GP Estoril, le dichiarazioni dei protagonisti

di Redazione MotoCorse.com

GP Estoril, le dichiarazioni dei protagonisti

Casey Stoner: “Un altro fantastico weekend per noi. Questa mattina eravamo a posto, ma anche un po’ preoccupati perché ieri nelle qualifiche, con il caldo, la moto funzionava peggio, nonostante avessimo un setting simile alle libere del mattino. Nel warm up non abbiamo avuto grossi problemi di chattering, ne abbiamo sofferto invece in gara con l’aumento della temperatura. Non è stato facile conviverci. Nella prima parte di gara attaccavo con determinazione, ma mi si è chiuso due volte il davanti proprio per colpa del chattering.

Così ho rallentato un po’, senza forzare troppo e amministrando il margine su Jorge e Dani. Lorenzo faceva pressione, così ho cercato di mantenere il mio passo senza commettere troppi errori. Cambiavo le mappature per cercare di ridurre il chattering, poi, verso la fine, ho capito come guidare intorno al problema e questo mi ha permesso di essere ancora un po’ più veloce e portare a casa questa grande vittoria”


Jorge Lorenzo: “Sono felice di questo secondo posto, perché mi aspettavo di lottare per il terzo o quarto, non per la vittoria – poi la moto è migliorata molto, dalle prove, e il risultato è diventato possibile. Ho avuto due problemi: in partenza ho tenuto troppo in mano la frizione bruciandola, per cui nei primi due/tre giri non funzionava alla perfezione e ho preso molto distacco da Casey. Dopo la situazione è tornata regolare e ho addirittura fatto il giro veloce, cosa che non mi succede spesso. Ma Casey è stato fortissimo anche sul finale; ora siamo un punto indietro – speriamo di riuscire a migliorare un po’ la moto domani e tornare davanti..”

Dani Pedrosa: “Una gara dura fin dall’inizio – il passo è stato altissimo dal primo all’ultimo giro. Casey ha fatto una bella gara, è stato incredibilmente forte. Alla prima frenata ho preso una brutta sbandata, Casey e Jorge mi hanno passato e ho perso un secondo e mezzo nel primo giro. In gara ho avuto qualche problema a centro curva, non ero veloce alla corda. Ogni giro ho provato a fare un po’ meglio, a cambiare il mio stile di guida, mappature e riferimenti di frenata, ho provato davvero di tutto. Sono riuscito ad uguagliare i loro tempi sul giro, ma non riuscivo a recuperare il distacco. Tre podi sono un ottimo risultato, ma abbiamo perso qualcosa, per cui… ci riproveremo la prossima volta. Fare il mio centesimo podio è stato stupendo – come passa il tempo! Sono felice, e voglio ringraziare tutti i team e gli sponsor che mi hanno supportato durante tutto questo tempo, e soprattutto Honda, perché sono stato con loro per la mia intera carriera.”

Andrea Dovizioso: “Sono molto soddisfatto della mia prestazione nella gara di oggi e in particolare con il ritmo di gara perché ero molto veloce e costante dappertutto. È un buon modo per terminare il weekend perché alcuni piccoli problemi nelle giornate di venerdì e sabato non ci hanno permesso di lavorare come volevamo per migliorare la moto. Sono felice perché l'obiettivo di questo fine settimana era di ridurre il gap dai più veloci e ci siamo riusciti. Il fatto che possa mantenere tale velocità per tutti i 28-giri è un punto molto positivo. Si tratta di un buon quarto posto, ma non c'è dubbio, apartire dalla terza fila in griglia ha ostacolato parecchio la mia gara: forse sarei stato più vicino o forse avremmo potuto correre con Pedrosa, non lo sapremo mai. Ora non vedo l'ora di correre a Le Mans perché è la gara di casa del team Tech 3, ed è anche un tracciato sponsorizzato da Monster Energy, quindi tutti avranno un sacco di motivazioni per fare bene.”

Cal Crutchlow: “Sono abbastanza contento del quinto posto, ma avrei voluto essere più vicino al podio, come a Jerez. Complimenti ad Andrea, perché ha fatto una gran gara dopo avermi passato nei primi giri, e per quanto abbia cercato di metterlo sotto pressione, non ha mai ceduto. Non potevo fare niente altro per passarlo, ma mi consolo per il bel piazzamento, e sono comunque quarto in classifica generale. Ho avuto un paio di problemi che non mi hanno certo aiutato – sapevo che in gara avremmo avuto problemi di grip al posteriore, ed è andata esattamente così. Non sono sicuro del motivo, per cui dovremo analizzare bene i dati per capirlo. Era un problema anche fermarsi, e mi sembrava di fare più fatica dei quattro davanti a me per tenere il passo. Ma è stata una bella gara con Andrea – continuiamo a fare bene come nelle prime due gare, e ora arriva Le Mans, che è un evento importantissimo per Monster e Tech 3 Yamaha: sono determinatissimo a lottare anche lì per il podio.”

Alvaro Bautista: "È stata una gara dura perché in base alle prove pensavo di avere il ritmo per riuscire a lottare per la quarta posizione ed invece all’inizio non avevo molto feeling con la ruota davanti e non riuscivo a far girare molto bene la moto. Poi quando ho preso il ritmo perdevo comunque sempre qualche decimo da Dovizioso e Crutchlow. Adesso analizzeremo i dati perché credo di aver capito le motivazioni tecniche. In questo modo spero di poter migliorare per i prossimi Gran Premi la staccata che al momento è il nostro punto debole. La sesta posizione non è male ma dobbiamo stare più vicino alle due Yamaha Tech3. Domani abbiamo un turno di prove che penso sarà utilissimo".

