Losail: tra passato, presente e futuro

di Gabriel Pirini

Losail: tra passato, presente e futuro

Il circuito di Losail è stato inaugurato nel 2004 ed è il frutto della volontà politica della federazione motoristica del Qatar di contare qualcosa in seno alla federmoto internazionale. Mentre nasceva il circuito, infatti, ben due Gala federali (la festa di premiazione di fine anno) si tennero in Qatar. In seguito la Qatar Motor and Motorcycle Federation sarà sponsor unico del campionato mondiale endurance: caso più unico che raro di una federmoto nazionale che sponsorizza (con denaro vero, non con un semplice patronage) quella internazionale.

Per fare un esempio, è come se la Federmoto italiana sponsorizzasse il Mondiale di Motocross. Dopo qualche tempo, comunque, la QMMF passò la mano e fece sponsorizzare il campionato dalla Q-Tel, la compagnia telefonica nazionale del Qatar. Tornando a Losail (oltre al Motomondiale ha ospitato svariate tappe del Mondiale Endurance e della Superbike), da dire che la prima edizione del GP fu resa famosa dalla nota querelle tra Valentino Rossi e Sete Gibernau. Quest’ultimo, rivale del primo per il titolo MotoGP, fece avanzare dalla dirigenza sportiva Honda un reclamo su Rossi, il cui entourage tecnico aveva “gommato” la piazzola di partenza. Ne nasce un vero e proprio caso. L’ Hrc reclama, il reclamo viene accolto, il ds Yamaha Brivio per ripicca avanza il medesimo reclamo su un pilota Honda reo della medesima infrazione. La scelta cade su Max Biaggi. Gli arcirivali di sempre, dunque, sono costretti a partire affiancati in ultima fila. Biaggi mastica amaro ma – curiosamente, visto i carattere - non partecipa in alcun modo a questa disgustosa fiera del cattivo gusto, nella quale invece inzuppano il pane manager, piloti e tutta la stampa italiana, che salvo rare eccezioni sta tutta dalla parte di un colpevolissimo Rossi. La corsa la vince Gibernau, con Rossi che cade mentre rimontava posizioni su posizioni. Nel 2008, visto che l’autodromo è stato costruito in mezo al deserto, si decide di iniziare a correre in notturna. Decisione che non trova molto entusiasti i piloti ma che non vede, all’atto pratico, alcuna seria resistenza. Nel 2009 a scompaginare i giochi ci si mette… la pioggia. Le proibitive condizioni climatiche impongono lo spostamento della gara al lunedì. E, a detta di uno che lavora nel campo del broadcasting televisivo, “meno male che era il lunedì di Pasqua. Se lo spostamento avveniva in un giorno feriale la collocazione tv del pacchetto sarebbe stata impossibile”. Cose che possono capitare, sotto mille ed una stella.

 

 

 

GP DEL QATAR. I VINCITORI DELLE PRECEDENTI EDIZIONI

2004. 125: 1. Lorenzo (Derbi), 2. Dovizioso (Honda), 3. Bautista (Aprilia). 250: 1. Sebastian Porto (Aprilia), 2. Daniel Pedrosa (Honda), 3. Hiroshi Aoyama (Honda). MotoGP: 1. Sete Gibernau (Honda), 2. Colin Edwards (Honda), 3. Ruben Xaus (Ducati). 2005. 125: 1. Gabor Talmacsi (Ktm), 2. Mika Kallio (Ktm), 3. Marco Simoncelli (Aprilia). 250: 1. Casey Stoner (Aprilia), 2. Jorge Lorenzo (Honda), 3. Andrea Dovizioso (Honda). MotoGP: 1. Valentino Rossi (Yamaha), 2. Marco Melandri (Honda), 3. Nicky Hayden (Honda). 2006. 125: 1. Alvaro Bautista (Aprilia), 2. Mika Kallio (Ktm), 3. Sergio Gadea (Aprilia). 250: 1. Jorge Lorenzo (Aprilia), 2. Andrea Dovizioso (Honda), 3. Roberto Locatelli (Aprilia). MotoGP: 1. Valentino Rossi (Yamaha), 2. Nicky Hayden (Honda), 3. Loris Capirossi (Ducati). 2007. 125: 1. Hector Faubel (Aprilia), 2. Gabor Talmacsi (Aprilia), 3. Lukas Pesek (Derbi). 250: 1. Jorge Lorenzo (Aprilia), 2. Alex De Angelis (Aprilia), 3. Hector Barbera (Aprilia). MotoGP 1. Casey Stoner (Ducati), 2. Valentino Rossi (Yamaha), 3. Daniel Pedrosa (Honda). 2008. 125: 1. Sergio Gadea (Aprilia), 2. Joan Olivé (Derbi), 3. Stefan Bradl (Aprilia). 250: 1. Mattia Pasini (Aprilia), 2. Hector Barbera (Aprilia), 3. Mika Kallio (Ktm). 2009. 125: 1. Andrea Iannone (Aprilia), 2. Julian Simon (Aprilia), 3. Sandro Cortese (Derbi). 250: 1. Hector Barbera (Aprilia), 2. Jules Cluzel (Aprilia), 3. Mike Di Meglio (Aprilia). MotoGP: 1. Casey Stoner (Ducati), 2. Valentino Rossi (Yamaha), 3. Jorge Lorenzo (Yamaha).

