Scooter ibridi italo-cinesi, in anteprima a Shanghai

di Marco Dabizzi

Scooter ibridi italo-cinesi, in anteprima a Shanghai


Il titolo non è certo di quelli che stuzzicano l'attenzione del lettore, ma la notizia è particolarmente interessante. Engines Engeneering, Faam, Malaguti, Ducati Energia e ITT hanno costituito un consorzio in collaborazione con l'azienda cinese CFMoto per la progettazione e produzione di scooter ibridi. Non si tratta però di veicoli ibridi che utilizzano la tecnologia impiegata in molte recenti automobili, che consiste in pratica nell'affiancare al normale motore termico un motore elettrico alimentato da una batteria. In questo caso infatti il motore a scoppio serve solo unicamente come generatore per caricare la batteria, e non trasmette il moto direttamente alle ruote, potendo così girare sempre a regime costante nella fascia di massimo rendimento (e minimi consumi), mentre è il solo motore elettrico a spingere il veicolo.

Le batterie possono poi essere ricaricate anche da una comune presa di corrente.

Lo stesso concetto alla base della Chevrolet Volt, l'unica vera auto ibrida che potrebbe rivoluzionare il mercato. “La combinazione tra batteria e motore endotermico" spiega Andrea Ferioli, amministratore di ITT, "punta all’eliminazione dei principali limiti posti dai veicoli puramente elettrici quali l’autonomia delle batterie e i tempi necessari per la loro ricarica dall’energia di rete”.

Il tutto nell'ottica di sfondare nel gigantesco mercato asiatico, che promette opportunità di sviluppo impensabili in Europa, e dove colossi del calibro di Honda realizzano buona parte del loro fatturato. Non è un caso che proprio Honda abbia recentemente presentato uno scooter elettrico pensato proprio per il mercato cinese.

I nuovi scooter ibridi del consorzio italo-cinese saranno presentato all'Expo mondiale di Shanghai nei prossimi mesi, mentre il primo esemplare dovrebbe essere commercializzato a partire dalla primavera 2011 a marchio Malaguti.

comments powered by Disqus

Altri commenti

coside

bene, qualcosa si muove sul tema delle emissioni e del trasporto sostenibile, chissà come faranno tutti quelli che in città si muovono con 300-400-500cc...

Inserito: 21 aprile 2010
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Superbike ad Assen, occhi puntati sull'Aprilia

Superbike ad Assen, occhi puntati sull'Aprilia
in Superbike

Una nuova carena per Simoncelli

Una nuova carena per Simoncelli
in Per sorridere un po'

Biker Fest a Binetto

Biker Fest a Binetto
in Altre notizie