Piccoli centauri crescono: Martina Guarino

di Redazione Italia MotoCorse.com - Alfredo Di Costanzo

Piccoli centauri crescono: Martina Guarino

Tra le tante emozioni che il motociclismo mi ha fatto vivere c’è l’aver intervistato, a distanza di tempo, padre e figlia, entrambi uniti dall’amore per le due ruote

Martina Guarino è figlia di Enzo, centauro della provincia di Napoli dal grande cuore, conosciuto dagli appassionati per essere sempre in prima fila a organizzare “pistate” sui principali circuiti nazionali. A dodici anni Martina ha già le idee chiare e per lei il motociclismo è più di un semplice sport: “Già a due anni – racconta la giovane centaura – papà mi portava in pista per provare le sue moto.

Ricordo che iniziammo con una Yamaha R1 e ricordo anche quando con te Alfredo andammo al Mugello nel 2006 per fare un test insieme ai ragazzi della Moto&Moto. 

A quattro anni sono salita per la prima volta su una due ruote, in particolare su una minimoto con le rotelle; fu amore a primo gas…..Dopo una settimana tolsi la prima rotella, e tempo due giorni, tolsi anche l’altra. A sei anni ricevo in regalo una Pit Bike monomarcia e dopo due anni passo a divertirmi su una Pit Bike a marce.  Ho ancora impresso l’emozione delle prime scorazzate tra i cordoli del Circuito Internazionale del Volturno. Quando rientravo ai box, papà doveva prendermi al volo, perché ancora non riuscivo a mettere i piedi a terra. Grazie all’istruttore Nicolangelo Maietta, invece, ho vissuto l’ebrezza della prima grattata di saponetta”. 

Il 2014 è stato l’anno del debutto agonistico di Martina: “Le piste – dice – di Casaluce, Airola, Battipaglia e Limatola sono diventate una sorta di piacevole luna park. Ho avuto modo di partecipare a una gara della disciplina Ohvale Gp-0 dove mi sono divertita tanto. A casa, insieme ad un sorriso enorme, ho portato la coppa della quinta posizione. Quest’anno ho in programma la partecipazione a tutto il campionato della Ohvale Gp-0 con l’obiettivo di fare esperienza e divertirmi. Un domani mi piacerebbe ripercorrere al femminile la carriera del mio idolo Marc Marquez. Ha una guida fantastica e di lui apprezzo il coraggio e il fatto che non si arrende mai”. Scommettiamo che tra pochi anni la intervisterò di nuovo durante una gara del Motomondiale?

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Dall'igna:GP15? la riconoscerete da lontano...

Dall'igna:GP15? la riconoscerete da lontano...
in Per sorridere un po'

Hell’s Gate Metzeler 2015: maltempo cercasi

Hell’s Gate Metzeler 2015: maltempo cercasi
in Offroad

Winter Tour: alla scoperta della nuova Multistrada 1200

Winter Tour: alla scoperta della nuova Multistrada 1200
in Moto e mercato