Campo Scuola Trial Battù: il trial per tutti

di Giorgio Papetti

Campo Scuola Trial Battù: il trial per tutti


Gestito dallo storico Moto Club Lazzate (una vera e propria istituzione per il trial), che nel 2003 ha ricevuto in gestione dal Comune di Lazzate una vasta area nei Boschi Battù, il Campo Scuola Trial è un vero e proprio centro sportivo riservato alla pratica del trial e del bike trial. Immerso nei boschi adiacenti il comune di Lazzate, il Campo è una struttura in continua evoluzione, dotata di servizi, aree tecniche e zona per il lavaggio moto. Recentemente è stato anche aggiunto un sistema di illuminazione, che permetterà nei prossimi mesi di utilizzare la struttura anche alla sera (sono previste al momento due sere alla settimana, ma il Moto Club prevede anche la possibilità di illuminare il campo su richiesta).



Appena saranno completati i lavori della Pedemontana, sarà anche disponibile una nuova area antistante l’ingresso che renderà ancora più agevole il parcheggio di furgoni e auto con i carrelli. Per realizzare l’impianto ci sono voluti anni di lavoro, soldi e tantissimi sacrifici da parte dei volontari per ripulire la zona, portare tonnellate di massi e creare zone adatte a qualsiasi livello; dal neofita, che può avvicinarsi alla specialità in modo estremamente sicuro, al professionista, che ha la necessità di trovare ostacoli anche molto impegnativi (non a caso vengono organizzate anche gare di Hard Trial).

Grazie al costante lavoro il Campo viene mantenuto e modificato di anno in anno ed è già previsto un importante ampliamento su un terreno adiacente, che però richiede notevoli investimenti. I costi di gestione rappresentano il principale problema che devono affrontare i soci e i tanti sostenitori che per pura passione dedicano il proprio tempo a questa iniziativa, con il risultato che il Campo Scuola Trial fa sempre più fatica a far quadrare i conti. Ecco perché nel nostro piccolo, come abbiamo già fatto in passato per il Campo Scuola Trial di Chiuduno e come faremo per altre strutture simili, vogliamo sostenere quanto più possibile il grande lavoro svolto dal Moto Club Lazzate. Se qualche sponsor (magari qualche azienda della zona) volesse farsi avanti sarebbe sicuramente il benvenuto. Farebbe un gran bene non solo ai tanti appassionati che usufruiscono del Campo Scuola, ma soprattutto ai bambini e ai ragazzi che faticano sempre più a trovare spazi in cui alimentare la propria passione in modo sicuro. Si parla troppo spesso di mancanza di ricambio generazionale, di educazione stradale, di giovani alla sbando, ma quando si devono dare risposte concrete le istituzioni (anche quelle direttamente preposte) si dileguano lasciando ad altri il compito di trovare soluzioni.

Come si accede al Campo Scuola Trial

Per accedere al Campo Scuola Trial con le moto si deve essere in possesso di regolare licenza ( è sufficiente quella per allenamento) e versare una quota che può essere giornaliera (10 euro il costo di ingresso per l’intera giornata per i non soci e 5 € per i soci), o annuale. Quest’ultima costa 100 Euro (sarebbe 150 per i non iscritti al Moto Club Lazzate, ma se l’iscrizione avviene per un gruppo alla fine viene applicata la tariffa ridotta) e dà diritto a ricevere una tessera di riconoscimento (validità dal 1 Gennaio al 31 Dicembre, ma sono previsti anche parziali per chi si iscrive nel corso dell’anno) per poter frequentare il Campo liberamente. Solo nel caso di allenamenti serali, che richiedono l’attivazione dell’impianto di illuminazione, dovrà essere versata una piccola quota aggiuntiva a copertura delle spese di energia elettrica (ancora in fase di definizione).

