Test Sepang, day 3: le dichiarazioni dei protagonisti

Test Sepang, day 3: le dichiarazioni dei protagonisti

Casey Stoner (1°, 1’59”665, 37 giri): “Giornata positiva – abbiamo confrontato nuovamente i telai, e sono felice di aver scelto quale usare per la stagione. Abbiamo anche provato un sacco di soluzioni elettroniche per il freno motore, migliorando in alcune aree ma perdendo in alcune altre – dobbiamo sistemarle. Il telaio che abbiamo scelto va già come vogliamo: a prescindere dall’assetto, riusciamo ad adattarlo abbastanza facilmente. Quando arriveremo in Qatar, fra poche settimane, potremo provare diversi assetti allo stesso tempo e passarci più tempo in pista.

Alcune modifiche possono richiedere molto tempo, per cui avere due moto con lo stesso telaio sarà molto utile. Il test qui è stato molto produttivo per noi, abbiamo fatto un long run quasi sulla distanza di gara, raccogliendo informazioni vitali. Mi sento sempre più a mio agio sulla RC212V, e non vedo l’ora di arrivare in Qatar.”


Dani Pedrosa (2°, 1’59”803, 38 giri): “Abbiamo avuto tre giorni molto positivi, entrambi i test qui a Sepang, a dire la verità, sono andati molto bene. Abbiamo migliorato in staccata e lavorato tanto su diverse configurazioni di telaio ed elettronica. E’ stato un test invernale molto migliore di quello dell’anno scorso, anche se sappiamo che tutti, in gara, faranno comunque meglio. Lascio Sepang soddisfatto, e credo che provare in Qatar ci offrirà un’ulteriore possibilità di verificare il nostro lavoro su un altro circuito, con diversa configurazione e condizioni della pista rispetto a quelle che abbiamo avuto qui. Mi sono diviso più o meno allo stesso modo fra telaio vecchio e nuovo; ho fatto il mio miglior tempo con il 2011, ma sarà bene ricontrollare in Qatar e prendere la decisione definitiva lì. Sia io che la moto siamo in ottima forma, e andiamo a Losail più fiduciosi dello scorso anno, ma dobbiamo restare con i piedi per terra – l’anno scorso, per esempio, abbiamo avuto un sacco di problemi ad inizio stagione e poi siamo migliorati moltissimo. Anche gli altri possono fare lo stesso. Niente è chiaro, finché non si comincia davvero a correre.”

Marco Simoncelli (3°, 2’00”163, 46 giri): "Sono molto contento per il tempo che sono riuscito a fare questa mattina, mentre oggi siamo rimasti un po´ perplessi durante la simulazione di gara. Ieri con la gomma dura riuscivo ad essere molto veloce; Questo pomeriggio, invece, fin dall´inizio non riuscivo a fare gli stessi tempi. In ogni caso sono abbastanza tranquillo perché la performance di oggi è stata determinata da una scelta di gomme non proprio azzeccata, forse sarebbe stato meglio optare per una morbida come hanno fatto gli altri – così probabilmente sarei stato veloce anch´io nella simulazione gara. Comunque, ripeto, non sono affatto. Anzi, vado via dalla Malesia molto contento del lavoro fatto in questi tre giorni ed anche contento di cambiare pista, perché dopo sei giorni di prove in questi due test sul circuito di Sepang ero ormai esausto!"

Andrea Dovizioso (4°, 2’00”541, 45 giri): “Il lato positivo della vicenda è che siamo velocissimi, e due test come questi di Sepang sono sempre una bella cosa. Inoltre, quando ho provato la simulazione di gara siamo risultati velocissimi, per cui siamo sicuramente forti, e ce la possiamo giocare per la vittoria. Tuttavia, dopo la simulazione, abbiamo scoperto un problema all’avantreno come avevo a volte nel 2009 – dopo alcuni giri, perdevo aderenza a centro curva. Me ne vado da Sepang molto felice, ma non siamo del tutto a posto. Dobbiamo studiare cosa abbiamo cambiato, cosa ha generato il problema, visto che lo abbiamo riscontrato aggiungendo solo cinque litri di carburante. Comunque, anche con questo problema ho fatto tanti giri veloci, e siamo velocissimi rispetto allo scorso anno. Credo che senza il problema che ho trovato all’avantreno avrei potuto girare sui tempi di Dani e Casey, per cui, comunque, sono contento.” 

