Kymco: in arrivo G-Dink 300i e G-Dink 125

di redazione Italia MotoCorse.com

Kymco: in arrivo G-Dink 300i e G-Dink 125


Il Dink è il modello che più caratterizza il marchio KYMCO in Italia e nel mondo, infatti da più di 10 anni si contraddistingue per il successo di vendite: sino ad oggi, solo per il mercato italiano, sono state vendute circa più di 120.000 unità.
 
STORIA
La storia della gamma Dink ha avuto inizio con la prima serie del 1997 nelle versioni 125 e 150 cc con ruota da 10 pollici. La gamma si è poi evoluta nel 1999 con la versione LX caratterizzata da ruote da 12 pollici e offerta nelle varianti 50,125,150 cc.

Nel 2001 è stata introdotta in parallelo la serie Grand Dink nelle cilindrate 125,150 e 250 cc, come naturale affiancamento delle fortunate prime versioni. Grand Dink è caratterizzato da un design più moderno, dimensioni maggiori e cilindrate più importanti. La terza generazione del Dink, presentata nel 2006, ha rinnovato i concetti di praticità dell’originale offrendo un stile completamente rivisitato nelle cilindrate 50,125 e 200i.

Ora è arrivata la quarta generazione, denominata G-Dink, prodotto completamente nuovo dal design moderno e compatto, una perfetta combinazione di stile e praticità che permette a chiunque di assaporare il piacere di guida, da oggi disponibile dai concessionari KYMCO nelle versioni 125i e 300i. 

IN BREVE
Completamente nuovo G-Dink, è basato su un telaio a passo corto caratterizzato dall’ampia pedana piatta, circa 50 cm di superficie d’appoggio. L’ampio vano sottosella: un’autentico bagagliaio per praticità e comfort, può alloggiare comodamente due caschi jet. 
Nuove anche le motorizzazioni 300 e 125 entrambe a iniezione elettronica e ai vertici delle rispettive categorie per prestazioni ed economia d’esercizio, cioè minor spreco di carburante, un doppio vantaggio sia per il nostro portafogli ché per l’ambiente.
Bassi consumi, maneggevolezza e capacità di carico.
 
STILE
La linea elegante e snella è stata resa possibile anche grazie alla nuova disposizione del radiatore, che ora si trova nella parte bassa dell’avantreno. All’anteriore lo sguardo risulta pulito e coinvolgente, caratterizzato dal family feeling della doppie presa d’aria e dal nuovo faro con luci di posizione a led. Tutte le linee del veicolo vogliono reinterpretare il tema del veicolo comodo pratico e utilizzabile da tutti.
Le novità estetiche e funzionali introdotte su G-Dink comunicano subito una straordinaria cura delle finiture e dei dettagli. Già dal primo impatto estetico G-Dink è capace di trasmettere una sensazione di estremo comfort e piacere di guida nei lunghi tragitti ed evocare, al tempo stesso, l’evoluzione tecnologica che caratterizza questo nuovo scooter.
Il retrotreno si caratterizza per la coda tronca, di ispirazione automobilistica, dove spiccano le due grandi maniglie raccordate alla linea della fiancata che terminano nell’ampio e comodo portapacchi.

COMFORT
La pedana piatta di G-Dink è da record, circa 50 cm di comoda base di appoggio completamente priva di ostacoli dove poter appoggiare tutto quello che si desidera trasportandolo in maniera pratica e conveniente.
Il solido portapacchi insieme con l'incredibilmente ampio vanno sottosella fanno di G-Dink il vero monovolume degli scooter. Sollevando la sella, mantenuta aperta da un pratico sistema a pistoncino, si accede al generoso alloggiamento sottostante: un autentico bagagliaio, dotato di tappetino antiurto e luce di cortesia, in grado di ospitare comodamente due caschi jet.
Nel controscudo è ricavato un vano, ideale per tenere a portata di mano le chiavi, il portafogli o il tagliando dell'autostrada. Nel vano è inoltre alloggiata la comoda presa elettrica da 12V con la quale tenere sempre in carica il cellulare.
Il bocchettone del serbatoio è sempre nel retroscudo e permette di fare rifornimento senza scendere dallo scooter e senza rimuovere nulla del carico presente sulla pedana.
L'ampia e comoda sella è posta a soli 760 mm da terra, ed è il risultato di un attento studio ergonomico volto ad offrire al pilota una seduta assolutamente comoda e stabile. 
La differenza di altezza tra la seduta del pilota e quella del passeggero è stata ridotta, a vantaggio della protezione dall'aria per quest'ultimo.
Il massimo comfort è assicurato anche dalla posizione di guida – studiata per consentire al pilota di allungare le gambe sulle spaziose pedane laterali, la cui copertura antiscivolo si estende fino a coprire anche la parte bassa del controscudo laterale – e dall'ampio parabrezza che, grazie all'avvolgente profilo ottimizza l'aerodinamicità del veicolo proteggendo efficacemente pilota e passeggero dall'impatto diretto dell'aria. 
 
La strumentazione analogico/digitale è completa di ogni indicazione ed ha un aspetto automobilistico da vera ammiraglia. I comandi al manubrio sono estremamente raffinati ed ergonomici, entrambe le leve dei freni sono regolabili nella distanza su quattro posizioni, una soluzione degna di moto di grande cilindrata.
Anche a livello di protezione G-Dink è uno scooter adeguato ai tempi. Il blocchetto di accensione multifunzione, che agisce sull’avviamento dello scooter, sul bloccasterzo e sull’apertura della sella, è protetto dal sistema smartlock, una blindatura meccanica che rende la vita davvero dura a ladri e malintenzionati.
Le pedane del passeggero estraibili e in alluminio e lo schienale dedicato garantiscono la massima comodità del passeggero anche nelle distanze più lunghe.

