MotoGP Test 2015, Sepang2: dietro Marquez e Lorenzo una bella lotta

di redazione Italia MotoCorse.com

MotoGP Test 2015, Sepang2: dietro Marquez e Lorenzo una bella lotta

A circa un mese dal via iridato alla stagione 2015, dopo ulteriori tre giorni di test collettivi in Malesia, sono due i leader della classifica tempi, due che sulla carta partono per lottare al vertice, come accaduto nelle passate stagioni: Marquez e Lorenzo, Honda e Yamaha. Dietro, un buon mix di moto e piloti che vede l'Italia poter impensierire la Spagna, forse più dello scorso anno.

A Sepang il caldo non manca e le condizioni erano forse peggiori rispetto alla precedente sessione di test, ma la sostanza è analoga con Marc Marquez che ha girato molto con miglior tempo in 1’59”115 seguito da Jorge Lorenzo a tre decimi.
Un rinvigorito Cal Crutchlow è oggi terzo con la RC213V del team Cecchinello, precedendo Andrea Iannone su Ducati.

Valentino Rossi è quinto a sette decimi dal leader.

Per le Open è Hector Barberà migliore della categoria, nella Top Ten. Domani piccola rivoluzione con i pneumatici Michelin, fornitore unico dalla stagione 2016.

I TEMPI:
 1. Marc Marquez (SPA) Repsol Honda Team 1'59.115  
 2. Jorge Lorenzo (SPA) Movistar Yamaha MotoGP 1'59.437  
 3. Cal Crutchlow (GBR) CWM LCR Honda 1'59.658  
 4. Andrea Iannone (ITA) Ducati Team 1'59.722  
 5. Valentino Rossi (ITA) Movistar Yamaha MotoGP 1'59.833  
 6. Bradley Smith (GBR) Monster Yamaha Tech3 1'59.883  
 7. Dani Pedrosa (SPA) Repsol Honda Team 1'59.912  
 8. Hector Barbera (SPA) Avintia Racing 2'00.244  
 9. Aleix Espargaro (SPA) Team Suzuki MotoGP 2'00.275  
 10. Andrea Dovizioso (ITA) Ducati Team 2'00.468  
 11. Pol Espargarò (SPA) Monster Yamaha Tech3 2'00.490  
 12. Danilo Petrucci (ITA) Pramac Racing 2'00.556  
 13. Yonny Hernandez (COL) Pramac Racing 2'00.603  
 14. Maverick Viñales (SPA) Team Suzuki MotoGP 2'00.604  
 15. Stefan Bradl (GER) Forward Racing 2'00.685  
 16. Scott Redding (GBR) Estrella Galicia 0,0 Marc VDS 2'00.695  
 17. Nicky Hayden (USA) Drive M7 Aspar 2'00.813  
 18. Michele Pirro (ITA) Pramac Racing 2'00.875  
 19. Alvaro Bautista (SPA) Aprilia Racing Team Gresini 2'01.310  
 20. Mike Di Meglio (FRA) Avintia Racing 2'01.487  
 21. Karel Abraham (CZE) AB Motoracing 2'01.536  
 22. Jack Miller (AUS) CWM LCR Honda 2'01.593  
 23. Eugene Laverty (IRL) Drive M7 Aspar 2'01.815  
 24. Loris Baz (FRA) Forward Racing 2'02.587  
 25. Alex De Angelis (RSM) Octo IodaRacing Team 2'03.300  
 26. Katsuyuki Nakasuga (JPN) Yamaha Factory Test Team 2'03.448  
 27. Marco Melandri (ITA) Aprilia Racing Team Gresini 2'03.569 
 



HANNO DETTO:
Andrea Dovizioso (Ducati Team #04) – 2’00”250 (9°), 123 giri
“Posso essere solo contento di questi test. Abbiamo portato qui una moto completamente nuova e siamo stati competitivi e veloci fin da subito. Sono soddisfatto soprattutto perché abbiamo migliorato il punto chiave rispetto alle moto precedenti, e adesso la moto “gira” in curva. A casa i ragazzi di Ducati Corse hanno fatto un grande lavoro e non abbiamo avuto particolari problemi di affidabilità in questi tre giorni. Adesso dobbiamo capire meglio la GP15, perché abbiamo ancora diversi limiti. La nuova moto è molto diversa da quella precedente, e quindi dobbiamo provare dei setup un po’ estremi per capirla meglio, per esempio nell’ultima parte della frenata e in centro curva. Ma è tutto normale, quando si cambia così tanto una moto ci sono sempre dei pregi e dei difetti. Sono convinto che abbiamo parecchio margine di miglioramento, ma ci vuole ancora del tempo e nei prossimi giorni i nostri ingegneri avranno molti dati da analizzare prima di andare in Qatar per i test di metà marzo”.
 
