Incidente mortale in gara per Lorenzo Michelazzi

Vorremmo limitarci ad una cronaca sportiva, ma capita che questa possa avere dei risvolti amari. Lorenzo Michelazzi, 28 anni è deceduto durante il trasporto in ospedale a seguito di un incidente nel corso del nono giro di gara 1 Sport Promo. Questo il fatto che ha messo la parola fine alla gara del Trofeo Lazio durante il suo svolgimento.

I fatti vedevano il Michelazzi perdere il controllo della moto subito dopo il traguardo, in prossimità della staccata sulla curva più veloce del circuito. Tutti i tentativi del pilota di riprendere il controllo erano vani, e nell’inevitabile scivolata, pilota e moto formavano quasi un corpo unico, schiantandosi contro le protezioni sistemate in quel punto.

Nel violentissimo impatto, il pilota colpiva violentemente con l’addome ed il torace la marmitta della moto e la parte posteriore con conseguenze apparse subito gravissime.

Immediato lo stop alla gara per garantire i primi soccorsi, e vista la situazione disperata si decideva l’immediato trasporto del pilota al vicinissimo ospedale, dove però giungeva ormai morto.

Lorenzo Michelazzi correva da privato, e si era avvicinato a questa disciplina oramai da qualche anno, dopo aver militato nelle gare per scooter e nell’enduro. La sua passione per le supermoto era stata travolgente, tale addirittura a spingerlo a creare con alcuni amici Xracer.it, uno dei siti web più importanti a livello nazionale sugli argomenti motoristici in generale e sul supermotard nello specifico.

Lorenzo era un pilota in gamba, funambolico e travolgente nelle sue performance, poco interessato alla classifica ma molto di più per lo spettacolo ed i “numeri”; correva per divertirsi e divertire. Il suo nome era piuttosto noto nell’ambiente motoristico regionale, e anche a livello nazionale molti rinomati campioni lo conoscevano come “il volto dietro la telecamera”, suo inseparabile strumento di lavoro e di passione.

Uno dei fautori della crescita esponenziale di questo sport era proprio lui e domenica 25 luglio 2004 tutti noi abbiamo perso una grandissima persona, in quella che in mille altri modi sarebbe potuta essere una delle tante banalissime scivolate che avvengono durante una gara. Le poche reali testimonianze sull’accaduto indicano che Lorenzo, cadendo aveva la stessa velocità della moto e che non sia riuscito (o non abbia potuto) a diminuire la poderosa spinta che alla fine lo ha proiettato contro il mezzo meccanico arrestatosi sulle barriere.

In quel momento non era in lotta per la posizione ed era da solo in quel tratto di pista, non in prossimità di altri concorrenti. Attualmente è in corso un’inchiesta da parte della magistratura per stabilire l’esatta dinamica dell’accaduto e le eventuali responsabilità e proprio in queste ore è stata disposta l’autopsia.

comments powered by Disqus

Altri commenti

paolopiermarioli

sarai sempre con noi....


paolo

Inserito: 27 luglio 2004
iary

Ciao Lorenzo .....

Inserito: 29 luglio 2004
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Michelin e Bridgestone: la lotta si fa dura?

Michelin e Bridgestone: la lotta si fa dura?
in Motomondiale

GP Donington, MotoGP: le dichiarazioni

GP Donington, MotoGP: le dichiarazioni
in Motomondiale

GP Donington, MotoGP: Rossi dominatore.

GP Donington, MotoGP: Rossi dominatore.
in Motomondiale