Triumph interpreta la special

di Redazione Motocorse - Gianluca Villa

Triumph interpreta la special

La casa inglese sorprende EICMA presentando due bike assolutamente uniche nel loro genere, teste girate, scarichi filanti, cromature diffuse, due modello unici che non hanno mancato di sorprendere i visitatori dello stand Triumph

Da sempre attenta agli utenti che desiderano una personalizzazione spinta delle proprie moto Triumph non ha mancato di proporre due interessanti declinazioni delle proprie classiche: la SCRAMBLER, e THE BOBBER  due esercizi di stile che non hanno mancato di lasciare a bocca aperta aficionados e non della marca inglese. Queste due moto sono il prodotto di una competizione iniziate nel maggio 2014 e voluta da Triumph per celebrare il modello Bonneville usato da molti realizzatori di Custom appunto.

Godetevele nella nostra gallery

Per quanto riguarda il mercato vero e proprio Triumph presenta tre prodotti: in ordine di presentazione partiamo con Triumph Thunderbird Nightstorm evoluzione della Thunderbird Storm cuore Bicilindrico 1699cc 98CV e 156Nm di coppia muovono questa edizione speciale verniciata con fiamme “glaciali” .

Molti i dettagli che passano al più elegante nero oltre a trovare logo dipinto a mano sul serbatoio la sella a Coste cucite e l’effetto è tutto rivolto al look, telaio e ciclistica sono le stesse della Storm in arrivo a febbraio in tempo per la nuova stagione.

Altra icona di Triumph è la Rockster la tre cilindri con un motore enorme (il più grande su una moto di serie) che festeggia il 10° anniversario con una X nel nome, di fatto sarà prodotto i n500 esemplari numerati e targati calandosi in un look nero dagli scarichi al motore agli specchietti tutta la verniciatura è stata affidata a JOE BLACKS 8 BALL, una garanzia e il procedimento richiede giorni tanta è la cura.

Infine  due prodotti come la TIGER 800 che si presenta XC e XR, la prima è rivolta all’off road, ottiene un serbatoio più capiente (19litri) e la nuova linea è fatta in modo da favorire il raffreddamento motore.  Piacevole il cupolino più grande che insieme a sella e manubrio è regolabile per adeguarsi al pilota, l’elettronica viene aggiornata con il Ride By Wire che insieme aggiorna anche la Trazione elettronica il cruise control. L’ABS che può essere “spento” . Esiste anche una modalità ABS OffRoad che però sarà disponibile sul Modello 800XCX leggermente più raffinato. Mappe motore (4) e Cruise Control che aiuta nei trasferimenti monotoni e a velocità costante, il computer di bordo si aggiorna con qualche miglioria. Il motore Triumph dichiara meno assetato del 17% e l’autonomia di esercizio con un pieno dovrebbe aggirarsi intorno a 440 km.
Le sospensioni sono WP a steli rovesciati con cerchi a raggi come è buona regola per il fuoristrada con un bel 21” anteriore e un 17 posteriore. Nella versione XCX troviamo qualche accessorio in più che sul peso finale incide di 3 kg portando il peso in ordine di marcia a 221 kg (3 in meno le la XC).

La XR in sintesi è differente per i cerchi che davanti passa al 19” (sempre 2,5) mentre il posteriore è identico stavolta su cerchi a Razze. Essendo votata meno al fuoristrada monta anche delle sospensioni SHOWA meno regolabili e il peso si alleggerisce portando la XR a 213kg la XRx a 216.

Anche questi modelli arriveranno per Febbraio 2015 nei concessionari


comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Gianni Falco: le novità ad Eicma

Gianni Falco: le novità ad Eicma
in Abbigliamento moto

Etropolis: presentata a Eicma la nuova mountain bike elettrica

Etropolis: presentata a Eicma la nuova mountain bike elettrica
in Mobilità sostenibile

Kawasaki 1400GTR: la turistica “all inclusive”

Kawasaki 1400GTR: la turistica “all inclusive”
in Moto e mercato

Yamaha YZR-R1, approfondimenti

Yamaha YZR-R1, approfondimenti
in Moto e mercato