Test Jerez: Redding sotto il record di Tomizawa

Test Jerez: Redding sotto il record di Tomizawa

Il team Marc VDS, impegnato nei test di Jerez assieme alle squadre Gresini e Aspar, chiude la due giorni con grande soddisfazione: Scott Redding ha distrutto il record assoluto del tracciato di Jerez, staccato dal compianto Shoya Tomizawa durante le qualifiche dello scorso anno. E' uno strano legame, quello che sembra legare il pilota inglese e il povero Tomizawa: Redding, da sempre considerato non certo un fermo, ha fatto un salto di qualità dal tragico incidente di Misano Adriatico. E il fatto che il record infranto fosse proprio di Shoya Tomizawa, in un certo senso, conferma questo suo strano destino.

Redding si è giocato la vetta della classifica con l'amico e rivale Julian Simon; da notare come sia riuscito ad uguagliare il suo miglior tempo anche durante una simulazione di gara.

Più indietro Kallio, che però deve ancora metabolizzare perfettamente il salto... in basso dalla Desmosedici alla Moto2 Suter. Da notare che, comunque, il suo tempo sul giro non è stato affatto male, e che, sulla simulazione di gara, il suo tempo medio sul giro è stato uguale a quello di Redding.


"In generale è stato un altro test positivo, ce ne andiamo contenti dei progressi fatti sulla moto," ha commentato Redding. "Ieri abbiamo girato tanto, e i tempi non erano male. Oggi abbiamo fatto una bella simulazione gara, in mattinata, prima di concentrarci sulla sospensione posteriore - abbiamo provato un paio di soluzioni per migliorare la trazione quando la gomma inizia a consumarsi, situazione in cui l'anno scorso spesso soffrivamo. Non vedo l'ora di tornare a Jerez per gli ultimi test, la settimana prossima."

"Certo, l'obiettivo di questi test era di andare più forte" spiega Kallio, "Ma volevamo anche migliorare la regolarità sul passo. Abbiamo avuto due giornate positive, con un clima perfetto, il che ci ha permesso di fare tanti giri. Siamo riusciti a migliorare l'assetto, confermato la direzione da prendere con la sospensione posteriore e migliorato uscita dopo uscita. Resta ancora un po' di lavoro da fare, ma credo che siamo pronti a raggiungere i primi della classe."

Chiude Bartholemy, vulcanico team manager della formazione francofona: "Sono state due ottime giornata per Mika e Scott. Le condizioni ottimali della pista hanno consentito a Kallio di completare l'adattamento alla nostra Moto2, e i risultati, in pista, si sono visti. I suoi tempi erano regolarissimi anche sulla distanza di gara, e ha girato a meno di tre decimi da Scott, che invece, in entrambe le giornate, ha dimostrato di potersela giocare per la vittoria. Ha girato fortissimo, ma soprattutto ha migliorato le prestazioni a gomme finite, che è la situazione che ci ha penalizzato di più lo scorso anno. Insomma, due gran belle giornate - spero che riusciremo a mantenere lo stesso livello prestazionale nei test della prossima settimana..."

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

SBK Phillip Island, Ducati domina le prime prove

SBK Phillip Island, Ducati domina le prime prove
in Superbike

SS Phillip Island, prime qualifiche per Foret

SS Phillip Island, prime qualifiche per Foret
in Superbike

Pronta l'arma segreta Honda per il GP del Qatar

Pronta l'arma segreta Honda per il GP del Qatar
in Per sorridere un po'

Acerbis: nuove grafiche per il casco On Way

Acerbis: nuove grafiche per il casco On Way
in Offroad - Abbigliamento e accessori