Debutto bagnato per Aprilia in MotoGP: Melandri e Bautista soddisfatti

di redazione Italia MotoCorse.com

Debutto bagnato per Aprilia in MotoGP: Melandri e Bautista soddisfatti

In questi giorni a Valencia è iniziata l’avventura Aprilia in MotoGP: le prove sul circuito Ricardo Tormo hanno rappresentato un assaggio della stagione 2015, con Gresini Racing che gestirà in pista le moto italiane nella classe regina. Melandri e Bautista sono saliti in sella per la prima volta all’Aprilia MotoGP avendo a disposizione anche due esemplari del nuovissimo motore con distribuzione a valvole pneumatiche.

Un propulsore tutto da svezzare, soprattutto in termini di gestione elettronica, e una moto completamente nuova per i due piloti.

Per Melandri, dopo 4 anni in Superbike, si è aggiunta la confidenza da ritrovare con le coperture Bridgestone e i freni in carbonio. Così l’obiettivo della prima uscita è stato quello di accumulare esperienza, girare moltissimo e raccogliere la maggior quantità possibile di dati. Ma non sono mancate le indicazioni positive, soprattutto in termini di potenzialità – e quindi di possibilità di sviluppo – sia della moto che del propulsore.

Il piano di lavoro, che prevedeva che lunedì girasse solo il collaudatore Alex Hofmann, è stato cambiato in corsa a causa delle previsioni meteo avverse. Così sia Melandri sia Bautista sono subito scesi in pista, anche se per pochi giri, nel pomeriggio di lunedì. Una scelta azzeccata visto che il secondo giorno è stato caratterizzato da un tracciato costantemente bagnato a causa della pioggia insistente. Condizioni che non hanno comunque impedito ai due piloti Aprilia di compiere 73 giri complessivi (24 Melandri e ben 49 Bautista).

Decisamente migliore la situazione di mercoledì. I piloti sono scesi in pista dalla tarda mattinata e hanno continuato le loro prove fino alle 17:00. 68 giri per Bautista e 56 per Melandri testimoniano del molto lavoro svolto.

Marco Melandri: “Abbiamo tenuto a battesimo una moto del tutto nuova, è una grande esperienza! Per me si trattava di riprendere confidenza con gomme profondamente diverse da quelle delle mie stagioni in Superbike: per questo l'importante era girare molto e accumulare dati e sensazioni. In questo senso sono soddisfatto, perché cominciamo  a capire su quali aree intervenire e come. La moto è diversa dalla Aprilia guidata in SBK ma è "nata bene" e risponde bene alle modifiche. Il lavoro è moltissimo, saranno importanti i prossimi test di Jerez. Allora cominceremo a capire più chiaramente il nostro potenziale”. 

Alvaro Bautista: “È stato un test sorprendente e molto positivo! Ieri, sul bagnato, ho potuto iniziare a prendere confidenza con la moto e a comprendere come va guidata. Ogni volta che salivo in sella, mi sentivo sempre più a mio agio. Oggi abbiamo potuto completare diversi giri sull’asciutto, ma sostanzialmente l’obiettivo era lo stesso: percorrere chilometri e continuare a prendere sempre più confidenza. Il bilancio è positivo, anche se ovviamente siamo consapevoli che il lavoro da fare è ancora tantissimo: va migliorato il motore, ma già a Jerez a fine mese andremo a provare la nuova unità a valvole pneumatiche. Per quanto riguarda la ciclistica, in questi test non siamo intervenuti sul set-up delle sospensioni e sulle geometrie: inizieremo a farlo a Jerez nei prossimi test. Con la squadra e con i tecnici mi sono trovato subito molto bene, c’è una buona intesa e capiscono le mie indicazioni; penso che potremo fare un bel lavoro insieme”.

Romano Albesiano, Responsabile di Aprilia Racing, valuta positivamente la prima uscita: “Siamo soddisfatti di questi primi test. Si trattava per noi di un vero e proprio debutto, con tutte le incognite del caso, ma al termine di questi tre giorni possiamo guardare con fiducia ai futuri step di sviluppo. La nuova moto si è rivelata subito molto equilibrata e il motore a valvole pneumatiche testato venerdì ha impressionato Hofmann per la prestazione di punta e le caratteristiche di guidabilità. Alvaro ha confermato quanto ci aspettavamo, mettendo in mostra un immediato feeling con la moto e una grande propensione al lavoro di affinamento. I tempi fatti segnare da Alvaro sono positivi, nonostante abbia utilizzato oggi esclusivamente il motore 2014. Marco ha accumulato esperienza su una moto anche per lui nuova e ha iniziato l’apprendistato con le gomme Bridgestone, estremamente performanti ma altrettanto diverse da quelle alle quali era abituato. Ora non ci resta che tornare al lavoro a Noale con i dati acquisiti per preparare gli sviluppi da portare ai prossimi test di Jerez”.

Fausto Gresini: “Questi test hanno rappresentato una prima positiva presa di contatto tra i piloti, la squadra e tutto lo staff Aprilia. Un appuntamento molto importante che ha dato indicazioni incoraggianti e che si è svolto in un’atmosfera di grande entusiasmo: tutti siamo consapevoli del gran lavoro da svolgere, ma abbiamo una grande voglia di fare e di migliorarci. Dopo la giornata di ieri condizionata dalla pioggia, oggi abbiamo potuto incamerare i primi preziosi dati su cui lavorare. Adesso ci aspettano i test di Jerez, che saranno anch’essi molto importanti perché saranno gli ultimi prima dello stop invernale. Era comunque importante muovere qui i primi passi e lo abbiamo senza dubbio fatto nel modo giusto. Sono soddisfatto”.
 

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

2014 Tissot Pole of Pole Awards

2014 Tissot Pole of Pole Awards
in MotoGP

BMW R nineT by Rizoma

BMW R nineT by Rizoma
in Accessori moto

Gruppo Nolan: le novità 2015

Gruppo Nolan: le novità 2015
in Abbigliamento moto

Pirelli: una gamma offroad adatta a tutti

Pirelli: una gamma offroad adatta a tutti
in Offroad