Il Campo è aperto tutti i giorni. Per il bike trial le quote sono ridotte del 50%. Inoltre, a sottolineare l’attenzione che il Moto Club Lazzate riserva ai giovani piloti, nel caso ci sia un genitore accompagnatore anch’esso con moto da trial è sufficiente versare una sola quota per padre e figlio. Ovviamente gli accompagnatori a piedi non devono pagare nulla per entrare. A parte gli aspetti economici e assicurativi, le uniche regole sono quelle legate al rispetto dell’ambiente, al buon senso e alla buona educazione.

Oltre agli impegni nazionali e internazionali, tra le attività del Campo Scuola Trial e del Moto Club Lazzate figurano gare sociali, allenamenti collettivi (utilissimi per imparare dai più esperti) e corsi sia di bike trial che di trial gestiti da istruttori professionisti. Nel caso del bike trial, per esempio, un istruzione d’eccezione è Paolo Patrizi, in assoluto uno dei migliori esponenti di questa disciplina.

Un’oasi per il trial

Siamo stati a visitare il campo accolti dal Presidente Donato Monti, che ci ha illustrato i numerosi progetti per il futuro. Malgrado Dicembre non sia propriamente il mese migliore per fare una visita in un bosco (in primavera deve essere spettacolare) abbiamo trovato un’area molto curata, pulita e funzionale. I lavori della Pedemontana obbligano a una strada alternativa per raggiungerla (solitamente il Campo è raggiungibile sia da Lazzate che da Bregnano), ma una volta imparata da Milano servono meno di 40 minuti. Di fatto è il luogo in assoluto più vicino al capoluogo Lombardo dove poter praticare trial legalmente. Malgrado le abbondanti piogge di questi ultimi mesi l’area è perfettamente praticabile e alcune zone sono addirittura prive di fango. La varietà di ostacoli è notevole. Si va da dolci saliscendi, perfetti per imparare i primi rudimenti, a salite e discese anche ripidissime. Persino i massi e le rocce, tutti portati con grande dispendio di soldi ed energie, sono stati posizionati e studiati per soddisfare esigenze di una vasta tipologia di piloti. C’è il piccolo masso, utilissimo per fare pratica, come sequenze di rocce che solo a guardarle dall’alto fanno paura.

La varietà dei passaggi e delle zone è proprio una delle caratteristiche di questo Campo Scuola Trial. La medesima zona può essere facilissima, se fatta seguendo una determina direzione, o molto impegnativa, se si decide di percorrere la traiettoria più insidiosa. Durante la visita non c’erano moto a causa di una gara sociale, ma l’area era utilizzata da Paolo Patrizi per una lezione di bike trial. Vedere bambini di 5/6 anni che anziché stare davanti alla TV si divertono come matti nel bosco, aiutandosi a vicenda nei passaggi più ostici, è una di quelle cose che fanno capire quanto lo sport possa essere utile, anche a livello formativo.

Come dicevamo in apertura, il Campo Scuola Trial Battù è anche dotato di servizi igienici e area per poter lavare le moto con l’idropulitrice. Nei mesi invernali i locali tecnici possono essere utilizzati anche per cambiarsi, un plus non da poco soprattutto per chi non ha la fortuna di avere un furgone. Non vediamo l’ora di andare una sera per vedere il campo illuminato a giorno. Nel frattempo invitiamo tutti a sostenere il Moto Club Lazzate, magari anche solo decidendo di tesserarsi.  

Per informazioni

Moto Club Lazzate
via Trento Trieste, 15 20184 Lazzate MB
Tel. no.: +39 02 96720762
Donato: Cell. 3397569596
e-mail: motoclublazzate@motoclublazzate.it
Tino Moltrasio: tino@motoclublazzate.it

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Scott E-aspect 920: prova completa

Scott E-aspect 920: prova completa
in Mobilità sostenibile

Internazionali d’Italia Motocross 2015

Internazionali d’Italia Motocross 2015
in Offroad

KTM a quota 100.000

KTM a quota 100.000
in Moto e mercato