Valentino Rossi: “Questa volta è andata un po’ meglio, nel senso che venerdì siamo partiti da una base migliore e, nel corso del fine settimana, siamo riusciti a prepararci per oggi. Ho potuto affrontare la gara sapendo cosa aspettarmi dalla moto e di conseguenza sono riuscito a spingere di più, ad avvicinarmi un pochino di più al limite. I primi giri sono stati buoni, ho guadagnato qualche posizione e poi ho mantenuto un passo costante sui tempi che ci aspettavamo di fare. Diciamo che abbiamo sfruttato il potenziale raggiungibile in questo momento e da qui dovremo lavorare per fare tecnicamente un passo in avanti. Dobbiamo migliorare in uscita di curva, in accelerazione, perché al momento non possiamo essere efficaci come gli altri dato che non riusciamo a mettere in terra tutta la potenza. Domani abbiamo una giornata di test, cominceremo a lavorarci. In ogni caso, intanto, oggi sono anche riuscito a divertirmi.”

Nicky Hayden: “Ho avuto un problema elettronico fin dal primo giro e la moto “non sapeva” dove si trovava lungo la pista. Ho cercato di guidare intorno al problema, cercando di non fare errori. E’ un vero peccato impegnarsi duramente per tutto il fine settimana e non poter sfruttare in gara quanto ottenuto. Il team aveva fatto un fantastico lavoro dopo le qualifiche e stamattina, nel warm-up, il mio feeling con la moto era migliorato tanto che con le gomme da gara ho quasi eguagliato il mio tempo in qualifica e, in generale, sono riuscito ad essere molto consistente. Non pensavo che avrei potuto lottare per la vittoria ma credo che avrei potuto fare una buona gara. In ogni caso adesso ci concentreremo sui test di domani e poi penseremo alla prossima gara”

Ben Spies: “Sentimenti contrastanti, nella gara di oggi. Di fatto è la prima volta in tre anni che qui all’Estoril taglio il traguardo. Come ho detto al team, ho fatto quattro o cinque erroracci durante la gara, che mi sono costati tempo e posizioni. E’ stata una gara dura, ma continuo a crescere in confidenza – non mi piace l’Estoril, per cui sono felice di aver finito e basta. Ora si va a Le Mans che è un grande evento, con un pubblico eccezionale, ma un’altra pista che non amo granché. Sono felice della moto e delle sue prestazioni – continueremo a lavorare per ritrovare in pieno la fiducia nella moto e migliorare i risultati.”

Hector Barbera: “E' stata una gara strana, che mi è piaciuta poco. In prova la moto funzionava davvero bene, ma in gara, dopo pochi giri, è diventata troppo aggressiva nell'erogazione. Come non bastasse, ho avuto anche dei dolori alla spalla che mi hanno fatto soffrire. Adesso pensiamo ai test e alla prossima gara, dobbiamo migliorare a Le Mans”

Stefan Bradl: “Beh… è stato un weekend molto duro per noi, in generale. Abbiamo faticato molto con il grip al posteriore fin da venerdì mattina, ma sabato abbiamo trovato un buon assetto. Purtroppo, per tutta la gara abbiamo avuto alcuni problemi in ingresso curva. La partenza è stata OK, e ho potuto fare qualche bel sorpasso all’inizio, ma ero al limite, e verso metà gara ho iniziato a perdere molto sull’ingresso, che è stato il nostro problema principale per tutto il weekend. Soprattutto nelle curve veloci dovevo aspettare ad aprire il gas, cosa che ci ha penalizzato molto. Non avevamo mai avuto un problema del genere, e Spies aveva un passo di gara migliore di noi. Comunque, alla fine posso dire che sia stato un altro buon weekend.”

comments powered by Disqus

Altri commenti

motognucco

Bravo edo, professionale competente ed obiettivo

Inserito: 07 maggio 2012
leoallafila

Lungi da me attaccare Edo, che stimo, ma se non ha scritto una parola di suo in questo articolo, come ha fatto ad essere professionle competente ed obbiettivo??? :D

Inserito: 07 maggio 2012
motognucco

E' un complimento generico alla persona ed al modo di scrivere in maniera onesta e non partigiana come fanno altri.

Inserito: 07 maggio 2012
cerchioflashh

sempre molto lucido gnocco... qui infatti è stato lucidissimo finalmente :) non ci ha messo nulla di suo, se noi sai le panzane....

Inserito: 09 maggio 2012
motognucco

Abbiamo capito che vuoi screditare edo per fare gli interessi del tuo blog, ma ora hai bell e rotto i coglioni. Vedi di toglierti di torno adesso.

Edo ma un po' di disinfestazione dalle piattole proprio no ????

Inserito: 10 maggio 2012
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Estoril: piove, test annullati

Estoril: piove, test annullati
in Motomondiale

Test estori: i nuovi pezzi collaudati da Ducati oggi!!

Test estori: i nuovi pezzi collaudati da Ducati oggi!!
in Per sorridere un po'

Riccardo Russo vince e torna leader dell'Europeo 600

Riccardo Russo vince e torna leader dell'Europeo 600
in Commenti sul motociclismo meridionale e non solo

SBK Monza, Pirelli: parla Barbier

SBK Monza, Pirelli: parla Barbier
in Superbike