GP Assen, la guida

di Redazione MotoCorse

GP Assen, la guida

Eccoci ad Assen. Pista da cui Ducati spera di ripartire, Yamaha di tornare in testa, Honda di consolidare il proprio vantaggio. E’ molto probabile che, comunque vada, il Gran Premio d’Olanda rappresenti un punto cruciale della stagione 2011, confermando o invertendo tendenze e dando l’avvio alla fase centrale del campionato. Vi riproponiamo, come al solito, oltre alla gallery dello scorso GP, anche quella dell'edizione dell'anno scorso per ricordarvene i momenti salienti.

Com’è andata l’anno scorso
Terza cavalcata solitaria consecutiva di Lorenzo, che ha giocato come il gatto con il topo con Pedrosa e Stoner, al primo podio stagionale.

Ottimo quarto posto di Spies davanti a Dovizioso. In Moto2 è stato il nostro Iannone a trionfare, dopo l’errore di Silverstone, mentre Elias, con il secondo posto, ha continuato ad accumulare vantaggio in classifica generale. La 125 è stata dominata da Marquez, con il solo Terol a contenere – inutilmente – il distacco.


La pista
Assen è l’unica pista ad aver sempre ospitato un GP da quando si disputa il campionato del mondo, nel 1949, ed è unica anche perché, tradizionalmente, vi si corre il sabato. L’Olanda è un paese profondamente cattolico, e all’epoca delle prime gare, correre la domenica sarebbe stata una mancanza di rispetto. Il tracciato permanente è nato nel 1955 (prima si correva nelle strade attorno alla città di Groningen), ed è stato il primo progettato specificamente per le moto. Pur profondamente modificata - diciamo pure massacrata nel 2006, quando la lunghezza è passata da oltre 6km agli attuali 4.542 - negli ultimi anni, resta un circuito estremamente tecnico e tortuoso (è soprannominato, a seconda delle interpretazioni “La cattedrale” o “L’università del motociclismo”) che non concede errori, e gradito a quasi tutti i piloti.

Le statistiche:
Lunghezza pista: 4.542m
Lunghezza rettilineo principale: 487m
Larghezza: 14m
Curve a destra: 12
Curve a sinistra: 6
Senso: orario
Distanza gara MotoGP: 26 giri (118,092km)

        Record Ufficioso               Record Ufficiale
MotoGP: 1’34”515 (Lorenzo, 2010)       1’34”525 (Pedrosa, 2010)
Moto2:  1’38”917 (Iannone, 2010)       1’38”917 (Iannone, 2010)
125:    1’42”191 (Marquez, 2010)       1’42”428 (Terol, 2010)


Gli orari in TV:
Giovedi 23 Giugno
Mediaset Premium
FP1 125 – 9.15
FP1 MotoGP – 10.10
FP1 Moto2 – 11.10
FP2 125 – 13.15
FP2 MotoGP – 14.10
FP2 Moto2 – 15.10

Italia 1 
QP MotoGP (sintesi) – 00.45

Venerdì 24 Giugno
Mediaset Premium
FP3 125 – 9.15
FP3 Moto2 – 10.10
FP3 MotoGP – 11.10
QP 125 – 13.00
QP MotoGP – 13.55
QP Moto2 – 15.10

Italia 1 
QP MotoGP – 13.55
QP 125 – 15.00 (sintesi)
QP Moto2 – 15.10

Sabato 25 Giugno
Mediaset Premium
Warm-up 125 – 8.40
Warm-up Moto2 – 9.10
Warm-up MotoGP – 9.40
Gara 125 – 12.00
Gara Moto2 – 13.15
Gara MotoGP – 15.00

Italia 1
Gara 125 – 12.00
Gara Moto2 – 13.15
Gara MotoGP – 15.00

comments powered by Disqus

Altri commenti

Anonymous

L’Olanda è un paese profondamente cattolico......
si il paese dei coffee shop e dei bordelli!!!!
cmq speriamo in una rinascita ducati!!!!

Inserito: 21 giugno 2011
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Aragorn: Il Signore dei Cancelli

Aragorn: Il Signore dei Cancelli
in Il blog di desmoskull

MotoGP Assen, Brembo Preview

MotoGP Assen, Brembo Preview
in Motomondiale

Pedrosa: l'obiettivo è il Mugello

Pedrosa: l'obiettivo è il Mugello
in Motomondiale

Si rinnova il Tracciato Cavallaro di Scafati

Si rinnova il Tracciato Cavallaro di Scafati
in Commenti sul motociclismo meridionale e non solo