GP Estoril, 125: Simone Corsi piglia tutto

GP Estoril, 125: Simone Corsi piglia tutto

E’ la classe 125cc a chiudere il Gran Premio del Portogallo svoltosi nelle migliori condizioni meteo possibili, nonostante qualche sporadica goccia di pioggia caduta durante la MotoGP, ma senza compromettere il regolare svolgimento delle gare. I 42.000 presenti sulle tribune del circuito dell’Estoril hanno assisito ad una ottavo di litro entusiasmante che ha visto l’accoppiata Simone Corsi e Aprilia uscirne vincitrice, per la seconda volta consecutiva in questa stagione. Il pilota romano si impone di misura su Joan Olive, su Derbi, e sul compagno di squadra Nico Terol, distaccato di 6”355.

Gara inizialmente molto combattuta, con Terol che parte come un fulmine dalla terza piazza e va in testa alla gara inseguito da Olive, Smith e Corsi.

I quattro iniziano subito a guadagnare terreno sul gruppo con Talmacsi che si lancia al loro inseguimento da solo, ma il suo ritmo è più lento e non riesce a raggiungerli. I due spagnoli si alternano costantemente in testa alla gara con gli altri due dietro ad aspettare. La svolta avviene al dodicesimo giro quando Olive è in testa tallonato da Corsi, Terol, terzo in quel momento, va lungo all’ingresso della “esse” in salita perdendo terreno e facendosi passare da Smith che poche curve dopo a causa di un errore è vittima di una spettacolare caduta in high side.

Al sedicesimo giro Corsi passa al comando ed inizia ad aumentare il ritmo, con Olive che gli rimane a ruota ma non riesce mai ad impensierirlo nemmeno sfruttando l’effetto scia alla staccata dopo il lungo rettilineo di arrivo. Così è il pilota italiano a tagliare per primo la linea del traguardo, bissando la vittoria di Jerez dello scorso GP, con un vantaggio di 0”299 sullo spagnolo, termina terzo in solitario Terol a coronare un’altra splendida gara per il team Jack & Jones WRB. E’ il binomio tutto italiano Corsi-Aprilia a guidare le rispettive classifiche mondiali, il romano conduce con 17 punti di vantaggio sul compagno di team Terol, la Casa di Noale è a punteggio pieno con 27 punti sulla “cugina” Derbi.

“E’ stato un week-end perfetto – ha detto Corsi – ieri la pole, oggi il giro veloce e la vittoria completano una giornata da incorniciare. E’ stata una bella gara, molto difficile, sapevo di poter avere un buon passo ma all’inizio ho preferito aspettare per risparmiare le gomme e la moto, poi sono passato al comando ed ho aumentato il ritmo, solo Olive è riuscito a starmi dietro e nonostante io non abbia avuto del margine da gestire, sono arrivato alla vittoria senza rischiare nulla. Devo ringraziare il mio fantastico team ed Aprilia, la moto in questi giorni era perfetta e se ho vinto è grazie a loro. E’ ancora troppo presto per parlare di mondiale, certo che queste due vittorie consecutive, conseguite in due modi così diversi, mi danno una carica fortissima, anche se adesso viene la Cina dove non sarà facile visto il rettilineo di 1,2 km”.

“Sono molto contento per questo secondo podio consecutivo – ha dichiarato Terol – è il giusto premio per il grande lavoro che stiamo facendo con il team. All’inizo sono partito bene ed ho forzato, poi l’errore alla “esse” e la caduta di Smith mi hanno fatto perdere il contatto con i primi e mi sono dovuto accontentare del terzo posto. Forse se fossi rimasto con loro mi sarei potuto giocare la vittoria finale”.

Ottimo quarto posto per lo statunitense Bonsey, che però parte male dalla seconda posizione ed è costretto a rimontare, seguito dal compagno di squadra nel team Degraaf, Danny Webb. Sesto posto per Talmacsi, ottavo Bradl seguito da Cortese e Iannone. A punti anche Ranseder e Vazquez. Da registrare le cadute di Van Den Berg e quella già citata di Smith.

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

GP Estoril, 125: punti pesanti per Alex Baldolini

GP Estoril, 125: punti pesanti per Alex Baldolini
in Motomondiale

JGP Racing Dream 2008: Morrentino si aggiudica la prima prova

JGP Racing Dream 2008: Morrentino si aggiudica la prima prova
in Campionati e trofei nazionali