Ben Spies (5°, 2’00”678, 32 giri): "E’ stato un test produttivo, abbiamo lavorato molto. Ho commesso un piccolo errore, ma guardando al lato positivo, abbiamo raggiunto diversi obiettivi, per cui direi che vada bene. Abbiamo ancora un po’ di lavoro da fare, ovviamente, ma non siamo troppo lontani, come passo di gara. Dobbiamo capire come rendere la moto un po’ più veloce nei primi giri – in qualifica e ad inizio gara, per capirci. Oggi non c’erano le condizioni ideali per fare il giro veloce – ne ho fatti un po’ questa mattina e il tempo non è comunque male. Non vedo l’ora di riposarmi un po’ in climi più freschi, a casa, prima del Qatar! Il team è stato anche qui favoloso, sono davvero soddisfatto di come lavoriamo."

Jorge Lorenzo (7°, 2’01”003, 48 giri): "Sono abbastanza stanco, dopo due giorni e mezzo di test abbiamo concluso con un long run sulla distanza di gara. I risultati non sono male – abbiamo un passo molto regolare, e sono contento di aver migliorato alcune cose sulla moto. Credo che abbiamo fatto dei grandi passi avanti in trazione e feeling, anche se dobbiamo ancora migliorare nel tempo sul giro.”

Alvaro Bautista (8°, 2’01”194, 34 giri): ”Stamattina stavo un po’ meglio, soprattutto dopo che i ragazzi della Clinica Mobile mi hanno fatto una flebo di vitamine. Nella prima sessione ho fatto il mio miglior tempo di sempre a Sepang, ma in effetti ho fatto un paio di errori, se no sarebbe venuto fuori un 2’00 e qualcosa. Più tardi, tutti usano gomme vecchie e la pista si scalda, per cui diventa difficile ripetere i temponi, ma non è andata male: riuscivo comunque a girare attorno al 2’01” e mezzo, con gomme usate. Il test non è andato benissimo – non ero a posto fisicamente, e non ho potuto fare la simulazione di gara che volevo, cosa per cui chiedo scusa ai tecnici Suzuki, ma abbiamo migliorato la moto in aspetti che credo davvero ci aiuteranno anche in condizioni diverse. La Suzuki ora è stabile, ha un buon feeling ed è veloce. Spero solo che nel freddo del Qatar avremo lo stesso feeling – ora, non vedo l’ora di correre!”

Hiroshi Aoyama (9°, 2’01”328, 48 giri): "Finalmente abbiamo finito questi test, che per me sono stati alquanto impegnativi. Abbiamo fatto tanto lavoro, che in parte mi ha soddisfatto ed in parte meno. La squadra mi ha supportato moltissimo ed insieme siamo riusciti a capire la strada da prendere in merito alle soluzioni tecniche da adottare per la stagione. Alla fine sono contento, e non vedo l´ora di arrivare in Qatar per i prossimi test, in cui iniziare a mettere a frutto il grande lavoro svolto su questo circuito. Sono felice di lavorare con questi ragazzi e spero di regalare loro prossimamente delle soddisfazioni!"

