Barcellona MotoGP, la guida

di Edoardo Licciardello

Barcellona MotoGP, la guida

Ed ecco Barcellona, pista velocissima che in passato ha saputo regalarci gare meravigliose, tipo quelle indimenticabili di 2007, 2008 e 2009, ma anche noiosissimi trenini. E la pioggia, a differenza di Le Mans, a Barcellona è davvero difficile da trovare. Difficile esprimere favoritismi per Lorenzo, Pedrosa o Stoner, ma sia pure di pochissimo, la bilancia pesa un po’ verso gli spagnoli. Attendiamo con ansia anche i ragazzi del team Tech-3; le due Ducati ufficiali dovranno fare i conti con una pista che dovrebbe accentuare i loro problemi di sottosterzo, a meno che al Mugello non abbiano davvero trovato qualcosa di davvero efficace.

Vi riproponiamo, come al solito, oltre alla gallery dello scorso GP, anche quella dell'edizione dell'anno scorso per ricordarvene i momenti salienti.


COM’E’ ANDATA L’ANNO SCORSO: 
Noiosissima la gara della MotoGP, dominata da Stoner praticamente dal primo giro, con Lorenzo e Spies sul podio mai apparsi però in grado di insidiare Casey e la sua Honda. Ancora una volta, Dovizioso ha sfiorato il podio precedendo Rossi, mentre il compianto Simoncelli, autore della pole position, aveva dovuto lavorare in rimonta dopo aver sbagliato la partenza. In Moto2, trionfo di Bradl che ha… fatto lo Stoner, mentre dietro di lui è finito un Marquez molto bravo ma anche fortunato, avendo approfittato di un discreto patatrac di metà gara. La 125 ha vissuto un arrivo al cardiopalmo, con Zarco che ha approfittato di un errore di Terol per infilarsi all’ultima curva e andare a vincere. Peccato che una penalizzazione incredibile abbia tolto quello che aveva conquistato meritatamente e senza scorrettezze.

LA PISTA
Veloce e con un rettilineo “aeroportuale” (il terzo più lungo del mondiale, dopo Mugello e Losail), su cui le vecchie 990 sfioravano i 340km/h, il Montmelò sarà probabilmente una delle piste in cui le nuove 1000 esprimeranno una netta superiorità rispetto alle 800, temperature e nuove gomme permettendo. A parte le irregolarità dell’asfalto, la prevalenza di curve medie e veloci solitamente non pongono grossissimi dilemmi in materia d'assetto. Fondamentale il feeling con l'avantreno, visti i già citati lunghi curvoni e i cambi di pendenza che caratterizzano l’autodromo catalano. Diverse le staccate molto violente, alla prima curva e alla "Caixa", che chiude il rettilineo di ritorno.

LE STATISTICHE:
Lunghezza pista: 4727m
Lunghezza rettilineo principale: 1047m
Larghezza: 12m
Curve a destra: 8
Curve a sinistra: 5
Senso: orario

        Record Ufficioso               Record Ufficiale
MotoGP: 1’41”186 (Stoner, 2008)        1’42”358 (Pedrosa, 2008)
Moto2:  1’46”753 (Bradl, 2010)         1’47”543 (Iannone, 2010)
Moto3:  Nuova categoria

GLI ORARI IN TV:
Venerdi 1 Giugno 2012
9.15  Moto 3 FP1, Italia 2
10.10 MotoGP FP1, Italia 2
11.10 Moto 2 FP1, Italia 2
13.15 Moto 3 FP2, Italia 2
14.10 MotoGP FP2, Italia 2
15.10 Moto 2 FP2, Italia 2

Sabato 2 Giugno 2012
9.15  Moto 3 FP3, Italia 2
10.10 MotoGP FP3, Italia 2
11.10 Moto 2 FP3, Italia 2
13.00 Moto 3 QP, Italia 1 e Italia 2
13.55 MotoGP QP, Italia 1 e Italia 2
15.10 Moto 2 QP, Italia 1 e Italia 2

Domenica 3 Giugno 2012
8.40  Moto 3 Warm Up, Italia 2
9.10  Moto 2 Warm Up, Italia 2
9.40  MotoGP Warm Up, Italia 2
11.00 Moto 3 Gara, Italia 1 e Italia 2
12.20 Moto 2 Gara, Italia 1 e Italia 2
14.00 MotoGP Gara, Italia 1 e Italia 2

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli pi¨ letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Sbk: la pagella del Miller

Sbk: la pagella del Miller
in Superbike

Sbk: un super Melandri conquista la seconda manche

Sbk: un super Melandri conquista la seconda manche
in Superbike

Sbk il torero Checa vince gara uno

Sbk il torero Checa vince gara uno
in Superbike

Stylmartin: Stivaletto Stone

Stylmartin: Stivaletto Stone
in Abbigliamento moto