GP Aragon, la guida

di Edoardo Licciardello

GP Aragon, la guida

Con Aragon si disputa l’ultima gara prima del “giro sull’ottovolante” mondiale che porterà i piloti in Giappone, Australia, Malesia e poi di nuovo in Europa, anzi, di nuovo in Spagna, per il gran finale di Valencia. Il pronostico vede una gara con tre possibili vincitori: Stoner, Lorenzo e Pedrosa, ma gli outsider di lusso, come Simoncelli, Dovizioso e Spies, sono pronti a cogliere qualunque occasione. In occasione della gara di Aragon potremmo veder debuttare sulla Ducati alcune delle soluzioni ciclistiche provate la scorsa settimana al Mugello, tenute finora sotto una cortina di assoluto riservo dalla casa di Borgo Panigale… Come al solito, vi riproponiamo tanto la gallery dell’ultimo GP, quanto quella dell’edizione dell’anno scorso, per aiutarvi a fare il punto della situazione!

Com’è andata l’anno scorso: Stoner e Ducati hanno conquistato la loro prima vittoria, grazie anche ad una brutta partenza di Pedrosa e ai problemi di motore di Lorenzo, solo quarto in ottica mondiale.

La festa Ducati è stata completata dal podio di Hayden. In Moto2, netta affermazione di Iannone ed esaltante rimonta di Elias, partito dalle retrovie e per nulla influenzato da calcoli “mondiali”. Ottavo di litro con vittoria di Pol Espargaro, complice lo sciagurato taglio di traiettoria di Krummenacher (poi squalificato) che ha tirato per terra Marquez. Secondo Terol, sul podio anche Smith.


La pista: Entrata a far parte del circus mondiale lo scorso anno, in sostituzione della ormai dimenticata e defunta prova ungherese sul Balatonring, quella di MotorLand Aragón è una struttura ultramoderna realizzata in tempi record dalle autorità locali (il circuito è di proprietà della comunità aragonese) per sostituire il tracciato stradale di Alcañiz, su cui si è corso fra il 1963 e il 2003, ora abbandonato per ovvi motivi di sicurezza. Realizzato da Hermann Tilke, il tracciato è stato molto apprezzato da tutti i piloti, e ha vinto il premio IRTA per il Miglior Gran Premio dell’Anno 2010, riconoscimento tributato per la prima volta ad un circuito al debutto mondiale.

Le gomme: Il circuito è piuttosto tecnico e veloce, con un paio di lunghi rettilinei e presenta una superficie relativamente lineare e scivolosa, tanto da convincere Bridgestone a portare le opzioni di pneumatico slick con mescola soft e media per il posteriore, mentre per l’anteriore ha optato per le tipologie di mescola media ed extra dura, le stesse precedentemente utilizzate nel Gran Premio del Qatar. Questa scelta è dipesa dall’ubicazione del circuito, il cui asfalto è reso particolarmente abrasivo dalla sabbia che si deposita nel corso della notte, proprio come avviene sul circuito di Losail. La mescola media garantisce un buon livello di grip e performance, mentre la tipologia di mescola più dura offre una maggiore durata e resistenza al graining. Il tracciato presenta anche alcuni punti di frenata in discesa che richiedono una buona stabilità all’avantreno, e alcuni piloti potrebbero utilizzare la tipologia di pneumatico con mescola extra dura per il vantaggio che offre in questi settori.

Le statistiche:
Lunghezza pista: 5.078m
Lunghezza rettilineo principale: 968m
Larghezza: 15m
Curve a destra: 7
Curve a sinistra: 10
Senso: antiorario
Distanza gara MotoGP: 23 giri (116,794km)
Velocità max: 329,5km/h (Pedrosa, 2010)

          Record Ufficioso               Record Ufficiale
MotoGP: 1’48”942 (Stoner, 2010)        1’49”521 (Pedrosa, 2010)
Moto2:  1’55”003 (Iannone, 2010)       1’59”003 (Iannone, 2010)
125:    1’59”335 (Marquez, 2010)       1’59”509 (Espargaro, 2010)

Gli orari in TV:
Venerdi 16 Settembre

Mediaset Premium
FP1 125 – 9.15
FP1 MotoGP – 10.10
FP1 Moto2 – 11.10
FP2 125 – 13.15
FP2 MotoGP – 14.10
FP2 Moto2 – 15.10

Italia 1
QP MotoGP (sintesi) – 02.00

Sabato 17 Settembre
Mediaset Premium
FP3 125 – 09.15
FP3 Moto2 – 10.10
FP3 MotoGP – 11.10
QP 125 – 13.00
QP MotoGP – 13.55
QP Moto2 – 15.10

Italia 1
QP MotoGP – 13.55
QP 125 (sintesi) – 15.00
QP Moto2 – 15.10

Domenica 18 Settembre
Mediaset Premium
Warm-up 125 – 08.40
Warm-up Moto2 – 09.10
Warm-up MotoGP – 09.40
Gara 125 – 11.00
Gara Moto2 – 12.15
Gara MotoGP – 14.00

Italia 1 Gara 125 – 11.00
Gara Moto2 – 12.15
Gara MotoGP – 14.00

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Più di 100.000 alla Bike Week 2011!

Più di 100.000 alla Bike Week 2011!
in Turismo - Motoraduni

Axo Threelogy: il paraschiena ripiegabile

Axo Threelogy: il paraschiena ripiegabile
in Abbigliamento moto

Termignoni: nuovo scarico per Ossa TR280i

Termignoni: nuovo scarico per Ossa TR280i
in Accessori moto

Husqvarna: concept E-go all'IAA di Francoforte

Husqvarna: concept E-go all'IAA di Francoforte
in Moto e mercato