Michele Pirro (Ducati Test Team #51) – 2’00”875 (18°), 124 giri 
“Oggi abbiamo continuato il lavoro che avevamo programmato per questi tre giorni. Sono contento anche perché sono riuscito a fare un buon tempo, che non avevo mai ottenuto qui in Malesia, migliorandomi di cerca mezzo secondo rispetto ai test di inizio febbraio. La mia posizione in classifica forse non è delle migliori, ma siamo tutti molto vicini ed io sono contento perché so di poter essere veloce, ma soprattutto perché abbiamo portato a casa molte informazioni utili allo sviluppo della GP15.”
 
Andrea Iannone (Ducati Team #29) – 1’59”722 (4°), 147 giri
“Sicuramente sono stati tre giorni positivi, perché siamo arrivati qui in Malesia con una moto completamente nuova, senza averla mai provata prima, e siamo riusciti a girare piuttosto veloci e senza problemi di affidabilità. La GP15 è scesa per la prima volta in pista lunedì scorso, e quindi sono contento di come è cresciuta e migliorata in così poco tempo. Oggi ci siamo concentrati a provare diversi tipi di setting sulla moto, cercando di migliorare il mio feeling ma soprattutto il grip e l’inserimento in curva. C’è ancora tanto lavoro da fare, ma sono davvero contento di questo primo contatto con la nuova moto.”
 
ALVARO BAUTISTA
“L’ultima è stata una giornata positiva, dopo aver provato varie soluzioni negli scorsi giorni oggi ci siamo concentrati sulla base che più mi piaceva. Al mattino abbiamo migliorato subito il nostro best lap, facendo un ulteriore step importante. Altra prova fondamentale sono stati dei nuovi dischi freno, da 340 millimetri, una modifica alla quale mi sono abituato ma che ha necessitato anche di qualche ulteriore settaggio sulla moto. Al pomeriggio, nel momento più caldo della giornata, abbiamo fatto il nostro long-run e devo dire che mi sono trovato subito bene a guidare con il serbatoio pieno, inizio a divertirmi e questo è fondamentale. Ho dovuto interrompere per un piccolo inconveniente a un cerchio, poi abbiamo ripreso e anche con gomma usata il nostro ritmo è stato buono. Dopo il long-run abbiamo comparato qualche nuovo materiale che ci mancava, alla ricerca specialmente di migliore trazione. Tutte prove positive guardando ai test del Qatar, perché sono emerse molte idee riguardo lo sviluppo. Alla fine sono soddisfatto, ringrazio tutti i ragazzi di Aprilia perché hanno fatto un gran lavoro in questi tre giorni, tutti vogliamo crescere ancora nei prossimi test!”. 
 
MARCO MELANDRI
“In questi tre giorni abbiamo lavorato tanto, a livello di prove comparative per cercare di trovare quel feeling che mi è mancato finora. Abbiamo girato analizzando diverse soluzioni, anche con una moto più simile a quella che ho guidato lo scorso anno proprio per raccogliere quante più informazioni possibile. Qualcosa di buono l’abbiamo trovato, ma non è bastato a farmi guidare come voglio e i tempi mostrano quanto sia ancora il lavoro da fare. Ora analizzeremo i responsi di questi test e decideremo come affrontare al meglio gli impegni futuri”. 
 

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Decathlon Original 7 e: prova su strada ebike

Decathlon Original 7 e: prova su strada ebike
in MobilitÓ sostenibile

Givi: nuovi accessori per Piaggio MP3

Givi: nuovi accessori per Piaggio MP3
in Accessori moto

Triumph: novità abbigliamento per la stagione estiva 2015

Triumph: novità abbigliamento per la stagione estiva 2015
in Abbigliamento moto

AGV K-5: fibra di vetro e carbonio

AGV K-5: fibra di vetro e carbonio
in Abbigliamento moto