A Verona, dal 15 al 17 gennaio, la seconda edizione del Bike Expo

di Gabriel Pirini

A Verona, dal 15 al 17 gennaio, la seconda edizione del Bike Expo

Verona. Ci visse Bruno Ruffo (nato in un paese vicino: Colognola ai Colli), primo campione mondiale di una cilindrata (la 250) appena ieri strangolata dai poteri forti. Non lontano c’è il Museo Nicolis (sulla strada che porta all’aeroporto di Villafranca), mirabile esempio di come si possa offrire, in chiave moderna, lo spettacolo del passato. Il locale Automobile Club, nell’atrio della sua sede centrale, tiene uno dei primi tricicli progettati da Barsanti e Matteucci: quello costruito dal professor Enrico Bernardi.

Ebbene se passate da Verona, dal 15 al 17 gennaio c’è (anche) il Motor Bike Expo, che già l’anno passato tenne banco più  meno negli stessi giorni e fu omaggiato da quasi 90mila spettatori.

LA FIERA. La manifestazione si tiene al quartiere fieristico di Verona. I numeri già dicono molto: 72mila metri quadri dedicati agli espositori; 35mila metri quadri per le aree esterne (dedicate ai test e ad alcune gare). Si può accedere a VeronaFiere tutti i giorni dalle 9 alle 20. Oltre agli stand, non mancano gli appuntamenti dedicati a premiazioni, presentazioni ed incontri tra addetti ai lavori.

MOTORALLY. L’anno scorso la convention relativa allo ieri, all’oggi ed al domani del motorally tricolore si tenne a Bologna. Quest’anno ci si sposta a Verona: le attività verranno presentate (sabato 16 gennaio, ore 14, sala Puccini) durante l’expo veneto. L’appuntamento si chiama Motorally Day e comprende la premiazione dei campioni italiani 2009, la presentazione della stagione 2010. Verranno illustrati i calendari 2010 dei due campionati di regolarità (Rally e Raid TT) che presentano una serie di gare di sicuro appeal: per venire incontro alle esigenze dei piloti, cercando di limitare parzialmente le trasferte, il Comitato Motorally FMI ha deciso quest’anno di “accorpare” la prima prova del Raid TT, il Rally d’Abruzzo, con una giornata di gara del Tricolore Motorally. Idem per quanto riguarda la seconda prova del Raid TT, che sarà abbinata al Sardegna Rally Race iridata. Quest’ultima sarà una ghiotta occasione per i piloti italiani di immergersi nell’atmosfera di una gara mondiale. Come di consueto, ci sarà il Meeting Motorally, occasione di confronto e di discussione tra il comitato Fmi (presieduto dal lughese Antonio Assirelli), i piloti, i team e tutti coloro i quali lavorano nell’ambiente. L’iniziativa è volta a raccogliere spunti, suggerimenti, critiche e proposte per migliorare sempre più la disciplina.

VELOCITA’. Il Civ, Tricolore assoluto di motovelocità, verrà presentato ufficialmente in quel di Monza a marzo. Ogni “film” che si rispetti, però, ha la sua avamprima. Per il Campionato Italiano Velocità l’avamprima si terrà proprio a Verona.  Quello inserito nella tre giorni del salone motociclistico veneto, è il primo atto della nuova stagione del Tricolor, che sabato 16 gennaio alle (ore 11, sala Puccini) illustrerà in una conferenza stampa le attività del 2010. Verranno altresì consegnati i premi speciali CIV 2009. Già si sa che l’ Area Superiore della motovelocità italiana proporrà, oltre al campionato, anche la Coppa Italia, la MiniGP ed i trofei monomarca. Il tutto sotto una regia promozionale unica.

SUZUKI 100. La Suzuki compie 100 anni ed i festeggiamenti per il raggiungimento di questo storico traguardo proseguiranno a Verona. Nel grande spazio espositivo di Moto Felix, concessionaria esclusiva per Verona e provincia, incaricata in uesta kermesse di rappresentare più o meno ufficialmente la Suzuki Italia, saranno infatti esposti i modelli Anniversary, che celebrano anche i 25 anni della celebre linea sportiva GSX – R. Garantita, in particolare, la presenza della 1000 Centenario, la supersportiva che viene proposta in una nuova colorazione bianco perla, con inserti in oro, che si accorda con il telaio ed il forcellone. Realizzata in serie limitata e numerata, la GSX – R 1000 si distingue anche per i cerchi e gli scarichi che recano impressa la scritta “25th Anniversary Edition”. Altre interessanti novità della gamma 2010 la piccola Marauder GZ 125 e le due maxicilindrate, la Intruder M 1500 e la GSX 1250FA, nuova sport tourer della casa giapponese (realizzata sulla base della Bandit 1250). Sul versante fuoristrada, accanto alle due più tradizionali RM-Z 250 e RM-Z 450, in questa stagione debutta anche un’altra innovativa moto da cross: la RMX-450 Z.