CICLISTICA
Cardine del progetto sono la maneggevolezza e la capacità di carico del veicolo. L’ampia pedana piatta, circa 50 cm di comoda base d’appoggio, permette di offrire un veicolo più pratico per l’utilizzo quotidiano, inoltre per garantire la massima maneggevolezza e praticità l’interasse è particolarmente ridotto (1.470 mm) e la lunghezza del veicolo è di solo 2.110 mm.
Le grandi prestazioni del motore, unite alle caratteristiche di praticità fruibili, hanno richiesto un’attenta progettazione della ciclistica di Dink.
Pur in assenza del tunnel centrale, il telaio in tubi d'acciaio utilizza un rinforzo speciale in corrispondenza del cannotto di sterzo composto da una serie di tubi a traliccio che garantiscono un telaio molto rigido ed efficiente.
Oltre al robusto telaio a culla rinforzata in tubi d’acciaio, va segnalata la ruota posteriore con cerchio da 12 pollici e pneumatico di ampia sezione 140/70, adottato per offrire una grande tenuta di strada e per filtrare meglio le asperità del manto stradale, a tutto vantaggio del comfort e del piacere di guida. Il cerchio anteriore è da 13 pollici e monta anch’esso un pneumatico di sezione motociclistica 120/70.
Nuova anche la forcella con steli dal diametro di 35 mm dalla scorrevolezza ottimizzata, che offre una guida più precisa anche a velocità sostenute. Gli ammortizzatori posteriori a doppio effetto, sono regolabili su 5 posizioni, consentendo a chiunque di trovare la giusta taratura per le condizioni di guida più disparate.
Infine, parlando di sicurezza attiva, l'impianto frenante di G-Dink 300 è caratterizzato da potenti pinze flottanti che migliorano l’efficacia e la sensibilità di frenata in ogni condizione. Entrambe le pinze mordono dischi di grande diametro, per offrire una potenza frenante ancora migliore.
 
MOTORIZZAZIONI
G-Dink 300i è mosso da un brillante motore monocilindrico con raffreddamento a liquido, contraddistinto da un gruppo termico in alluminio e da un albero motore composito che ruota su cuscinetti a sfera. Le misure caratteristiche di alesaggio e corsa sono 72,7 mm x 65,2 mm che portano l’effettiva cilindrata ad un valore di 271 cc.
Il sistema di alimentazione ad iniezione “made in Japan” by KEIHIN di seconda generazione con sonda lambda è di nuova generazione e si distingue per un ulteriore lavoro di miniaturizzazione dei componenti. Il corpo farfallato integra i sensori dedicati a temperatura e pressione dell'aria; la  nuova centralina ECU per il controllo elettronico ottimizza le prestazioni e riduce gli sprechi dosando il carburante goccia per goccia .
I consumi incredibilmente ridotti, uniti alla grande capacità del serbatoio (9,5 litri) consentono a G-Dink una notevole autonomia. 
La distribuzione è affidata ad un albero a camme in testa a 2 valvole, mentre il raffreddamento è a liquido con radiatore posizionato nella parte inferiore dello scudo anteriore.
Il cambio adotta un variatore continuo di velocità e lavora in simbiosi con una frizione centrifuga automatica a secco. La trasmissione è composta dalla classica cinghia trapezoidale e ingranaggi.
Il motore è anch’esso ai vertici della sua categoria per prestazioni ed economia di esercizio ed offre 16,0 kW (21,8 CV) a 7.500 giri con una coppia particolarmente generosa (22,3 Nm a 6.500 giri), prestazioni che assicurano a G-Dink 300i accelerazione e velocità da primo della classe, grazie anche al suo peso contenuto di soli 166 kg.
Per la versione G-Dink 125 il motore è anch’esso ai vertici della sua categoria per prestazioni ed economia di esercizio ed offre 8,7 kW (11,8 CV) a 7.750 giri. Anche per il 125cc il sistema di alimentazione è ad iniezione con sonda lambda.
 
COLORI & ACCESSORI
La gamma G-Dink è disponibile nelle seguenti colorazioni: bianco Ice, antracite Gavia e rosso Portese.
Come tutti i prodotti KYMCO, anche G-Dink è equipaggiabile con alcuni accessori che lo personalizzano aumentandone la versatilità e la capacità di carico. Gli accessori originali KYMCO sono una garanzia di sicurezza in più, in quanto progettati assieme al veicolo per assicurare la massima compatibilità senza influenzare negativamente la guida. Eccoli in dettaglio: bauletto posteriore in tinta da 37 litri a 147,22 €, supporto bauletto 44,90 €, e parabrezza maggiorato 125,00 €. Prezzi al pubblico IVA inclusa.

PREZZI
G-Dink 300i è commercializzato a 3.999,00 €, ma grazie alla promozione in corso “Giù senza freni”*, che prevede uno sconto di ben 600 €, il prezzo sarà di soli 3.399,00 €.
Estremamente concorrenziale anche il prezzo di listino per G-Dink 125 proposto a 3.499,00 € ma grazie alla promozione in corso “Giù senza freni”*, che prevede uno sconto di ben 600 €, il prezzo sarà di soli 2.899,00 €. 
La promozione “Giù senza freni” non prevede obbligo di rottamazione e scade il 30 di Settembre 2012. Ampie le possibilità di finanziamento grazie alle proposte di KYMCO Servizi Finanziari.


comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Chaz Davies con BMW nel 2013, è ufficiale

Chaz Davies con BMW nel 2013, è ufficiale
in Superbike

SBK Nurburgring, gara1: tutti giù per terra!

SBK Nurburgring, gara1: tutti giù per terra!
in Superbike