Ducati: all'EICMA lo scooter Made in Bologna?

di Edoardo Licciardello

Ducati: all''EICMA lo scooter Made in Bologna?

EICMA si avvicina, si infittiscono le voci sulle possibili novità "non annunciate" dalle grandi case. Di Ducati abbiamo già parlato: tutti aspettiamo le nuove Streetfighter (probabilmente in anticipo, già a settembre), la ipersportiva il cui nome a tuttora è uno dei (pochi) segreti rimasti - si vociferano 1199, Xtreme e Superquadrata, noi azzardiamo Superquadra che almeno suona un po' meglio - ma resta "qualcosa" su cui si sa che la casa di Borgo Panigale sta lavorando.

Le voci relative ad uno scooter, in giro dal 2008, avevano assunto consistenza la scorsa primavera, sulla base di una dichiarazione di Claudio Domenicali, e la smentita di Del Torchio aveva fatto si che si rinforzassero invece di indebolirsi, complice anche la conferma di Warren Lee, importatore Ducati per l'Australia, che ha parlato di motore 848, telaio a traliccio e cambio sequenziale (seamless, che dite?) per un centinaio di cavalli, scatenando la fantasia del designer Oberdan Bezzi, autore dell'ipotesi che vi (ri)proponiamo.

Un altro tassello si aggiunge al puzzle: Maarten Timmer, giovane designer responsabile in passato di diversi fantasiosi progetti fra cui la Jet Bike Aeromoto e la splendida special VertiGO, fino a qualche tempo fa ospitava sul proprio sito due importanti conferme dell'esistenza del progetto scooter Ducati.

Il suo curriculum, che riportava per il 2008 un “design project for Ducati Motor Holding S.p.A. - project content is currently confidential", e una descrizione della "Corsa Strada", moto dalle sembianze scooteristiche che il visitatore poteva desumere da immagini camuffate con il watermark “Confidential due to the wishes of Ducati”. Un mezzo che, nelle intenzioni dell'autore, dovrebbe essere "una moto con due personalità; uno scooter facile da usare durante la settimana e una moto sportiva nel weekend. Il pilota può scegliere fra le due modalità sia in maniera manuale che automatica". Se vi trovate qualche riferimento ai "riding mode" già implementati da Ducati su Multistrada e Diavel non siete i soli.


Bene: questi riferimenti, tanto il CV quanto la descrizione del mezzo con foto camuffate sono recentemente spariti dal sito di Timmer. Voi traetene le conclusioni che preferite. Noi pensiamo che... a pensare male ci si azzecca. Se BMW davvero presenterà il suo scooter, pronto per la produzione, ad EICMA, è molto probabile che Ducati faccia lo stesso. Ci sentiamo facili profeti nel pronosticare, per un mezzo del genere, doti dinamiche all'altezza della tradizione delle moto "Made in Borgo Panigale". Attendiamo ansiosi...

comments powered by Disqus

Altri commenti

leoallafila

Dolore fisico...

Inserito: 30 agosto 2011
CASEYCIVINCEVA

e bravi ducatisti.........siete felici adesso? facciamo una cosa....elenchiamo le cose positive che ha portato rossi in questi mesi a ducati: un bello scooterone, un telaio in arrivo, gomitoli di lana per allungare quella famosa coperta che e' corta ma a me sembra un fazzoletto piu' che altro.....poi?...........non so'........immagino gia' tutti questi scooter rossi con panzoni e infradito che se ne vanno al mare d'estate, con l'adesivo 46 sul cupolone evvai.............w lamentino..........

Inserito: 30 agosto 2011
Webmaster

Capisco la delusione dei vecchi appassionati, ma preferisco di gran lunga una Ducati che prospera allargando la produzione a nicchie diversa da quella delle morenti ipersportive che una casa destinata ad affiancarsi alle tante incapaci di adeguarsi al mercato e chiusa per mancanza di vendite.

Pare poi a me, da quel che vedo sul nostro forum, che molti di quelli che sputano veleno su queste scelte (non mi riferisco ai nostalgici come il leoallafila e la sua 851) guidino spesso insapori motorette, e non capisco quindi tutto l'affanno a spalar merda su Ducati: compratevi una 1198 invece di una Hornet...

