Misano, MotoGP: Lorenzo, che gara!

di Edoardo Licciardello

Misano, MotoGP: Lorenzo, che gara!

E' davvero difficile fare pronostici, nella MotoGP di oggi. Basta una virgola fuori posto e anche un essere apparentemente perfetto ed onnipotente come Stoner si ritrova ai margini del podio. Basta lavorare nella maniera giusta, e a fronte di qualifiche in cui sembra proprio di non poter andare oltre il secondo posto, in gara salta fuori un Jorge Lorenzo capace di un passo di gara semplicemente micidiale.

E' andata proprio così: da un lato Lorenzo ha corso una di quelle gare come solo lui sa fare.

Concreto, velocissimo e praticamente esente da qualunque forma di errore, il campione del mondo si è tolto qualche sassolino dalla scarpa. E' bastato, se ci passate il termine, non arrendersi davanti ad un avversario che ha dominato tre sessioni su quattro, ed ecco il risultato: una vittoria che vale oro, soprattutto perché, grazie all'aiuto ricevuto da Pedrosa, i punti recuperati in classifica generale sono nove. Trentacinque punti restano tanti, ma non tutte le gare che restano in calendario sono favorevoli alla Honda. E a tal proposito, prima di parlare di Misano pista Yamaha, guardate un attimo la classifica...


Siamo sicuri che Pedrosa è stato più che felice di dare una mano al connazionale. I due spagnoli storicamente si amano quanto cane e gatto, ma Stoner, da quest'anno, a Pedrosa piace ancora meno. Sarebbe forse andata diversamente senza lo sciagurato contatto con Simoncelli, se Dani avesse potuto correre e vincere quanto sembrava possibile prima di Le Mans. E invece, la motivazione negli scontri diretti contro il compagno di marca è salita alle stelle. Tanto meglio, detta da spettatori: la MotoGP ha disperato bisogno di duelli e battaglie. E le più probabili da vedere sono quelle fra piloti con la stessa moto.

Stoner, da parte sua, ha molto serenamente ammesso le sue difficoltà odierne con una fatica sofferta più dei rivali, forse anche per colpa della maledetta cappa di caldo umido che ha avvolto il circuito di Misano. Nessun problema: la forza di Stoner sta anche nella mostruosa concretezza nei risultati - consistency, dicevano Lawson e Rainey dieci anni fa - che sembrava invece la sua debolezza quando guidava la Ducati. Adesso, gli errori in gara si contano sulle dita di una mano monca; quest'anno, l'unico zero incassato è arrivato quando Rossi l'ha tirato per terra a Jerez. Il mondiale, almeno ad oggi, non si è riaperto.

Prima di parlare di Rossi, vale la pena di ricordare il bellissimo duello cui hanno dato vita Simoncelli e Dovizioso, con Spies a fare da incognita nel mezzo. Passati nell'ordine sotto il traguardo, i due romagnoli e il texano rappresentano una "seconda divisione" quale la massima categoria forse non ha mai avuto. E se lo stesso Stoner ha incassato undici secondi da Lorenzo, i diciassette presi da Simoncelli, Dovizioso e Spies, mettendoci anche il tempo perso nella bagarre finale, assumono un altro valore.

La gara di Rossi è stata una piacevole sorpresa, perché con le premesse della vigilia - ci mettiamo anche il warm up - non era certo ipotizzabile un settimo posto. Piazzamento che non può soddisfare né Ducati né Rossi, arrivato in buona misura grazie ad una partenza spettacolare e tre curve "come ai vecchi tempi", complice le gocce di pioggia cadute nei primi minuti di gara. Ma allo stesso tempo è un piazzamento che, al netto delle antipatie personali, dovrebbe dissipare diversi dubbi in merito all'impegno di Rossi in sella.

Gran bella gara quella di Bautista, che continua a confermarsi protagonista di un periodo molto positivo, ben più positivo di quello della sua Suzuki, che a parte la livrea non presenta novità da diverse gare e neanche ne presenterà nemmeno l'anno prossimo, quando tutte le altre cambieranno addirittura la cilindrata. Il resto della classifica contiene le delusioni, di questa gara e/o di quest'anno. Limitiamo a questa gara la valutazione negativa su Barbera, Abraham, Edwards e parzialmente De Puniet, mentre per gli altri, purtroppo, siamo nella norma di questa stagione.

La maledizione di Misano colpisce ancora una volta Nicky Hayden: l'americano, ancora una volta, non finisce la corsa. Sfortunata anche l'ultima gara italiana di Capirossi, fermo ai box dopo pochi giri lamentando pattinamenti al retrotreno, rientrato e poi ritiratosi definitivamente nel giro di qualche minuto.