 

 

 

Nella Foto: Sete Gibernau dopo la vittoria al GP del Qatar 2004.

comments powered by Disqus

Altri commenti

manziana

Mi permetto di aggiungere al pezzo scritto dal direttore ,che effettivamente la stampa italiana e non solo fecero a pezzi Il povero ed incolpevole Sete Gibernau ,tralasciando, (non so se volutamente) la realta' del fatto in questione, e facendo passare lo spagnolo come lo spione di turno, cosa non vera.
Cominciamo col dire che il direttore hrc che fece il recalmo ufficiale, fu lo stesso che disse che per sostituire il Rossi in honda, avrebbero messo un pilota qualsiasi giapponese per dimostrare ce era la moto e non il pilota che contava di piu.e che rossi, considerando la partenza di Rossi un tradimento.

Il fatto
ROSSI e BIAGGI effettivamente infransero la regola che il tratto di pista a loro assegnato dalla pole non si potesse pulire ,invece i due "scorrazzarono" nei due posti assegnati con dei motorini che usavano per gli spostamenti nel paddok con sgommate intenzionali per depositare un po di gomma e pulire la sabbia che il vento portava continuamente in pista(attualmente lo stesso problema lo hanno risolto con delle spazzatrici industriali su richiesta dei piloti chissa perche?)
Gibernau ando' alla direzione di gara per proporre propio questo fatto ,cioe pulire tutta la zona di partenza piena della sabbia, ma fu ignorato,tutto il mondo sapeva della scorribanda notturna dei piloti italiani,ma nessuno disse nulla.
Il direttore hrc (incarognito contro rossi)allora fece un giusto reclamo ufficiale verso Rossi, e da li Sete fu incolpato di essere una spia .
Gibenau mai avrebbe fatto un atto del genere, Rossi passava quasi tutti i fine settimane in casa di Sete Gibernau in spagna con scorribande in discoteca , erano amici.
Da allora il campanilismo e la Rossi mania prese il soppravento con l'aiuto di un certo giornalismo di parte e la famosa vignetta di Rossi e il suo tecnico di fiducia "puliamo la sporcizia dalla motogp" con l'aggiunta "gibernau non vincera' piu una gara"
cosi fu , comincio' la sfortuna di gibernau fra le quali perdere la gara di brno ad un giro dalla fine senza benzina .
e ci terrei anch a ricordare che in giappone rossi butto giu melandri vestito da uomo ragno ed anche i quella occasione il direttore hrc fece un reclamo contro rossi per guida antisportiva che poi non fu accolto
ringrazio il direttore Gabriel Pirini di avermi dato l'opportunita di ricordare questo ingiusto fatto di storia della motogp

ps


In spagna con l'occasione del ritorno di Sete Gibernau alle corse , la stampa locale, chiese UFFICIALMENTE SCUSA al pilota di barcellona per il modo che tutti hanno trattato il tema.
chissa quando in italia?

Giorgio Mulliri(manziana)

Inserito: 07 aprile 2010
ke200

manz, ti faccio una domanda seria e una faceta.
prima la seria: queste notizie le sai da fonte diretta?
poi la faceta: ma il direttore sportivo hrc era quello che assomigliava a cofferati che mandarono via a calci nel didietro, dopo le figure di mmm... che collezionò la honda senza rossi?

Inserito: 07 aprile 2010
manziana

Questa notizia e' certissima (in Spagna)
Durante la presentazione ufficiale dell campionato di motogp alla tve (televisione spagnola) nel 2009
I'omologo spagnolo di Guido Meda "Ernest Riveras" accompagnato da Alez Criville Angel Nieto e alcuni giornalisti locali fra i quali Mela Chercoles ,firma ufficiale di as per la motogp, chiesero scusa a Sete Gibernau ricordando e raccontando tutta la storia come da me esposta e Sete rispose "e' acqua passata"

