Ducati Multistrada 1200: la scelta di Carlos Checa

di Gianluca Zanelotto

Ducati Multistrada 1200: la scelta di Carlos Checa


La nuova Multistrada 1200, non ha stregato solo il pubblico dell’EICMA di Milano, ma anche un Ducatista illustre: l’ex iridato della Superbike Carlos Checa. Lo spagnolo, Campione del Mondo 2011 delle derivate dalla serie con la Ducati ha, da subito, espresso il desiderio di poter guidare la nuova multibike italiana. L’occasione è stata offerta dall’inizio della produzione della moto, quando Carlos ha ritirato il primo modello uscito dalla catena di montaggio dello stabilimento di Borgo Panigale.

L’ex iridato della Superbike a Borgo Panigale per ritirare personalmente la prima delle moto prodotte.

 “Ho già avuto la prima versione della Multistrada 1200 e subito ho capito che questa è la mia moto ideale.

Quando ho visto all’EICMA il nuovo modello me ne sono letteralmente innamorato - ha detto Carlos Checa durante la sua visita a Borgo Panigale -  Ho realizzato immediatamente che la moto aveva subito una vera e propria rivoluzione e un importante paso avanti in termini di tecnologia, sicurezza e performance. Ho chiesto più volte di poterla guidare e finalmente è arrivato il momento. Ho già fatto qualche chilometro e mi è bastato per capire che il nuovo motore Testastretta DVT è un bel passo in avanti in fatto di regolarità di funzionamento e prestazioni. La nuova elettronica, gestita dalla piattaforma inerziale, ha permesso l’introduzione di tante novità, come l’ABS Cornering. Mi piace tantissimo anche le nuova strumentazione, che offre numerose possibilità in fatto di connettività, così pure i nuovi comandi al manubrio, molto più ergonomici e facili da usare. Sono certo che percorrerò molta strada in sella alla nuova Ducati Multistrada 1200”. 

Carlos Checa e la nuova Multistrada 1200, lo scorso weekend, sono stati a Courmayeur, ospiti della seconda tappa del Winter Tour (la terza tappa è prevista per il 21-22 febbraio ad Ischgl, in Austria, per informazioni wintertour.ducati.com) e presto saranno protagonisti di altre avventure.

La nuova Ducati Multistrada 1200 invece sarà disponibile dalla seconda metà marzo presso gli Store italiani ed europei e da metà aprile per quelli americani. Il prezzo franco concessionario in Italia è di 17.240 euro per la Multistrada 1200 euro e a partire da 19.540 euro per la versione Multistrada 1200 S. 

La nuova Multistrada 1200 rappresenta un riferimento anche a livello elettronico grazie all’utilizzo della piattaforma inerziale, l’Inertial Measurement Unit (IMU), sviluppata dai tecnici Bosch, che misura dinamicamente gli angoli di beccheggio e rollio, e le accelerazioni lungo 3 assi, permettendo di alzare gli standard di prestazioni e sicurezza. Infatti, la presenza dell’IMU Bosch porta ad una sostanziale evoluzione del funzionamento dell’ABS che diventa “Cornering” ovvero capace di controllare la frenata anche in curva prevenendo il bloccaggio delle ruote anche con moto in piega. Rende poi possibile la funzionalità Cornering Lights (DCL) presente nel faro full LED che equipaggia la Multistrada S: in curva un led aggiuntivo illumina la parte di strada all’interno della curva aumentando la visibilità notturna. Inoltre, grazie all’IMU Bosch, è stato introdotto anche il Ducati Wheelie Control (DWC), che rileva e corregge l’eventuale impennata della ruota anteriore così da ottenere sempre la massima accelerazione in piena sicurezza. Sia il Ducati Wheelie Control (DWC), sia il Ducati Traction Control (DTC), sono settabili dal pilota su 8 livelli e disattivabili. Infine, la piattaforma inerziale IMU Bosch interagisce anche con il sistema di controllo delle sospensioni semi-attive Ducati Skyhook Suspension (DSS) Evolution, presente sulla Multistrada 1200 S.