Enduro: assegnati a Firenze i primi cinque titoli nazionali

Con la rinuncia da parte del Motoclub Pantera ad organizzare l'ultima prova del Campionato Italiano Enduro, che avrebbe dovuto svolgersi il 16 Settembre, quella di Firenze è di fatto divenuta la penultima prova in calendario per i piloti Senior che si sono ritrovati sulle sponde dell'Arno per tentare l'assalto al tricolore.

Tre le prove speciali tracciate per l'occasione dallo staff dell'Associazione Motociclistica Fiorentina di cui una linea molto veloce e due fettucciati; il primo ricavato in un campo adiacente al Centro Tecnico di Coverciano ed il secondo vicino al Passo della Consuma raggiungibile dopo aver percorso in trasferimento numerosi chilometri d'asfalto.



Terminato un mondiale che ha visto i nostri piloti rimanere a secco di titoli iridati molti "big" si sono presentati a questa gara con chiari propositi di allungare le mani sul tricolore per cercare di raddrizzare una stagione avara di successi. Nella 125 duello sul filo dei centesimi fra Fausto Scovolo (Yamaha) e Roberto Bazzurri (Husqvarna) con quest'ultimo che è riuscito a spuntarla di un soffio sul coriaceo rivale. Terzo posto per Giuseppe Gallino (Gas Gas). Molto combattuta anche la classe 250 che è stata vinta da Giovanni Sala (KTM) con Jarno Boano (Honda) secondo davanti a Stefano Passeri (Gas Gas).

Dopo una fugace apparizione nel mondiale di Ampezzo Alex Zanni (Honda), complice la pausa del mondiale cross, è saltato nuovamente in sella ad una moto da enduro collezionando una vittoria nella classe 500 davanti a Franco Rossi (Gas Gas) e Tullio Pellegrinelli (KTM). Alessio Paoli (Yamaha) sale sul gradino più alto del podio riservato alla classe 250 4T seguito Riccardo Fermi (Kawasaki) e da Matteo Rubin (KTM) rispettivamente secondo e terzo classificato.

Non sfugge l'ennesima vittoria a Mario Rinaldi (nella foto) nella 400 4T conquistata al termine di un bel testa a testa con Alessandro Botturi (KTM) che ha preceduto Juri Simoncini (VOR). Fabio Farioli (KTM) fa suo il primato della 600 4T sconfiggendo Giovanni Genini (KTM) che ha sua volta ha preceduto Gian Marco Rossi (VOR).

Come al solito gli stranieri hanno monopolizzato la classifica assoluta con Stefan Merriman (Husqvarna) che è stato il più veloce di tutti seguito da Mika Ahola (VOR), che ha portato in gara la nuovissima VOR in versione 2002, e Samuli Aro (Husqvarna). In virtù di questi risultati, in via ufficiosa, Giovanni Sala (250), Franco Rossi (500), Matteo Rubin (250 4T), Mario Rinaldi (400 4T) e Fabio Farioli (600 4T) si sono così già laureati Campioni d'Italia 2001 mentre per la 125 bisognerà attendere l'esito dell'ultima prova in programma tra due settimane in Emilia Romagna.

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Due VRaptor olimpiche per Rosolino e Fioravanti

Due VRaptor olimpiche per Rosolino e Fioravanti
in Moto e mercato

Enduro: Ahola porta a Firenze la nuova VOR

Enduro: Ahola porta a Firenze la nuova VOR
in Offroad

Solo Rolfo ci salva dalla noia della 250

Solo Rolfo ci salva dalla noia della 250
in Motomondiale