GP Donington, FP1 MotoGP: Pedrosa in extremis

di Edoardo Licciardello

GP Donington, FP1 MotoGP: Pedrosa in extremis

La pioggia a Donington non è certo una sorpresa, e il fatto che le condizioni meteo si siano rivelate variabili, con sole e vento che hanno rapidamente asciugato la pista, ormai nemmeno: dove passa la MotoGP, i metereologi iniziano ad avere gli incubi. Se non altro, possiamo essere felici di aver visto una sessione molto spettacolare, con tempi sul giro regolarmente abbassati ad ogni tornata, e la solita sfida, di tempi e di nervi, fra protagonisti – occasionali ed abituali – di questo mondiale, con tanto di cartucce “buone” tenute per il finale, con la traiettoria ormai quasi completamente asciutta.

Alla fine, la classifica ha un valore molto relativo, un po’ per le condizioni meteo che premiavamo chi era disposto a prendersi più rischi e un po’ perché, al venerdì, si dovrebbe lavorare più sull’assetto che sul crono “puro”, ma nel frattempo vale la pena di togliersi il cappello davanti a Dani Pedrosa, che a tempo scaduto ha tirato fuori dal cilindro un tempone – relativamente alle condizioni – tale da fregare tutti.
Dietro di lui uno Stoner come al Sachsenring rientrato in anticipo ma forte di un ritmo pazzesco sul T4, e Rossi.

Positivo anche Dovizioso, quarto, e Lorenzo, per lungo tempo in testa alla classifica, quinto.

Condizioni incerte esaltano come sempre Melandri, spettacolare sesto, e positivamente possiamo valutare anche le prestazioni di Kallio, ancora una volta secondo fra i ducatisti – diciamo pure primo dei “normali”, visto che Hayden, un po’ impacciato da vedere, è solo decimo, e Canepa chiude la classifica.

Onesto come sempre Edwards in qualifica, mentre qualcosa di più ci si aspettava sulla pista di casa da Toseland, solo dodicesimo. A discolpa dell’inglese va però detto che, protagonista di un “dritto”, non ha potuto approfittare degli ultimi minuti di prove, con la pista in buone condizioni.

Pare non migliorare la situazione Suzuki, con entrambi i piloti ben oltre la decima posizione, e rientra nei ranghi un De Angelis ben lontano da quello visto al Sachsenring. Male anche De Puniet, aggressivo ed efficace nelle prime battute della sessione ma poco concreto sul finale. Qualche segno di crescita per Talmacsi, verso metà sessione addirittura quinto.

Attendiamo le qualifiche per un riscontro più affidabile…

I tempi:
1   3 Dani PEDROSA     SPA Honda    1'38"627     
2  27 Casey STONER     AUS Ducati   1'38"872 0"245
3  46 Valentino ROSSI  ITA Yamaha   1'38"917 0"290
4   4 Andrea DOVIZIOSO ITA Honda    1'39"069 0"442
5  99 Jorge LORENZO    SPA Yamaha   1'39"105 0"478
6  33 Marco MELANDRI   ITA Kawasaki 1'39"130 0"503
7  36 Mika KALLIO      FIN Ducati   1'39"209 0"582
8   5 Colin EDWARDS    USA Yamaha   1'39"379 0"752
9  24 Toni ELIAS       SPA Honda    1'39"755 1"128
10 69 Nicky HAYDEN     USA Ducati   1'40"116 1"489
11 65 Loris CAPIROSSI  ITA Suzuki   1'40"419 1"792
12 52 James TOSELAND   GBR Yamaha   1'40"522 1"895
13 41 Gabor TALMACSI   HUN Honda    1'40"850 2"223
14  7 Chris VERMEULEN  AUS Suzuki   1'41"467 2"840
15 14 Randy DE PUNIET  FRA Honda    1'41"861 3"234
16 15 Alex DE ANGELIS  RSM Honda    1'42"210 3"583
17 88 Niccolo CANEPA   ITA Ducati   1'42"696 4"069

comments powered by Disqus

Altri commenti

maurixa

Guardando le prove in TV e l'analisi dei tempi devo dire che i 17 giri di Stoner contro i 25-30 degli altri mi sembrano davvero pochini; Ŕ strana anche la riunione coi tecnici per studiare la posizione in sella.
Guardando ai tempi si potrebbe dire, magari sbagliando, che Pedrosa e Dovizioso sono sugli stessi tempi 1'41" alto, Rossi, Melandri e Lorenzo 1'40" basso, Stoner sembra averci messo del suo per raggiungere la prestazione ma guardando il cronologico dei tempi Ŕ con questi tre.

Inserito: 25 luglio 2009
antirossiforever

Xke'? cs e' successo riguardo alla posizione della sella?nn ho seguito,potresti approfondire?tu dici ke qui gatta c cova???GRAZIE :-D

Inserito: 25 luglio 2009
Fastmambo

Stoner fa sempre meno giri degli altri: entra, setta la moto alla perfezione e spara subito i tempi a cannone. Per la posizione in sella.... boh??

Inserito: 25 luglio 2009
antirossiforever

Ah ecco,ma nn si spiga sto cavolo d fatto ke a meta' gara crolla...xke' le potenzialita' le ha e cm,la gara scorsa l'ha dimostrato,ha passato vale in scioltezza cm fosse niente facendo 1 bella rimonta,kissa se nn fosse afflitto da sto "fantomatico malore" cosa accadrebbe...Mha' xo' ke sfortuna...Bhe' speriamo bene,FORZA DUCATI ! ! !

Inserito: 25 luglio 2009
maurixa

La posizione i sella: io ho visto mezza immagine di lui che ne discuteva con i sui tecnici, l'ha visto pure Meda ed Ŕ rimasto stupito ma non ha dato spiegazioni.

Inserito: 25 luglio 2009
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Mi ami? Ma quanto mi ami?

Mi ami? Ma quanto mi ami?
in Per sorridere un po'

SBK Brno, Libere1: Max Biaggi subito al top

SBK Brno, Libere1: Max Biaggi subito al top
in Superbike

Jorge Lorenzo: la moto di Vale è diversa dalla mia

Jorge Lorenzo: la moto di Vale è diversa dalla mia
in Motomondiale

Touratech BMW F800scrambleR, ritorno all'antico

Touratech BMW F800scrambleR, ritorno all'antico
in Moto e mercato