HM. È il sogno di ogni adolescente, appassionato di fuoristrada: possedere una HM 50, una vera piccola moto, dal look aggressivo ed evoluto, che concentra soluzioni tecnologiche di estrema attualità, o la HM CRE F 125, la prima ottavo di litro a quattro tempi adatta per l’uso stradale con le prestazioni di un mezzo da competizione. La HM, l’azienda lombarda che da oltre 20 anni ha legato il proprio nome alla gamma delle moto fuoristrada della Honda, esporrà in anteprima assoluta la linea 2010. Il marchio HM è proprio figlio dell’accordo che nel 1988 raggiunsero Honda Italia e Moto SpA, per la distribuzione esclusiva in Italia dei modelli da fuoristrada. A Verona HM porterà in mostra per la prima volta la versione 2010 delle piccole ma affascinanti CRE e CRM 50, da enduro e supermotard, anche nella versione racing, e, come accennato, la nuova CRE F 125, anch’essa nella configurazione Racing, monocilindrica 4 tempi per l’enduro che nasce come evoluzione del modello 2009. Nel proprio spazio, situato nel pad. 4, stand 14C, HM Moto spa esporrà naturalmente anche l’intera gamma Honda 2010 per il fuoristrada. 

ASSOBIKE. Sabato 16, alle ore 12, presso la Sala Bellini, è in programma una riunione tra gli associati durante la quale il presidente, Fabrizio Marcucci, illustrerà ai presenti e agli inviati della carta stampata le azioni portate al termine dal sodalizio negli ultimi mesi. Fondata nel 2009 (e presentata proprio a Verona) da alcune tra le più importanti aziende italiane produttrici e distributrici di componentistica per moto, l’ Assobike si è impegnata a presentare al Ministero dei Trasporti ed alla Motorizzazione Civile alcune importanti proposte relative all’aggiornamento delle normative italiane sulle omologazioni riservate alle due ruote. “Ad un anno esatto - rivela lo stesso Marcucci - dalla costituzione di Assobike siamo riusciti a sederci ad un tavolo con la Motorizzazione Civile perchè vogliamo aiutare questo mercato, creando delle regole che garantiscano i motociclisti che acquistano un prodotto aftermarket. In questi mesi, inoltre, abbiamo iniziato una collaborazione molto importante con alcune case costruttrici  per far capire che gli associati Assobike sono una garanzia di qualità e sicurezza sia per i costruttori che per gli utenti finali”. L’iniziativa, alla quale ne seguiranno altre nei prossimi mesi, ha riguardato tre moto Yamaha (R6, T-Max, XJ6) equipaggiate con prodotti aftermarket realizzati e commercializzati dalle aziende associate: a montare i loro materiali sulle moto “firmate” Assobike sono stati Akrapovic, Bitubo, Carat Chiaravalli, DimSport, LLS, Lightech, Mad Doctor, Matris, Mivv, Newfren, Plastic Bike, Rizoma, Styl e Valtermoto Components. La R6, la XJ6 e il T-Max saranno protagonisti di approfonditi test realizzati dalle maggiori testate tv, internet e carta stampata e avranno come testimonial d’eccezione uno dei protagonisti del mondiale Superbike, del quale pertinacemente l’associazione presieduta da Marcucci tiene celato il nome.

 

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

Fmi: Umbria in festa a Castiglion del Lago il 23 gennaio

Fmi: Umbria in festa a Castiglion del Lago il 23 gennaio
in Altre notizie

Padova: dal 15 al 17 il Bike Expo Show 2010

Padova: dal 15 al 17 il Bike Expo Show 2010
in Moto e mercato

Solidarietà e gioia a Salerno con la Befana per l'Aos

Solidarietà e gioia a Salerno con la Befana per l'Aos
in Altre notizie

Fmi Molise: premiazione regionale il 31 gennaio ad Isernia

Fmi Molise: premiazione regionale il 31 gennaio ad Isernia
in Altre notizie