GP Losail, team Pons: Biaggi in seconda fila provvisoria

Debutto del Motomondiale sul circuito di Losail in Qatar. Sul nuovo, moderno, impianto a 20 chilometri dalla capitale Doha anche le RC211V gialle del Camel Honda team hanno mosso i primi passi per preparare il GP che si corre sabato prossimo sui 5.380 metri del nuovo tracciato. Nelle libere del mattino i piloti si sono mossi con cautela per saggiare quanto sabbia e polvere in pista avrebbero condizionato prestazioni e sicurezza.

Poi, l’asfalto ha iniziato ad offrire una buona aderenza e la battaglia per il miglior tempo sul giro ha dato vita ad una bella sessione di prove di qualificazione.

Sito Pons – Camel Honda (Team Principal)

“Giornata interlocutoria su una pista decisamente interessante dove le MotoGP oggi hanno mosso i primi passi. Si è iniziato il lavoro di preparazione al GP del Qatar su un tracciato con poco grip, ma che, giro dopo giro, ha iniziato a migliorare, come si è visto dai tempi che si sono notevolmente abbassati rispetto alle prove libere del mattino. C’è molto lavoro da fare ma ci sono anche tutte le premesse per fare bene, crescendo in termini di prestazioni di pari passo con le condizioni di aderenza della pista che sono in continuo miglioramento”

Max Biaggi – Camel Honda (Gomme Michelin)  - 5° - 2’03.054

“Siamo partiti con una messa a punto basata su una simulazione al computer che, finché il ritmo è stato blando, è andata abbastanza bene. Poi, verso la fine delle prove ufficiali abbiamo provato una modifica che si è rivelata subito efficace. Ci sembra quindi di aver individuato la strada giusta, anche se non c’è stato poi il tempo per esplorarla. Lo avremo domani dato che, almeno qui, il sole dovrebbe essere garantito e lo sfrutteremo anche per migliorare le regolazioni del cambio, che non è ancora a posto. La pista è abbastanza bella, soprattutto nella parte finale dove diventa più ritmata, più scorrevole. Le condizioni di aderenza cambiano rapidamente, mano a mano che l’asfalto si gomma e anche di questo bisognerà tener conto nel lavoro di messa a punto per domani. Credo che si possano togliere ancora svariati secondi ai tempi che abbiamo fatto oggi. Di certo una situazione come questa potrà far venire fuori qualche nome a sorpresa sabato, ma di sicuro cercherò anch’io di essere a posto per fare una bella gara”.

Makoto Tamada – Camel Honda (Gomme Bridgestone) – 14° - 2’03.919

“Da questa mattina l’aderenza della pista è già notevolmente migliorata, soprattutto nelle traiettorie. Fuori dalle linee ideali le cose si complicano un po’ e bisogna stare attenti. La scelta delle gomme sarà fondamentale, facendo molta attenzione alle temperature, dato che qui il caldo è peggio di Sepang, ed alle condizioni di grip della pista che è in continuo progresso. Il tracciato mi piace, le traiettorie ottimali sono facili da trovare,  e tutta la pista è bella da guidare. Adesso dobbiamo affinare la messa a punto della moto e domani vedremo se l’aderenza sarà ulteriormente migliorata”.

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

GP Losail, QP1 250: Porto conduce le danze

GP Losail, QP1 250: Porto conduce le danze
in Motomondiale

GP Losail, QP1 MotoGP: Trionfo Superbike

GP Losail, QP1 MotoGP: Trionfo Superbike
in Motomondiale

GP Losail, QP1 125: Dovizioso scende di sette secondi!

GP Losail, QP1 125: Dovizioso scende di sette secondi!
in Motomondiale

KTM: ecco il video

KTM: ecco il video "segreto" della Super Duke
in Moto e mercato