Hector Barberà (10°, 2’01”346, 21 giri): “Dopo tutte le prove fatte finora a Sepang, oggi sono uscito con la nostra miglior configurazione per provare a fare il tempo. Ho spinto al massimo fin dalla prima ora, e al quinto giro ho fatto il mio miglior crono. La prima sessione, di otto giri, è stata abbastanza veloce, poi abbiamo fatto una piccola modifica per vedere come avrebbe risposto la moto con gomme usate. Dopo tredici giri mi sono fermato perché mi sono fatto male al braccio: spalancando il gas la moto mi ha dato una scalciata – ho cercato di riprenderla di forza, provocandomi una distorsione. Ho preferito andare in Clinica Mobile per curarmi e non forzare ulteriormente, dopotutto era l’ultima giornata. Il medico mi ha detto che non c’è nulla di grave, qualche giorno di riposo e tornerò a posto. Il resto del giorno sono stato tranquillo – questo test è stato molto positivo, perché siamo migliorati ogni giorno. Concludere come il migliore dei piloti Ducati è positivo, e mi motiva a continuare a lavorare così. In ogni caso, siamo ad 1”6 dalla vetta della classifica, non possiamo distrarci – bisogna continuare a progredire.”

Valentino Rossi (11°, 2’01”469, 59 giri): “Non possiamo essere soddisfatti di queste prove perché non abbiamo raggiunto gli obiettivi che volevamo, ovvero chiudere intorno alla sesta posizione e soprattutto con un distacco più ridotto. Invece siamo a 1”8,  e anche come passo siamo indietro. Il primo giorno pensavamo che si potesse fare, siamo partiti bene e siamo riusciti a far lavorare la moto anche con le gomme dure, una cosa positiva. Poi però non abbiamo fatto passi in avanti. Se per quanto riguarda la parte elettronica della moto abbiamo delle buone idee e possiamo risolvere i problemi in poco tempo, per quanto riguarda la parte meccanica, gli assetti, non sono altrettanto sicuro. Ci abbiamo provato ma non ce l’abbiamo fatta. Anche se posso frenare forte poi faccio fatica a curvare, non riesco ad essere veloce in centro curva e a sfruttare bene la pista. Sicuramente aver fatto solo due giorni invece di tre è stato uno svantaggio perché alla fine oggi abbiamo dovuto rincorrere e nelle ultime due ore abbiamo provato tante cose per cercare di capire il più possibile. Qualche cosa andava bene ma si è messo a piovigginare e non ci sono più state le condizioni per spingere. Potrebbero essere delle buone idee per il futuro ma non ce l’abbiamo fatta a verificarle. I prossimi test sono in Qatar, una pista diversa da Sepang che non è storicamente molto favorevole alla Ducati, quindi vedremo se riusciremo ad essere più veloci”.

Nicky Hayden (12°, 2’01”469, 71 giri): “Durante questi tre giorni abbiamo fatto molte prove lavorando, tra l’altro, sull’elettronica e su geometrie diverse. Abbiamo cercato di migliorare il feeling ed eliminare quello che non andava, pensando soprattutto ad una messa a punto di base che potesse andare bene per la stagione. Siamo ancora indietro, non per un problema particolare ma per una combinazione di dettagli che non ci hanno permesso di ottenere i risultati che ci aspettavamo. La moto e la squadra sono valide e dobbiamo sicuramente far meglio di così. Comunque, anche se c’è sicuramente molto lavoro che ci aspetta, in questi giorni abbiamo fatto dei progressi e abbiamo altre opzioni da provare nei prossimi test. Sarà una stagione molto competitiva, ci sono parecchi piloti che stanno spingendo forte e che sono già ad un ottimo livello, dovremo impegnarci molto e cercare di sfruttare al meglio il potenziale della moto. Grazie a tutti i ragazzi del team, gli ingegneri i tecnici delle sospensioni per l’usuale grande impegno e il duro lavoro di questi tre giorni”.

Loris Capirossi (13°, 2’01”493, 39 giri): “Oggi abbiamo lavorato meglio. Abbiamo fatto un lavoro di sviluppo importante sulla moto. Il tempo è praticamente identico a quello del team ufficiale Ducati, e questo per noi è motivo di grande soddisfazione. C'è ancora da lavorare, con il metodo giusto i risultati arriveranno.”

