GP San Marino, FP2 MotoGP: prima fila invariata

di Edoardo Licciardello

GP San Marino, FP2 MotoGP: prima fila invariata

Tutto esattamente come ieri, in prima fila: Rossi davanti, Lorenzo ad incalzarlo senza riuscire a… scalzarlo, Pedrosa a fare da terzo incomodo. Se però ieri le due Yamaha erano apparse decisamente imprendibili, oggi la situazione appare leggermente diversa: Rossi ha rifilato due decimi al compagno di marca (viene da sorridere ripensando alle dichiarazioni in cui lo indicava come favorito…) mentre Dani è ben più vicino a Jorge. Parliamo comunque di sfumature: ci sono tutti i presupposti per una gara tirata e incerta. Stavolta speriamo fino alla fine: a Indianapolis stavamo appena iniziando a divertirci, quando siamo rimasti con la bocca asciutta.

Oggi tocca a De Puniet, ieri relegato nelle retrovie, recitare il ruolo di Hondista privato che si mette dietro l'ufficiale, ovvero Dovizioso.

Andrea non sarà granché contento della sua prestazione sul circuito di casa, ma il cambio di sospensioni impone un lavoro di collaudo e sviluppo non indifferente, pur con la base di informazioni raccolta, appunto, da De Puniet. Diamogli tempo.

Meglio fa oggi Hayden, pur incassando oltre otto decimi di distacco. Se non altro si mette dietro le due Yamaha private (Edwards incalza da vicino, Toseland è nel baratro, terzultimo) e quell'Alex De Angelis che ieri aveva fatto sensazione strappando un bel quarto tempo.

Bella - anzi, quasi sorprendente - anche la prestazione di Aleix Espargaro, che alla sua quinta sessione in sella ad una MotoGP si mette dietro le due Suzuki (e una è quella di Capirossi, eh…), oltre a Kallio e Canepa che la Desmosedici la guidano da un po' più tempo di lui. Sta a vedere che trova lui una sella per l'anno prossimo….

Continua a deludere Melandri, sorprendentemente penultimo: sulla pista di casa, viste le prestazioni di quest'anno, ce lo aspettavamo ben più avanti. Non sorprende affatto, invece, l'ultima piazza di Talmacsi. Chissà cosa ne pensa Takahashi, da casa…

I tempi:
1  46 Valentino ROSSI  ITA Yamaha   1'34"528    
2  99 Jorge LORENZO    SPA Yamaha   1'34"732 0"204
3   3 Dani PEDROSA     SPA Honda    1'35"001 0"473
4  14 Randy DE PUNIET  FRA Honda    1'35"289 0"761
5   4 Andrea DOVIZIOSO ITA Honda    1'35"340 0"812
6  69 Nicky HAYDEN     USA Ducati   1'35"382 0"854
7   5 Colin EDWARDS    USA Yamaha   1'35"479 0"951
8  15 Alex DE ANGELIS  RSM Honda    1'35"584 1"056
9  24 Toni ELIAS       SPA Honda    1'35"966 1"438
10 44 Aleix ESPARGARO  SPA Ducati   1'35"999 1"471
11 65 Loris CAPIROSSI  ITA Suzuki   1'36"002 1"474
12  7 Chris VERMEULEN  AUS Suzuki   1'36"187 1"659
13 36 Mika KALLIO      FIN Ducati   1'36"247 1"719
14 88 Niccolo CANEPA   ITA Ducati   1'36"491 1"963
15 52 James TOSELAND   GBR Yamaha   1'36"513 1"985
16 33 Marco MELANDRI   ITA Kawasaki 1'36"518 1"990
17 41 Gabor TALMACSI   HUN Honda    1'37"794 3"266

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Kymco e Kawasaki, un accordo per... qualcosa

Kymco e Kawasaki, un accordo per... qualcosa
in Motocordialmente

SBK Nurburgring, venerdì: i commenti dei protagonisti

SBK Nurburgring, venerdì: i commenti dei protagonisti
in Superbike

Ben Spies firma con Yamaha, dal 2011 in MotoGP

Ben Spies firma con Yamaha, dal 2011 in MotoGP
in Superbike