SWM: la rinascita di un mito

di Gianluca Zanelotto

SWM: la rinascita di un mito


Me la ricordo vicina a casa, in quel di Palazzolo Milanese, ogni tanto si vedeva qualche strano prototipo girare per i campi del circondario. Si chiamava SWM, qualcuno diceva che si trattasse della storpiatura dei cognomi dei due fondatori: Sironi Vergani Moto, in realta SWM stava per Speedy Working Motors.  Ora sta rinascendo, e corre il rischio di fare un ottimo lavoro!

La fotogallery completa

SWM Motorcycles si presenta con una lunga tradizione alle spalle, creata da grande passione e lungimiranti capacità tecniche.

Erano i primi anni ’70 quando nelle gare di Regolarità, il vecchio Enduro, le 4 tempi italiane cominciavano a perdere terreno nei confronti delle più agguerrite 2 tempi straniere. Per far fronte a tale egemonia emergente, due piloti e amici accomunati dalla stessa passione per il fuoristrada decisero di costruirsi una moto in proprio fondando la SWM, acronimo di Speedy Working Motors. 

Nella sede di Rivolta d’Adda presero luce tre modelli di 50, 100 e 125 cc motorizzati Sachs che alla prima uscita in gara conquistarono posti di prestigio, facendo scalpore per le scelte tecniche con cui si presentarono sul mercato come il forcellone a sezione rettangolare, novità assoluta per quei tempi, e per il design moderno e personale caratterizzato dal color amaranto del telaio e da quello argento delle sovrastrutture che rimase per lungo tempo nel cuore degli appassionati.

Sin dalla prima apparizione le SWM si misero in luce per la loro competitività che permise di raccogliere nelle competizioni fuoristrada prestigiosi successi perdurati per oltre un decennio. Il debutto internazionale fu in Spagna nel 1971, dove in occasione di una prova del campionato europeo Pierluigi Rottigni si fregiò del secondo posto nella classe 125 e Giuseppe Signorelli del terzo nella 100.

Nel palmares SWM spiccano la conquista del Vaso d’Argento alla Sei Giorni, i titoli europei enduro e kart, un Mondiale trial e numerosi titoli nazionali di trial e motocross, specialità nella quale conquistò il sesto posto iridato 250 nel 1981.  

La rinascita: strategicamente inserita in Lombardia, SWM Motorcycles è una nuova Casa motociclistica italiana che trae ispirazione dal passato, nata dalla passione e dalle competenze tecniche e industriali di Ampelio Macchi e Daxing Gong. Il primo, protagonista della storia di prestigiosi marchi italiani come Cagiva, Husqvarna e Aprilia di cui è stato responsabile tecnico fregiandosi di 51 titoli Mondiali, 46 con Husqvarna e 5 con Aprilia; l’altro, affermato imprenditore cinese a capo del colosso Shineray Group che spazia dalle due alle quattro ruote oltre ai prodotti industriali per l’agricoltura e generatori.

Filo conduttore della strategia SWM Motorcycles è la ricerca della qualità senza compromessi, che ha come obiettivo produrre moto dal costo contenuto ma tecnologicamente avanzate, robuste e affidabili. Progetto e costruzione sono esclusivamente Made in Italy, utilizzando componenti provvisti del miglior rapporto qualità/prezzo che devono superare una scrupolosa serie di collaudi da parte dei tecnici SWM, dalla fase di realizzazione dei campioni alla fornitura dei pezzi definitivi per la produzione.

La gamma sarà distribuita tramite una nuova e capillare rete di vendita a livello mondiale, sfruttando la sinergia col proprio partner Shineray Group che produce ed esporta motociclette da tredici anni. Il ritorno sul mercato di SWM Motorcycles è scandito da sei moto tra stradali e fuoristrada con cilindrate da 300 a 650 centimetri cubici, accomunati da caratteristiche avanzate come il motore bialbero, il sistema di ammissione ad iniezione e l’omologazione Euro 3. Questa è la base di partenza di un piano progettuale a più ampio respiro, che vede in prospettiva a breve scadenza versioni dotate di propulsore di 125 cc mirate ad accontentare un pubblico giovanile e altre specifiche per il motocross e l’enduro da competizione; nei prossimi anni modelli di forte impatto andranno invece ad arricchire la futura gamma SWM.

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Alpinestars: Tech-Air Street disponibile al pubblico

Alpinestars: Tech-Air Street disponibile al pubblico
in Altre notizie

Quadro4: oltre il concetto di scooter

Quadro4: oltre il concetto di scooter
in Moto e mercato

Triumph interpreta la special

Triumph interpreta la special
in Moto e mercato