Personalmente trovo che la Diavel - altra moto ostracizzata - sia un progetto di successo, e se lo scooterone seguirà la stessa strada, differenziandosi con un accento sportivo dalla concorrenza, lo sarà ancora di più.

Inserito: 31 agosto 2011
FastFranz

- cut -
compratevi una 1198 invece di una Hornet ...
- cut -

Ho una hornet (ora 900, prima 600) cosa ha che non va? Fa il suo sporco lavoro (e lo fa bene, come ogn Honda) senza la moltitudine di pippe mentali che porta, poi, i taleban-ducatisti a lamentarsi, ogni due per tre, di "lesa maestà" ...

Considerazione che mi porta alla Diavel (che trovo URENDA e, in aggiunta," maledetta" dall'unica cosa realmente esclusiva di tutte le Ducati: il suo prezzo), ma se vende, fe fa fatturato, se fa pagare gli stipendi alle Maestranze (intelligenti pauca ...) ben venga ... c'è libertà di scelta.

Ed in nome di tale fondamentale diritto (mio) sulla base della attuale produzione Ducati ... beh se vogliono "catturarmi" devono pensare ad altro (con la sola Hypermotard parzialmente esclusa) ...

Quanto al "simil-verdoniano" "Troppo bello è ..." posso solo dire: lasciamo perdere ... inutile commentare, un bel tacer non fu mai scritto.

FastFranz

Inserito: 31 agosto 2011
maurixa

Dite quello che volete ma non dite fesserie sulla storia della Ducati: a Borgo Panigale sono stati prodotti già degli scooter, erano altri tempi, l'Italia viaggiava su due ruote per questioni economiche e il marchio non aveva la connotazione sportiva che ha ora (o dalla 750 SS in poi, se volete).
Vi invito a cercare su internet i seguenti modelli: Ducati 175 Cruiser (1952), Ducati Brio 50 (1964) e Brio 100 (1965).
E se BMW torna nel segmento dopo la parentesi C1 perché non dovrebbe farlo la rossa dopo 46 (quarantasei? che strano) anni?

Inserito: 31 agosto 2011
coviz

Ci potrebbe scappare il tempone ad Adria con quel spuTTer :-))

Inserito: 31 agosto 2011
leoallafila

Marco hai ragionissima: Ducati e' passata da apparecchiature elettroniche, ad un motore per biciclette arrivando alle moto sportive: cambiare seguendo il mercato e' nel suo DNA. A me la Diavel piace moltissimo, e sono sicuro che se fanno uno scooter sara' comunque in grado di mantenere il "quid" in piu' che ha sempre caratterizzato il prodotto Bolognese... E penso che il 90% dei commenti negativi provengano da gente che manco l'ha mai avuta una Ducati, la gente, semplicemente, parla!

Questo non toglie che... Pensando ad una 888 SP4, Supermono, 998 FE.... Argh... piccola fitta al cuore. :D

Inserito: 31 agosto 2011
lucajoebar

la ducati fa uno scooter ed è colpa di rossi... questa è davvero la battuta del mese.

per come la vedo io, ducati ha preso la strada di bmw: prodotti validi con un occhio alla clientela modaiola e di alto reddito, perchè è bene ammetterlo, il mercato adesso lo muove solo chi ha parecchi soldi. Non per nulla le due moto più vendute in italia sono piuttosto simili come segmento e passano entrambe i 15mila euro.

Inserito: 03 settembre 2011
lucajoebar

...leggendo i commenti di facebook l'unica cosa che mi viene da pensare è che se quella è l'elite non oso immaginare la massa.

Inserito: 03 settembre 2011
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Un casco di Jorge Lorenzo all'asta contro il cancro

Un casco di Jorge Lorenzo all'asta contro il cancro
in Altre notizie

Ducati: Checa festeggia la trecentesima vittoria

Ducati: Checa festeggia la trecentesima vittoria
in Superbike

Rainey: a Misano 18 anni dopo

Rainey: a Misano 18 anni dopo
in Motomondiale

Indianapolis, MotoGP: la pagellina

Indianapolis, MotoGP: la pagellina
in Motomondiale