Per la seconda, si ,a mia memoria il direttore hrc fu "trombato" alla fine del campionato in questione , oltre al fatto di aver (fatto) dei reclami e proclami spudoratamente contro Rossi ,ed aver attirato sulla hrc una imagine come perdende contro l'uomo da lui descritto come un pilota qualsiasi che pero' fece si che la honda, la piu grade multinazionale del mondo di motocicli fu sbeffeggiata dal di tavullia ,ovviamente con l'aiuto della yamaha e burgess , moto che allora era considerata la cenerentola della motogpo ed la piu piccola delle sorelle giapponesi (come pezzi costruiti) Apparentemente reclamando piu' per vendetta che per la vera consistenza di fatti antisportivi,e aggiungo che la Dorna e tutto il circo della motogp ,mai fu intaccato dalla vergogna del fatto che tutti sapessero ma nessuno disse nulla, la direzione fu costretta a muoversi dopo il reclamo del direttore hrc , mentre la persona piu giusta per farlo doveva essere Gresini che si guardo' bene dal farlo rimanendo a i margini della querelle

Inserito: 07 aprile 2010
Anonymous

Giusto per amor di precisione, quanto Melandri è stato steso da Rossi, a Motegi, non era vestito da Uomo Ragno (lo era all'Estoril, l'anno prima, ancora con la Yamaha), ma con i colori normali.

E Yamaha non è certo la più piccola delle sorelle giapponesi, visto che ha sempre rivaleggiato con Honda per pezzi venduti. Kawasaki e Suzuki fanno vendite con due zeri in meno. E' che le sconfitte di Kawasaki e Suzuki non facevano affatto scalpore, mentre quelle di Yamaha, che con piloti di primo piano invece aveva vinto eccome, invece si...

Inserito: 07 aprile 2010
manziana

anonimus di modena
credo tu abbia ragione su ambo le cose
grazie per la giusta precisazione

Inserito: 07 aprile 2010
ke200

grazie dei chiarimenti

Inserito: 07 aprile 2010
tokyo

mettiamo qualche puntino sulle iiiiiiiiiiiii, perchè quanto leggo è ben lungi dall'essere preciso. Non fu Rossi a pulire la piazzola con lo scooter ma alcuni dei suoi meccanici, inoltre Rossi s' incazzò con Gbernau per il semplicissimo motivo che lo spagnolo non si degnò nemmeno di mandargli un sms per avvisarlo di quanto stava comminando la direzione gara, pur vantando una grande amicizia ... come ebbe a dire successivamente Valentino .... colsi l'occasione per scrollarmi di dosso un amico molto poco disinteressato... Lo stesso gresini intervistato in universo visione sostenne che il tutto era perfettamente lecito pur di vincere un mondiale ... ecco perchè rossi si arrabbiò ed ebbe a dire la famosa frase "Gibernau non vincerà più un GP"
Rammento a coloro che al tempo non seguivano il motomondiale che Rossi era già nel mirino della honda dopo il grande rifiuto. non a caso nel GP di donington venne retrocesso al terzo posto, dopo una gara vinta, per aver sorpassato in regime di bandiere gialle, con il marshall semi nascosto dalle barriere alla fine del rettilineo. In questo caso fu una ripresa televisiva non appartenente al circus della motogp che inchiodò Rossi (perchè la direzione gara manco si era accorta) dietro reclamo della Honda che vinse con biaggi, ma ironia della sorte il trofeo se lo tenne a casa Rossi in quanto la squalifica venne commissionata dopo la premiazione. Penalizzazione che non venne data a Gibernau nel gp del mugello l'anno successivo per la medesima infrazione. La grande battaglia honda contro rossi si concluse nel 2006 quando con un accordo particolare il tavulliese venne praticamente fottuto dall'inizio del campionato con le famose gomme da tempo che erano più lente di quelle da gara, con le gomme che si sfaldavano e le famose gomme di legno di valencia ...

Per fortuna non tutti credono ai giornalisti ....

Inserito: 07 aprile 2010
manziana

su i meccanici di rossi con lo scooter e' vero
mea culpa .
Questa era la informazione lungi dall'essere precisa?
cambia qualcosa?
Rossi non sapeva nulla? che era illegale ?
Gibernau sapeva cosa faceva il direttore hrc?
Gibernau sapeva gia la decisione della direzione?
Rossi monto' tutto lo spettacolo con magliette e poster "ripuliamo il mondiale della sporcizia" della ditta rossi burgess ,perche Sete non lo avviso nemmeno con un sms?