Randy De Puniet (16°, 2’02”155, 42 giri): “Non posso essere soddisfatto per come è andata la giornata. Ho avvertito gli stessi problemi nella moto, soprattutto quando entro in curva e durante la frenata. Rimango comunque fiducioso per i prossimi test in Qatar, dove la Ducati ha sempre ottenuto dei buoni risultati.”

Toni Elias (16°, 2’02”410, 57 giri): “Se consideriamo tutti e tre i giorni, abbiamo fatto un passo avanti con le sospensioni e la ciclistica in generale. Ora che abbiamo un’idea più chiara sulla direzione da prendere, sono felice del lavoro fatto. Non sono altrettanto contento del mio tempo sil giro, ma eravamo troppo impegnati a lavorare su altre cose. In questi giorni abbiamo fatto diversi test comparativi, trovando un feeling sulla moto diverso da quello che avevamo qui tre settimane fa. Ora controlleremo i dati che abbiamo raccolto per essere più competitivi in Qatar nell’ultima sessione di test prima dell’inizio della stagione. Voglio ringraziare i ragazzi per i loro sforzi – mi stanno aiutando molto ad adattarmi a questa moto.”

comments powered by Disqus

Altri commenti

yamaha56

test per veri motociclisti: STONER + ADRIANA o VALENTINO e UCCIO?

Inserito: 24 febbraio 2011
yamaha56

1.8" !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Inserito: 24 febbraio 2011
DEO82

QUEST' ANNO è DURA PER LA NOSTRA DOCATONA E IL NOSTRO DOTTORE!!! EH VA BE!! SPERIAMO DI RECUPERARE!!!

Inserito: 24 febbraio 2011
Anonymous

Stoner & Pedrosa....il mondiale è affar loro!!! :)

Inserito: 24 febbraio 2011
Anonymous

raga sono solo test!!!!!!!!!!

Inserito: 24 febbraio 2011
Anonymous

..è un po' presto x dire di chi sarà il mondiale...ci sono tnt variabile nel corso di un camponato...
detto questo è evidente ke la honda ha fatto una gran moto ed è altrettanto evidente ke stoner è devastante e che pedrosa è sempre lì a menar di brutto e ke gli altri 2 hondisti sono in gran spolvero.

Inserito: 24 febbraio 2011
Anonymous

ma con ciò io dico W SPIES!!

Inserito: 24 febbraio 2011
leoallafila

Secondo me Yamaha56 e' Edo. Non e' possibile che OGNI volta che esce un articolo nuovo, TAAAAAAC, c'e' subito un commento di sto pazzo.

P.S.
Test per "veri motociclisti"??? Ma vatti a fare un giro vah..

Inserito: 24 febbraio 2011
yamaha56

per leoallafila sicuramente Uccio e Rossigay

Inserito: 25 febbraio 2011
DEO82

yamaha 56 hai rotto!!! e statti zitto!!!

Inserito: 25 febbraio 2011
yamaha56

DEO82 zitto dillo a tua sorella!

Inserito: 25 febbraio 2011
FastFranz

Perchè zitto? In fondo è divertente ... stempera la tensione, crea qualche diversivo ... insomma non sci si può sempre "arrovellare" su tempi e set-up ogni tanto occorre un BREAK!!!

Inserito: 25 febbraio 2011
yamaha56

bravo Franz più veloce di tutti i tempi!

Inserito: 25 febbraio 2011
Cammellone

In questo periodo scrivo pocco attendo, quest'anno però la Ducati farà il botto.....la moto non và non è mai andata, a parte con Stoner che se regge a livello nervoso è vero fenomeno, moto troppo complicata da assettare, solo Valentino può renderla "normale" altrimenti farà il botto, addio stramaledetto motore portante, finalmente avremo un vero telaio, spero!

