Ducati: nuova Multistrada 1200

di Giorgio Papetti

Ducati: nuova Multistrada 1200

In eicma è stata presentata la nuova Multistrada 1200, una delle moto di maggior successo tra le più recenti Ducati. Per la prima volta in un motore da moto è stato adottato un doppio variatore di fase per la distribuzione, il DVT, che agisce in modo indipendente sia sull’albero a camme di aspirazione sia su quello di scarico. In questo modo le prestazioni del motore possono essere ottimizzate a tutti i regimi e in tutte le condizioni di utilizzo, nel pieno rispetto della nuova normativa Euro 4.
 
Grazie all’introduzione della piattaforma inerziale, l’Inertial Measurement Unit (IMU) che misura dinamicamente gli angoli di rollio, imbardata e beccheggio nonché la velocità delle relative variazioni di assetto, è stato possibile implementare le strategie elettroniche della moto, alzando gli standard di prestazioni e sicurezza.

La presenza dell’IMU porta ad una sostanziale evoluzione del funzionamento dell’ABS che come su alcune KTM diventa “Cornering”, ovvero capace di controllare la frenata anche in curva, prevenendo il bloccaggio delle ruote anche con moto in piega. L’IMU rende poi possibile la funzionalità Cornering Lights (DCL) presente nel faro full LED che equipaggia la Multistrada S: in curva un led aggiuntivo illumina la parte di strada all’interno della curva aumentando la visibilità notturna. Inoltre, grazie all’IMU, è stato introdotto anche il Ducati Wheelie Control (DWC), che rileva e corregge l’eventuale impennata della ruota anteriore così da ottenere sempre la massima accelerazione in piena sicurezza. Sia il Ducati Wheelie Control (DWC), sia il Ducati Traction Control (DTC), sono settabili dal pilota su 8 livelli e disattivabili. Infine, la piattaforma inerziale IMU interagisce anche con il sistema di controllo delle sospensioni semi-attive Ducati Skyhook Suspension (DSS) Evolution, presente sulla Multistrada 1200 S.
 
Sulla nuova Ducati Multistrada la tecnologia non è rivolta solo alle prestazioni e alla sicurezza. Grazie all’incredibile contenuto tecnologico la nuova “multibike” della Casa di Borgo Panigale adesso è anche più fruibile ed interattiva. Su tutti i modelli ora è montato un controllo elettronico della velocità impostabile a piacere dal pilota utilizzando i pulsanti integrati nel blocchetto comandi posto sul lato sinistro del manubrio. La versione S è dotata di serie di un modulo Bluetooth che tramite il Ducati Multimedia System (DMS) consente di connettere la moto con smartphone e di gestirne le funzionalità multimediali più importanti (ricezione telefonate, notifica sms, ascolto musica) attraverso i pulsanti al manubrio e visualizzandone le informazioni sul dashboard TFT. Inoltre un’app per iOS e Android, consentira’ di accedere ad una serie di funzionalità che elaborano i dati della moto ricevuti via Bluetooth, per arricchire, estendere e condividere l’esperienza di guida attraverso l’integrazione con il sito ducati.com e i social network.
 
La nuova Ducati Multistrada 1200 sarà disponibile in Italia dal mese di marzo 2015 a partire da 17.240 euro franco concessionario.

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli più letti

Articoli precedenti su MotoCorse.com

Yamaha WR450F Rally: pronta per la Dakar 2015

Yamaha WR450F Rally: pronta per la Dakar 2015
in Offroad

EICMA 2014, LS2: tante novità per uso in gara e in città

EICMA 2014, LS2: tante novità per uso in gara e in città
in Salone di Milano

EICMA 2014, Dainese: Ivan Goi fresco campione italiano Superbike

EICMA 2014, Dainese: Ivan Goi fresco campione italiano Superbike
in Salone di Milano