Test Jerez MotoGP, day 3: Stoner, ovvio

di Edoardo Licciardello

Test Jerez MotoGP, day 3: Stoner, ovvio

E' davvero difficile, studiando le classifiche di questi ultimi test ufficiali, non immaginarsi un gran bel mondiale. Un mondiale con Stoner velocissimo - ci fosse stato bisogno di conferme - e Lorenzo quasi al suo pari nel giro secco, ma probabilmente più costante sul passo. Un mondiale con Pedrosa assetato di riscossa, che deve vincere o prepararsi a cedere la sella, e un mondiale con uno Spies al quale manca pochissimo per tenere il passo dei primi - e che dovrà dimostrare di valere più di Crutchlow e Dovizioso, anche oggi propostisi come terze forze del campionato.

E un mondiale con una Ducati con Rossi per cui si riapre uno spiraglio di speranza.


Dopo la giornata di ieri, resa pressoché inutile dalla pioggia caduta per gran parte della mattinata, oggi tutti i team hanno lavorato per recuperare il tempo perso, facendo si che pochi - fra cui un ottimo Lorenzo - tentassero la simulazione gara. L'impressione generale è che il paventato problema di consumi con le 1000 non si verifichi - o perlomeno non qui a Jerez, dove il gas evidentemente sta spalancato per tempi non lunghissimi, rispetto ad altri circuiti - e dunque i piloti si sono concentrati sulla prestazione pura. Alla fine, manco a dirlo, è arrivato l'acuto di Stoner, con un tempo esattamente a metà fra la pole e la miglior prestazione delle FP3 del 2011 (la gara fu quella lotteria bagnato/asciutto che triturò letteralmente le Bridgestone e falcidiò l'ordine d'arrivo) che stacca di poco meno di due decimi Jorge Lorenzo. Ma attenzione: il giro più veloce del campione del mondo 2010 è arrivato al diciottesimo degli ottantaquattro giri compiuti, con in mezzo una simulazione di gara. A volersi esporre, si potrebbe tranquillamente dire che il vero potenziale velocistico di Jorge non l'abbiamo visto…

Bel passo di Pedrosa, un po' più lento quello di Spies. Ma le Yamaha appaiono nettamente le moto più in forma del momento - sono tutte e quattro nei primi sette, contando anche un Dovizioso ancora non in perfetta forma fisica. Delle Honda già sappiamo, delle Ducati speriamo si sia trovato il bandolo della matassa. Delle CRT possiamo dire che, come largamente previsto, vadano divise fra ART e resto del mondo - con le prime già veloci e le seconde in altissimo mare. A questo punto, appuntamento a Pasqua. Finalmente con la prima gara.

I tempi:
1  Casey STONER     Honda     1'38"780        61
2  Jorge LORENZO    Yamaha    1'38"953 +0"173 84
3  Dani PEDROSA     Honda     1'39"157 +0"377 73
4  Ben SPIES        Yamaha    1'39"495 +0"715 61
5  Cal CRUTCHLOW    Yamaha    1'39"585 +0"805 83
6  Valentino ROSSI  Ducati    1'39"733 +0"953 90
7  Andrea DOVIZIOSO Yamaha    1'39"860 +1"080 72
8  Nicky HAYDEN     Ducati    1'39"919 +1"139 91
9  Alvaro BAUTISTA  Honda     1'40"017 +1"237 86
10 Stefan BRADL     Honda     1'40"098 +1"318 85
11 Hector BARBERA   Ducati    1'40"287 +1"507 91
12 Karel ABRAHAM    Ducati    1'40"579 +1"799 88
13 Randy DE PUNIET  ART       1'40"601 +1"821 71
14 Aleix ESPARGARO  ART       1'41"645 +2"865 69
15 Danilo PETRUCCI  ART IODA  1'41"926 +3"146 87
16 Franco BATTAINI  Ducati    1'42"057 +3"277 85
17 Colin EDWARDS    Suter     1'42"073 +3"293 58
18 Mattia PASINI    ART       1'42"184 +3"404 59
19 Michele PIRRO    Honda CRT 1'42"212 +3"432 52
20 James ELLISON    ART       1'42"437 +3"657 83
21 Ivan SILVA       BQR       1'42"446 +3"666 84
22 Yonny HERNANDEZ  BQR       1'42"906 +4"126 59

comments powered by Disqus

Altri commenti

twobros

Forse sarà soltantouna lotta a due tra Stoner e Lorenzo, ma qualcosa...qualcosa direi di si, si comincia a vedere da Rossi e dalla Ducati...sicuramente è troppo presto per parlare ma forse...sarebbe un bel terzo incomodo tra Stoner e Lorenzo...Però ancora c'è da togliere un secondo, tanta roba. Ma Lorenzo è più in palla di quello che dicono i tempi e sicuramente non si sono rivelati per tutto quello che possono fare sul giro secco, ma sul passo...

Inserito: 25 marzo 2012
anti

orpo,la ducati si è data nà smossa,anzi Vale.... speriamo bene dai!

