Stoner e Rossi: finti ritiri, smentite e poi cos'altro?

di Federico Bencivenni

Stoner e Rossi: finti ritiri, smentite e poi cos''altro?


Se da un lato Stoner ha recentemente affermato che è presto per parlare del suo futuro, mentre il papà di Valentino Rossi ha dichiarato, durante l'intervista al programma televisivo Le Iene di qualche giorno fa, che Valentino non deve arrendersi, ma  fare di tutto per vincere con Ducati, e che comunque è presto per passare eventualmente su qualche sella in SBK o pensare ad altre cose, dall'altro lato si rincorrono voci, rumors, o semplici chiacchiere da bar le quali affermano che per Stoner il capolinea della  vita agonistica sia fissato a fine 2013 e per il buon Rossi più o meno anche.

Beh, certo è che Stoner non è un pilota amante del mondo che ruota attorno al Mondiale, ovvero paddock, interviste, sponsorizzazioni ed eventi a cui presenziare e via dicendo.

A lui piace la corsa, la gara e la competizione nuda e cruda. E' certamente un professionista serio, ma non  possiamo definirlo uno stakanovista della sella.

 Casey entra in pista, fa la sua gara e spesso vince essendo il più veloce. Poi bisogna lasciarlo stare nel suo mondo, con la sua famiglia, con i suoi momenti intimi, intimi nel senso: lui, la sua canna da pesca e le sue esche vive (cosa avevate capito?). E quindi, premesso quanto sopra,  in teoria potrebbe anche essere plausibile un ritiro anticipato in giovane età.

Su Valentino cosa dire ancora che già non sia stato detto? Al limite potrebbe anche essere vero che si sia rotto  le scatole, che sia stanco, stufo e sfiancato da anni di corse. Gli anni passano per tutti e anche per lui. In fondo non ci sarebbe niente di male se dicesse: cari signori, sapete che c'è, io mi sono rotto e vi saluto.

Detto questo nessuno sa ovviamente cosa gira nella testa di questi due campioni e chiaramente non si ha la pretesa di poter avere la sfera di cristallo per indovinare il futuro; ma il fatto stesso che si parli ( e si scriva) di questi argomenti ( e qui faccio autocritica) forse vuole anche dire che c'è in realtà poco altro di cui discutere, intendo a livello motoristico-sportivo.

Quindi, onestamente parlando, -ripeto- nessuno sa davvero fino a quando correrranno questi due fenomeni (almeno io di certo non lo so); diciamo che l'unica risposta plausibile è: finchè ne avranno voglia. E visto che non abbiamo la verità in tasca, ci consoliamo almeno con chiacchiere, voci e dicerie varie, giusto per riempirci la bocca (e le colonne dei giornali o web pages che dir si voglia) in attesa che i motori tornino nuovamente a rombare.

E' comunque meglio di niente.


comments powered by Disqus

Altri commenti

sanfi76

E' un articolo perfetto per "Studio Aperto". Si vede proprio che ti avanzavano 10 minuti....

Inserito: 04 maggio 2012
fbencivenni

Inserito: 04 maggio 2012
fbencivenni

Scusa forse intendevi dire "Studiosport..."
Federico Bencivenni

Inserito: 04 maggio 2012
motognucco

Pi¨ che finti ritiri sarebbe da parlare di chiacchiere fatte da altri, illazioni e pure invenzioni. Diventa un finto ritiro se parte dai piloti e non dalle chiacchiere da bar.

Inserito: 04 maggio 2012
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

SBK Monza: oggi al via sperando nell'asciutto

SBK Monza: oggi al via sperando nell'asciutto
in Superbike

Honda: una 400 supersportiva in arrivo?

Honda: una 400 supersportiva in arrivo?
in Moto e mercato

Ducati: le quattro galassie del WDW!

Ducati: le quattro galassie del WDW!
in Turismo - Motoraduni

EC-03: courtesy bike Yamaha!

EC-03: courtesy bike Yamaha!
in Moto e mercato