Flyer e-bike: dalla Svizzera il nuovo brand premium

di Gianluca Zanelotto

Flyer e-bike: dalla Svizzera il nuovo brand premium


Nella splendida cornice delle colline di San Colombano al Lambro si è tenuta ieri la presentazione ufficiale in Italia del produttore di e-bike Flyer.

Il tutto nasce nel 1993, quando in Svizzera viene ideato il primo prototipo di bici elettrica, la ”Red Buffalo” di BK Teck, ed è proprio a partire da questa geniale intuizione che nel 1995 nasce il marchio FLYER. Da allora l’azienda – che dal 2001 fa capo alla Biketec AG – non ha mai smesso di investire in ricerca e nuove tecnologie, per arrivare oggi, a distanza di vent’anni, a essere la prima e unica al mondo specializzata esclusivamente nella produzione di biciclette a pedalata assistita. 



Con più di 50mila e-bike prodotte all’anno e con una gamma composta da ben dieci modelli, FLYER si pone sul mercato come leader assoluto del settore, con un fatturato annuo di oltre 150 milioni di franchi svizzeri (CHF 2014).

I veicoli, costruiti seguendo gli altissimi standard di qualità ”made in Svizzera”, sono tutti dotati di una garanzia della durata di dieci anni. Sempre grazie alle elevate caratteristiche tecniche dei suoi prodotti, il marchio si è aggiudicato negli anni diversi premi internazionali, come il “Design & Innovation Awards 2015” per la nuova mountain bike Uproc 6 e l’Eurobike Award 2014 per la Flogo, la più agile bicicletta da città.

FLYER con i suoi veicoli è in grado di soddisfare le esigenze di tutti i tipi di biker, propone infatti tre diverse categorie di e-bike: le Tour, bici perfette per effettuare piacevoli escursioni, le Urban, modelli pensati per destreggiarsi nel traffico cittadino, e infine le Mountain, bike adatte a coloro che sono in cerca di adrenalina sui sentieri di montagna.


Le e-bike Flyer, che abbiamo avuto modo di osservare e provare a San Colombano sono mezzi che si posizionano nel segmento premium del mercato, quindi con costi mediamente alti. La contropartita sono finiture di livello quasi maniacale e una scelta di componenti sempre al top. Insomma potremmo definirle delle MV Agusta del mondo e-bike.


Nelle prossime settimane avremo modo di provarne alcune su strada e in offroad, ci risentiamo a metà aprile per un’analisi più approfondita.


comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Bestianera: la bici da pista ibrida

Bestianera: la bici da pista ibrida
in Mobilità sostenibile

Stefan Bradl prima Open a Losail

Stefan Bradl prima Open a Losail
in Motomondiale

MV AGUSTA scopre la nuova F4 RC in un video

MV AGUSTA scopre la nuova F4 RC in un video
in Altre notizie