-EX (indicate le sole differenze rispetto a modello X)

TRASMISSIONE
Frizione Centrifuga automatica
Cambio V-Matic variabile
Rapporti della cinghia 2.450 ~ 0.800 (Modo D)
2.600 ~ 0.800 (Modo S)
Riduzione finale 7.537
Trasmissione finale Cinghia a V

CICLISTICA
Peso in ordine di marcia 204kg (F: 84kg; R: 120kg)
Massima capacità di carico 180 kg
Peso medio (2pp e bagagli) N/D

FRENI
Tipo Anteriore Disco idraulico da 256-5mm con pinza a tre pistoncini combinati, ABS e pastiglie in resina stampata
Posteriore Disco idraulico da 240-6mm con pinza a singolo pistoncino combinato, ABS e pastiglie in resina stampata.

 

Prezzo indicativo: 4.790,00 euro (5.690,00 per il modello EX)

 

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Test Jerez: fiducia per il Team Italia (aggiornato)

Test Jerez: fiducia per il Team Italia (aggiornato)
in Motomondiale

KTM raddoppia: due team nell'IDM

KTM raddoppia: due team nell'IDM
in Campionati e trofei nazionali

Macota: Autorinnova e Primer

Macota: Autorinnova e Primer
in Accessori moto