e per finire Rossi, anche se NON fosse caduto a valencia
avrebbe vinto il mondiale solo se la gara prima (portogallo)il signor nessuno elias non gli rubasse in piena retta in scia ed all'ultimo giro i 5 punti che gli avrebbero permesso di vincere il campionato per somma di vittorie in confronto a hayden
o non e' andata cosi? la matematica non si puo complottare
Rossi in quell'anno vinse 5 gare e si ritiro in francia e laguna seca per colpa del motore , mentre in cina perse un pezzo di pneumatico anteriore.
e fu buttato giu da elias alla prima di campionato a jerez? dimenticato? a laguna seca era sotto di 51 punti
ed ha perso il mondiale per 5 punti
Pero' Rossi a tuo dire era gia fottuto con un accordo particolare dall'inizio dell 2006?
tutti questi dati sono alla luce di tutti e anche grazie a qualche giornalista ,quello che vedo molto oscuro invece e' il tuo "accordo" (tra michelin e honda)?
forse Pedrosa non sapeva nulla quando la gara prima butta giu hayden in piena rimonta ?
o la penalizzazione mancata a gibernau per la famosa spallata di jerez??? a no sto sbagliando era rossi a non essere stato penalizzato pardon





Inserito: 08 aprile 2010
lozio

Mitico Manzi,tutto corretto.

Inserito: 08 aprile 2010
afef

Manz , completo come sempre .

Centra poco con la discussione, ma per dire come a volte la stampa ci "scombussola" a piacimento ; ricordate la scaramuccia Rossi/Biaggi sulle scale del podio di Barcellona ? , nacque perchè Gibo interferì con la salita sulla rampa di scale a Biaggi , questo replicò , da lì la lite e la classificazione di " rompi palle ufficiale " a Max , poi la creazione del parco chiuso .
il resto è storia .

Inserito: 08 aprile 2010
tokyo

Manziana ciao visto che non ci "frequentiamo da tempo"

Rossi fu avvertito che era in Hotel del fatto che lo stavano punendo per la piazzola.

La stolidità dei meccanici e anche l'ingenuità fu palese, ma ancora più assurda fu la decisione della direzione gara che pur notando una pista piena di sabbia, in particolare nelle zone fuori traiettoria non si degnò nemmeno di far pulire le caselle per salvaguardare la sicurezza dei piloti.

Rossi montò il gioco della Rapida in malesia, dopo la vittoria mandando un chiaro messaggio ai gestori del motomondiale, quelli ufficiali e quelli occulti.

Il rapporto con Gibernau non era più saldo come un tempo, ma visto l'amicizia intercorsa tra i due rossi si sarebbe aspettato un trattamento di rispetto tipo "scusa ti stanno inculando ma io non centro nulla" ma forse lo stesso Gibernau fu zittito dai suoi superiori ... oppure sfruttò l'occasione chi lo sa???

Il 2006 è stato l'anno più "fasullo" del motomondiale.
Lo stesso rossi ha detto svariate volte che la gomma scelta per la gara di Valencia era sparita dal box e non riuscirono a trovarla in tempo per la gara (come Barrichello) ... inoltre come ha detto svariate volte in diretta che il suo era un caso unico della storia del motociclismo nel quale le gomme da tempo erano più lente di quelle da gara.

Lo sfaldamento anteriore cinese, le gomme finite dopo 10 giri in turchia, le gomme non performanti di laguna seca penso che come quadro sia sufficiente, per accennare anche se timidamente ad un piccolo sospetto di inculaggio acuto. Lo stesso Pernat, e non ti cito cosa disse meda, perchè sappiamo che è troppo di parte ... ma lo stesso Pernat in una intervista televisiva ebbe a dire " Valentino Rossi è rimasto solo contro tutti" intendendo chiaramente che la sua carriera era praticamente finita. Solo l'irruzzione di un nuovo costruttore di gomme, un ripiegamento strategico dello stesso rossi riportarono alla vittoria il tavulliese e tutto ciò è collegato a quello che è successo negli anni successivi, quando la motogp è diventata praticamente un campionato azienda, come già esiste il partito azienda, e come già esiste la stampa azienda.

C'è chi accetta e si allinea e c'è chi rifiuta tutto ciò ... mi sembra che l'anno passato ci sia stato un grande rifiuto o no?????

ultima cosa ... Pedrosa ... gli hanno dato tutto e di più per vincere è riuscito perfino a falciare il suo team mate, quasi riusciva a far perdere un mondiale già vinto alla HRC ... se l'avesse fatto un altro pilota sarebbe già a lavorare in fabbrica ma lui ha Puig....

Saluti




Inserito: 08 aprile 2010
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Quanto è costato ad Harley-Davidson affossare Buell?

Quanto è costato ad Harley-Davidson affossare Buell?
in Finanza - Come vanno le Case auto e moto

Ecco la Moto2 di Antonio Banderas

Ecco la Moto2 di Antonio Banderas
in Motomondiale

La MotoGp al via in Qatar, fra conferme e novità

La MotoGp al via in Qatar, fra conferme e novità
in Motomondiale

Sfida il campione del Mondo Tony Cairoli

Sfida il campione del Mondo Tony Cairoli
in Offroad