Inserito: 25 marzo 2012
CASEYCIVINCEVA

a me dovete dirmi solo se state scherzando o no....perche' se e' una battuta e' molto simpatica se invece diete veramente soddisfatti del miglioramento di rossi beh.....c'e' da lavorare......dopo tre giorni di test fa' un giro alla morte ed e' a 1 secondo netto.......lorenzo non ha neanche tentato il giro veloce, stoner avra' provato solo 1 volta a farlo........qui siamo sempre tranquillamente sopra il secondo e mezzo di distacco e circa 8 decimi sul passo gara......un c'e' seghe.....la ducati dovrebbe concentrarsi sulla sbk e rossi potrebbe aprire un chisco di giornali e tabacchi a tavullia tanto ormai qualche soldino l'ha.

Inserito: 25 marzo 2012
ALE82

CASEYCIVINCEVA in effetti esprime con un pò di faziosità un concetto forse veritiero.

1 secondo sul best e da vedere in che condizioni, ma di passo? Cioè se in qualifica arrivi tra i primi 6 e di passo rischi di beccarle da qualche CRT/ART in palla, non è bello.

spero che possa migliorare

Inserito: 25 marzo 2012
nitrohaga41

beh inserire Rossi in mezzo a quei due cannibali di stoner e lorenzo mi sembra pura utopia.
un giro alla morte non vuol dir nulla.
secondo me in gara se nessuno dei primi fa cazzate o cade siamo sempre alla solita 5/6 posizione.

ps. pazzesca la foto di stoner...veramente incredibile come guida sto ragazzo!!!!

Inserito: 26 marzo 2012
MrCrow

Pensare che Rossi possa infastidire Stoner o Lorenzo è un pò sognare a occhi aperti, per ora.
Però penso che i giri alla morte alla fine li abbiano fatti tutti quindi a meno di avere i tempi sul passo bisogna basarci su quelli sul giro secco.
E se la matematica non è un opinione con 3 decimi in meno Rossi sarebbe 4o. Non male per una moto nuova con così pochi test alle spalle...

Inserito: 26 marzo 2012
twobros

Concordo con MrCrow. I giri tirati li hanno fatti tutti e lo testimonia la vicinanza dei tempi tra i più veloci. Non c'è bisogno di sostenere che tutti andavano a passeggio in seconda, smessaggiandosi tra di loro con gli ipad 3 aperti sul serbatoio e fumandosi un paio di sigarette mentre Rossi e Hayden gettavano le proprie vite nel baratro ad ogni curva, per rimarcare che un secondo di distacco è sempre tanto. E' tanto lo stesso ed anche un tifoso da bar idiota può dormire sonni tranquilli (se tranquilli possono essere i sogni di un soggetto così, quando non prende il prozac). Però non è tanto se calcoliamo che è una moto del tutto nuova per la Ducati, che non ha mai lavorato con ciclistiche di questo tipo. Sono sicuro che Rossi non si fida di questo telaio (sarebbe sciocco da parte sua) ed è evidente che non ci mette dentro tutto quello che ha perchè comunque non ci siamo ancora. Non esistono motociclisti sani di mente che tirano lo stesso pur non ricevendo sensazioni positive dalla moto. Chiunque vada in moto, sa bene che se non ti senti l'avantreno tra le mani non è il caso di tirare (beninteso, può essere anche colpa della scarsa sensibilità del pilota, ma non è il caso di Rossi) e comunque se lo fai su una mille da gp, potresti non raccontarlo a nessuno. Rossi non ha questa fame. Oggi come oggi, spinge se si sente sicuro, altrimenti no. Sia lui che Hayden sono piloti troppo esperti per farlo. Forse anche troppo esperti, ovvero già bolliti? Non lo so. Ma il tempo ci dirà. Per adesso, la coda dell'ultimo dei più veloci è meno lontana di prima. Ma Rossi è stato onesto quando ha detto che il podio è affare che al momento non lo riguarda. Possiamo essere delusi o meno, ma la Ducati si fida di Rossi ed è la sua scelta tecnico-sportiva. Gli errori in questo mondo si pagano. La Honda ha mandato via Rossi nel momento sbagliato ed ha dovuto aspettare che Ducati mandasse via Stoner per avere un nuovo titolo mondiale. Magari sarà il turno della Ducati di pagare lo scotto di una scelta sbagliata. In ogni caso, tutti verranno messi di fronte ai propri errori, perchè ci sono troppi soldi in giro.

Inserito: 26 marzo 2012
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Momodesign: casco jet Mangusta

Momodesign: casco jet Mangusta
in Abbigliamento moto

Jerez :Terzo ed ultimo giorno di test

Jerez :Terzo ed ultimo giorno di test
in In blog Veritas

Test Jerez MotoGP, day 2: Hayden a sorpresa

Test Jerez MotoGP, day 2: Hayden a sorpresa
in Motomondiale

CIV: Le griglie del Mugello

CIV: Le griglie del Mugello
in Campionati e trofei nazionali