Inserito: 25 febbraio 2011
yamaha56

l'unica cosa evidente è il famoso secondo nel polso dx del Doctor è solo fantasia! Casey ha dimostrato di essere l'unico vero pilota capace di adattarsi al "mezzo" e vorrei che tutti i "Valentiniani ad ogni costo" fossero più obiettivi

Inserito: 25 febbraio 2011
Anonymous

chi si permette di zittire in questo spazio? siamo in democrazia!! si vergogni deo82!!!

Inserito: 25 febbraio 2011
Anonymous

Io credo che Stoner ha un grandissimo pregio ma che può essere u ndifetto per una casa motociclistica, i lsapersi adattare a tutto +/- ovviamente,andare alla Honda è la quadratura del cerchio, in una casa Motociclistica dove gli Ingegneri fanno la voce grossa e una quantità di materiali eccezionali, con Dovizioso collaudatore e Pedrosa veloce ma fragile nella bagarre, Stoner se reggerà mentalmente sarà FORTISSIMO........Rossi rischia di finire come Capirossi

Inserito: 25 febbraio 2011
yamaha56

non bisogna prendersela sono ragaaazzziii!! il problema vero è che in questo blog se vuoi tanti amici devi leccare VR46, se ti permetti di contestarlo devi tacere.....o almeno provano a farti tacere! P.S. 1.8" da Stoner ricordatevelo!

Inserito: 25 febbraio 2011
yamaha56

ieri sera a griglia di partenza si è sviscerato tutto ciò che concerne Stoner/Rossi: ebbene si evince che la Ducati non è mai stata una moto vincente e che Stoner non è un gran collaudatore ma guida di tutto. Io propongo di riassumere Stoner in Ducati, tenerci Valentino come collaudatore (miglior collaudatore di tutti i tempi), licenziare Battaini e Guareschi e riprenderci nel box rosso Adriana (Uccio ci demoralizza). Così facendo avremo una moto che Casey guiderà in scioltezza, vincerà altri 9 o 10 titoli e tutti vivranno felici e contenti. Meno i bimbominkia VR46

Inserito: 25 febbraio 2011
DEO82

io mi devo vergognare!!! io nn insulto nessuno!!! io nn offendo con titoli come "omosessuale "del "gay" ecc a nessuno!!!

Inserito: 25 febbraio 2011
yamaha56

gay o omosessuale non è un insulto è uno stato di fatto!

Inserito: 25 febbraio 2011
yamaha56

Se Rossi è quello che penso.......ha un'altro record: l'omosessuale più veloce del mondo. Stoner l'eterosessuale più veloce del mondo e voi i tifosi più permalosi del mondo! Dove sta l'offesa?

Inserito: 25 febbraio 2011
yamaha56

abbiamo politici Gay dichiarati (Vendola, Lussuria) abbiamo cantanti (Rosolino, Dalla, Ferro) abbiamo presentatori e attori..........allora? Ci mancava un pilota, ma è spuntato lui! In Italia non ci facciamo mancare nulla!

Inserito: 25 febbraio 2011
maurixa

Certo che se uno si vuole fare degli amici dimostrando tutta la sua obiettività con insulti gratuiti sarà pure un "intenditore" di moto e piloti ma non dimostra una grande furbizia.
Sul fatto che yamaha56 possa essere omofobo non ritengo necessario esprimermi, faccio, però, notare che quanto scrive yamaha56 è un REATO: Art. 595 C.P. "Chiunque comunicando con più persone, offende l'altrui reputazione, è punito con la reclusione fino a un anno o con la multa fino a euro 1032" ed inoltre "Se l'offesa è recata col mezzo della stampa o con qualsiasi altro mezzo di pubblicità, ovvero in atto pubblico, la pena è della reclusione da sei mesi a tre anni o della multa non inferiore ad euro 516"
Non credo gli convenga dimostrare così tanta stupidità continuando a postare insulti gratuiti.