Così al traguardo:
1   1 Jorge LORENZO    SPA Yamaha  44'11.877
2  26 Dani PEDROSA     SPA Honda      +7.299
3  27 Casey STONER     AUS Honda     +11.967
4  58 Marco SIMONCELLI ITA Honda     +17.353
5   4 Andrea DOVIZIOSO ITA Honda     +17.390
6  11 Ben SPIES        USA Yamaha    +18.092
7  46 Valentino ROSSI  ITA Ducati    +23.703
8  19 Alvaro BAUTISTA  SPA Suzuki    +30.678
9   8 Hector BARBERA   SPA Ducati    +37.502
10 35 Cal CRUTCHLOW    GBR Yamaha    +37.720
11  7 Hiroshi AOYAMA   JPN Honda     +39.548
12 17 Karel ABRAHAM    CZE Ducati    +40.506
13  5 Colin EDWARDS    USA Yamaha    +53.349
14 14 Randy DE PUNIET  FRA Ducati  +1'02.366
15 24 Toni ELIAS       SPA Honda   +1'20.156
Non classificati:         
   65 Loris CAPIROSSI  ITA Ducati
   69 Nicky HAYDEN     USA Ducati

comments powered by Disqus

Altri commenti

nitrohaga41

ma come ha guidato Lorenzo??? Mah...
io darei mezzo dito per poter fare un giro di Misano come ha fatto lo spagnolo. veramente maestoso!
Bravo comunque Stoner che, quando...non Ŕ al 100%...arriva comunque terzo. una battuta d'arresto pu˛ capitare (sempre che un terzo posto pu˛ essere considerata una battuta d'arresto).ma sono certo che si riprenderÓ giÓ al prossimo GP.
Sulla gara di Rossi (7░ a 23,7 secondi ovvero quasi un secondo al giro) sono sicuro che tutti grideranno al miracolo...mia nonna ha anche detto "evviva Rossi Ŕ risorto"....
Muhahahahahahahahahahahahahahhahahahahaaha

Inserito: 04 settembre 2011
maurixa

Inserito: 04 settembre 2011
maurixa

Ma come, ieri prendeva 1,5 secondi al giro, questa mattina anche, oggi finisce a 25 secondi e non Ŕ un mezzo miracolo?
Davanti non andavano a spasso, prova ne sia il fatto che quando Stoner Ŕ calato ha fatto i tempi di Rossi e si Ŕ preso 11 secondi in pochi giri.

Bella la gara offertaci da Simoncelli,Dovizioso e Spies (anche se arrivare poco davanti a Rossi con quelle moto lý...): credevo che alla staccata della Quercia credevo finissero tutti e tre a gambe all'aria.
Complimenti a Pedrosa per l'infilata arrembante, da lui non me la sarei aspettata proprio (e poi parla di manovre pericolose da parte del Sic).
Da Spies mi aspettavo rimontasse facilmente scavalcando i due italiani, visto come aveva mangiato lo spazio su Rossi.
Lorenzo...nulla da dire. Ma che noia i tre lý davanti.

Mi spiace per Capirossi, credo che meritasse di poter finire la gara davanti al suo pubblico.

Inserito: 04 settembre 2011
CASEYCIVINCEVA

ci risiamo, rossi arriva 7░ a 23 secondi e si grida al miracolo......ma quando dite queste cose perche' non vi fermare un attimo a pensare? misano e' una pista storica come brno che dista solo 13 chilometri da tavullia, la prossima gara sara' indietro come al solito era ipotizzabile vedere qualche decimo di miglioramento........ma queste cose dovreste saperle.....avete visto? scherzava perche' rossi sa' solo scherzare pero' anche lui si e' in un certo modo risentito del sorpasso di simoncelli......oggi non avete niente da dire? oggi non lo difendete piu' simoncelli? oggi e' vero che simoncelli e' un po' troppo aggressivo? e non vi permetterete neanche di dire: certo rossi se la poteva tenere questa battuta altrimenti gli spagnoli ora diranno: anche rossi l'ha detto!..........no non lo farete, non l'avete mai fatto non li avete mai criticati, solo biaggi era un pezzo di m....a...........avanti cosi'..........

Inserito: 05 settembre 2011
corsera

......era ???

Inserito: 05 settembre 2011
asavantr

Simoncelli Ŕ aggressivo il giusto.
Guardate su Youtube qualche sorpasso di Kevin Schwantz, Wayne rainey o Doohan ( o qualche pilota che non Ŕ una fighetta come quelli da dieci anni a sta parte)e ditemi se fa qualche cosa di diverso da loro.
Andrea da Torino

Inserito: 05 settembre 2011
maurixa

@Casey....ecc
il 1/2 miracolo di cui parlavo Ŕ il fatto che lui e la squadra siano riusciti in ci˛ che li ha resi famosi: togliere mezzo secondo dai tempi di prove e warm-up.
Fino ad oggi i miracoli li ha fatti solo uno che non andava in moto ;)

Inserito: 05 settembre 2011
TonyC

Il sorpasso del Sic Ŕ regolare e, per quanto riguarda le dichiarazioni di Rossi del dopo-gara, spero che non occupino tutto il tempo, visto che ci sarebbero da commentare anche le gare della SBK, e non l'ha fatto ancora nessuno
Non vorrei che avesse a che fare con le strane considerazioni fatte qualche settimana fa su presunti favoritismi pro-Ducati...............sempre a proposito di "coerenza"..................

Inserito: 05 settembre 2011
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Misano, Moto2: Marquez batte Bradl

Misano, Moto2: Marquez batte Bradl
in Motomondiale

Honda e Rea insieme anche nel 2012

Honda e Rea insieme anche nel 2012
in Superbike

STK1000 Nurburgring, Gara: poker di Giugliano

STK1000 Nurburgring, Gara: poker di Giugliano
in Superbike

SBK Nurburgring, Gara1: undicesima vittoria per Checa

SBK Nurburgring, Gara1: undicesima vittoria per Checa
in Superbike