La DerBi a quota 100 vittorie nel Mondiale

di Gabriel Pirini

La DerBi a quota 100 vittorie nel Mondiale

Era il 14 giugno 1968 quando l’australiano Barry Smith portò alla vittoria una DerBi 50. Successe durante il TT dell’Isola di Man. Era la prima vittoria di una “Bala Roja”. Già, il proiettile rosso, come la Derbi veniva chiamata dagli appassionati spagnoli. Quel trionfo arrivava sei anni dopo il debutto mondiale della DerBi, avvenuto nel 1962 al GP di Spagna che allora si correva sul traciato stradale barcellonese del Montjuïc, che correva attorno all’omonimo parco pubblico della capitale catalana.

Il nome è un acronimo: significa Derivacion Bicicletta. Il fondatore della casa, Simeon Rabasa, infatti, prima di dedicarsi anima e corpo alle moto trattava velocipedi. Inizialmente anche il marchio aveva la D e la B più grandi delle altre lettere. Con l’andare del tempo tale usanza è andata perduta.   

Oggi la casa di Martorell (la fabbrica è ad un tiro di sasso da quella di un’altra grande azienda motoristica spagnola, la Seat) ha festeggiato 100 vittorie nel Motomondiale. Sul tedesco Sachsenring, circuito permanente erede dello stradale ove si svolgeva il GP della Germania Orientale, Marc Marquéz ha vinto la gara della 125. Da dire che sul vecchio tracciato cittadino Angel Roldan Nieto (detto El Cabron) vinse per la prima volta su DerBi il 13 luglio 1969.

La DerBi ha vinto 17 volte nella 50cc, 25 nella 80cc (negli anni Ottanta, con l’invincibile armata formata da Martinez, Herreros e Miralles), 57 nella 125cc e una nella 250cc. La casa catalana ha primeggiato in ben 19 campionati del mondo: 8 tra i costruttori (2 in 50cc, 3 nella 80cc e 3 in 125cc) e per 11 volte ha portato un pilota all’iride: 3 in 50cc, 4 nella classe 80cc e 4 in 125cc.

Con la vittoria di Márquez la DerBi (oggi fa parte del Gruppo Piaggio) entra nel ristrettissimo numero di costruttori con almeno 100 vittorie nel Motomondiale. Ne fanno già parte Honda, Yamaha, Aprilia, MV Agusta e Suzuki.

Con la DerBi hanno corso e vinto grandi campioni come Jorge “Aspar” Martínez  (32 vittorie su DerBi), Angel Nieto (30 vittorie), il giapponese Youichi Ui (11), Jorge Lorenzo (4) e il francese Mike di Meglio (4). Nel 1990 la DerBi “rubò” l’avversario storico di Martinez, Ezio Gianola, alla Honda. Con la DerBi mosse i primi passi Alex Crivillé e ci corse anche Jan Huberts, futuro manager della Huvo e di Hans Spaan.

 

Nella foto, la squadra ufficiale DerBi al Gran Premio di Spagna 1964. Da sinistra: i piloti Nieto, Huberts, Roca, Busquets. Con la maglia blu, il ds Tombas.  Notare che Nieto è l’unico ad avere una moto non rossa. Il viola è il colore ufficiale della Castiglia, dalla quale Angel proviene.

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Rossi e il

Rossi e il "frignone"
in Motocordialmente

Errata... Corrige

Errata... Corrige
in Motocordialmente

GP Germania Moto2: Elias in rimonta batte Iannone

GP Germania Moto2: Elias in rimonta batte Iannone
in Motomondiale