Inserito: 25 febbraio 2011
maurixa

Certo che di gente che scrive certi insulti a Rossi, come di coloro che allo stadio lanciano certi cori contro persone come Balotelli, Seedorf, Eto'o, ecc, ce ne dovermmo proprio liberare!

Inserito: 25 febbraio 2011
DEO82

ma la cosa + strana è che in questo sito permettono di pubblicare commenti cosi!!! ognuno la può pensare come vuole ma gli insulti sono brutti da vedere! anche perche alla fine non portano a niente di buono!! l' essere un "intenditore" non giustifica certi comportamenti! spero che ritorneremo a toni + pacati perche cosi stiamo creando un atmosfera brutta!! vabbè comunque rossi è molto preoccupato!!! speriamo che riesca a ridurre il gap anche per lo spettacolo!!

Inserito: 25 febbraio 2011
Fastmambo

...omosessuale?? Guarda qui, ad esempio:

http://www.haisentito.it/articolo/valentino-rossi-le-
foto-con-la-fidanzata/10860/

Mi sembra che, come sempre, e com'è risaputo, Rossi se la goda (e tanto), con fighe da paura... Mi ricordo quando vinse a Laguna Seca nel 2008, dopo il podio, quando salutava una schiera di bionde dicendo loro (e facendo il gesto col dito) "ci vediamo dopo"...chissà come s'è divertito.
Diciamo che è furbo nel farsi i fatti suoi, senza cercare i "clamori" con donne finte dello spettacolo, come ha fatto, ad esempio, il nano romano, tanto per avere più visibilità di quella che non è riuscito ad ottenere in pista, perchè OSCURATO e preso a ceffoni RIPETUTAMENTE da Valentino... hihihihihihi :)

Comunque...., yamaha56, i tuoi commenti sono deliranti...

Inserito: 25 febbraio 2011
Edoardo Licciardello

Commenti del genere si commentano da soli. E non per quanto si vuole dire o pensare rispetto al valore di un pilota, su cui ognuno può avere una legittima opinione, quanto sull'uso volutamente allusivo e offensivo della sessualità di una persona. Peraltro con speculazioni infondate ma soprattutto sciocche, che non fanno che qualificare inequivocabilmente chi le fa.

Il punto è semplice: non abbiamo tempo né voglia di continuare a cancellare i commenti di chi desidera solo fare il provocatore e scaricare anni di evidenti frustrazioni sull'oggetto del proprio odio. La persona è talmente infantile da ripetere la registrazione e ricominciare. Basta non rispondergli. Di solito, non considerati, anche i bambini più pertinaci nella loro stupida maleducazione dopo qualche tempo si stufano.

Inserito: 25 febbraio 2011
Anonymous

ma zittire è peggio di un insulto o sbaglio?

Inserito: 25 febbraio 2011
maurixa

Credo che zittire una persona che non rispetta le regole della civile convivenza, del decoro, dell'educazione e del rispetto non sia mai peggio degli insulti che costui può proferire.
Concordo, però, in riferimento alla persona di yamaha56 e relativamente ai soli suoi commenti con insulti, con Licciardello sul fatto che la miglior cosa sia ignorare ciò che scrive ed invito tutti gli altri frequentatori del sito a fare lo stesso.

Inserito: 26 febbraio 2011
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

MV Agusta F3: già nei concessionari entro tardo autunno

MV Agusta F3: già nei concessionari entro tardo autunno
in Moto e mercato

Triumph Adventure Demo Tour: tocca a Roma e Caserta

Triumph Adventure Demo Tour: tocca a Roma e Caserta
in Altre notizie

Gigi Dall'Igna: Superbike banco di prova per la serie

Gigi Dall'Igna: Superbike banco di prova per la serie
in Superbike

Test Sepang, day 3: Stoner sotto i 2'

Test Sepang, day 3: Stoner sotto i 2'
in Motomondiale