MotoGP Laguna Seca: pole position per Bradl, Marquez cade

di Marco Dabizzi

MotoGP Laguna Seca: pole position per Bradl, Marquez cade

Honda schiererà una prima fila di RC213V al via del GP di Laguna Seca domani, e se questa non è una sorpresa i nomi dei piloti ai primi tre posti della griglia di partenza lo sono di certo, o perlomeno due di questi. La pole position infatti è andata al tedesco Stefan Bradl, che aveva già mostrato sprazzi di talento la scorsa stagione e che aveva brillato in prova nel GP di casa al Sachsenting; il campione del mondo della classe Moto2 di due anni fa ha dimostrato di avere un ottimo passo di gara, ed è stato aiutato nella conquista della sua prima pole position nella classe regina dalla caduta di Marc Marquez nelle ultime battute.

Marc ha mantenuto comunque la seconda posizione in griglia, precedento RC213V  del team gresini guidata da Alvaro Bautista. I piloti classificati dietro già tremano al pensiero di cosa potrà succedere durante il primo giro...

Successo totale dunque per Honda, che in queste prove ha mostrato un'incredibile competitività con tre team diversi e tre moto che pur avendo la stessa base hanno comunque una dotazione tecnica diversa: se la RC213V di Bradl infatti può essere vista come una versione di quella di Marquez indietro di uno step o due in fatto di aggiornamenti, la moto di Bautista utilizza sospensioni Showa ed ha quindi un setup della ciclistica sostanzialmente diverso, ma apparentemente ugualmente competitivo.

Dietro allo squadrone Honda troviamo altrettante moto Yamaha, con la M1 di Valentino Rossi a precedere quelle di Cal Crutcholow e di Jorge Lorenzo; Rossi è stato in grado di segnare ottimi intertempi un po' in tutte le sezioni del circuito, e sembra poter essere più competitivo per la gara di quello che il suo quarto posto in griglia farebbe pensare, escludendo ovviamente Marquez che non ha potuto davvero mostrare il suo limite nelle ultime battute delle qualifiche.

Male, anzi malissimo le Ducati, con Andrea Dovizioso dietro anche l'infortunato Dani Pedrosa e Nicky Hayden - certamente non motivatissimo dopo il mancato rinnovo del contratto - ultimo dei piloti della MotoGP se si esclude la wild card di Alex de Angelis.

MotoGP Laguna Seca, così in griglia:
1 Stefan Bradl – LCR Honda MotoGP – Honda RC213V
2 Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V
3 Alvaro Bautista – GO&FUN Honda Gresini – Honda RC213V
4 Valentino Rossi – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1
5 Cal Crutchlow – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1
6 Jorge Lorenzo – Yamaha Factory Racing – Yamaha YZR M1
7 Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V
8 Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13
9 Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1
10 Nicky Hayden – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP13
11 Aleix Espargaro – Power Electronics Aspar – ART GP13 (CRT)
12 Randy De Puniet – Power Electronics Aspar – ART GP13 (CRT)
13 Hector Barbera – Avintia Blusens – BQR FTR (CRT)
14 Alex De Angelis – Ignite Pramac Racing – Ducati Desmosedici GP13
15 Colin Edwards – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki (CRT)
16 Danilo Petrucci – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW (CRT)
17 Claudio Corti – NGM Mobile Forward Racing – FTR Kawasaki (CRT)
18 Yonny Hernandez – Paul Bird Motorsport – ART GP13 (CRT)
19 Karel Abraham – Cardion AB Motoracing – ART GP13 (CRT)
20 Michael Laverty – Paul Bird Motorsport – PBM 01 (CRT)
21 Hiroshi Aoyama – Avintia Blusens – BQR FTR (CRT)
22 Bryan Staring – GO&FUN Honda Gresini – FTR Honda MGP13 (CRT)
23 Lukas Pesek – CAME Iodaracing Project – Ioda Suter BMW (CRT)

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Nuova famiglia motori KYMCO G5 SC

Nuova famiglia motori KYMCO G5 SC
in La tecnica

Yamaha Gets Down to Business in Laguna Seca

Yamaha Gets Down to Business in Laguna Seca
in MotoGP