Raduno delle Masche il 20 settembre nel Canavese

di Gabriel Pirini

Raduno delle Masche il 20 settembre nel Canavese


La Pro Levone (la locale pro loco) organizza a Levone, nell’Alto Canavese, il tradizionale Motoraduno delle Masche. Appuntamento per il 20 settembre. Per chi arriva sabato 19 settembre, possibilità di campeggio libero, cena e concerto gratuito dei Ginsonix (suonano e cantano, non bevono gin, a dispetto del nome). Domenica 20 settembre, classico giro in moto per le strade del Canavese.

Per chi ha la moto da fuoristrada, previsto un percorso off-road (molto soft). Rigorosamente a fine gita, l’ aperitivo finale. Previsti anche il mercatino del motociclista, l'esibizione (ore 11 ed ore 17), degli Zoltrax, gruppo stunt-biker,  il motopranzo (12,30), la prova di accelerazione non competitiva e a concludere la giornata l'estrazione di una mini-motard, nonché di altri premi a tema. Non c’è tassa di iscrizione (la Pro Loco di Levone si accontenta della pubblicità che i radunisti faranno al paese) e a tutti i partecipanti verrà fatto dono di una maglietta ricordo.  Il raduno non è iscritto a calendario federale.

LEVONE. E’ un piccolo paesino dell’Alto Canavese. All’ultimo censimento faceva 490 abitanti. “Ma - precisa il sindaco Maurizio Giacolelli, orgogliosissimo della possibilità di aggiornamento dell’anagrafe comunale in tempo reale - ora siamo 464. Si trova a circa 15 chilometri dall'aeroporto torinese di Caselle.

DA VEDERE. Nel concentrico si possono ammirare l'antica porta del ricetto, risalente al XIII secolo e oggi adibita a torre campanaria, con l'adiacente borgo medioevale; l'antistante chiesa parrocchiale dedicata a San Giacomo, edificata intorno al 1300, dai lineamenti originari romanici ed ampliata alla fine del '600 con la realizzazione delle due navate laterali e della facciata in stile barocco; la Villa Bertot (XIX sec.) con il bellissimo parco, in parte occupata dagli uffici comunali (nonché sede di due cooperative sociali per disabili). In cima al paese si incontrano la chiesa di S.Antonio, di proprietà privata, sulla cui facciata è ancora visibile un affresco raffigurante la Sacra Sindone; il mulino ad acqua, di cui si ha notizia da tempi remoti, con i suoi macchinari ancora perfettamente funzionanti, visitabili, a richiesta, grazie alla disponibilità degli attuali proprietari. In aperta campagna si erge il Santuario della Vergine Consolatrice, costruito nel 1774 dall'ingegnere militare Giuseppe Ogliani con il particolare campanile a pianta triangolare ed ampliato con la realizzazione del porticato, nel 1883, sotto il quale si possono ammirare gli affreschi ex-voto che decorano i muri perimetrali della chiesa; poco distante la cappella campestre di S.Pietro, in stile romanico, nel cui interno vi sono affreschi datati 1532.  Il tutto è dominato dalla chiesetta di S. Rita, edificata in perfetto stile alpino nel 1942 per volontà della famiglia Garella, titolare della Lenci, con il generoso costributo di tutti i levonesi.

Foto1: Santuario della Vergine Consolatrice; Foto2: esibizione su Quad di un componente degli Zoltrax

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

2010 BMW R1200GS, nuovo motore per l'endurona tedesca

2010 BMW R1200GS, nuovo motore per l'endurona tedesca
in Moto e mercato

Trofeo Veteran MX, Tonino Abramo vince la prima prova

Trofeo Veteran MX, Tonino Abramo vince la prima prova
in Moto d'epoca