La BMW S1000RR è la più potente delle ipersportive

di Marco Dabizzi

La BMW S1000RR è la più potente delle ipersportive

Di solito, osservando i dati dichiarati di potenza massima di una nuova moto, siamo abituati a fare una tara più o meno ampia a seconda del nome del costruttore. Ducati ad esempio è sempre stata molto onesta nel dichiarare la potenza delle proprie moto, alcune delle case giapponesi invece hanno in passato a volte dato ampio spazio alla fantasia più che ai dati del banco.

Non è certo il caso di BMW, che per la sua prima ipersportiva ha dato prova di possedere una buona dose di quell'understatement tipicamente britannico, dichiarando meno cavalli di quelli effettivamente erogati dalla moto.

La BMW S1000RR infatti, secondo i rilevamenti al banco dinamometrico della rivista inglese Bike, che ha misurato 183 CV alla ruota per la quattro cilindri tedesca.

Riportati all'albero, diventano oltre 200, e soprattutto sono ben 13 in più di quelli della Kawasaki ZX-10R, la sportiva fino ad ora più potente messa al banco da Bike.

E' probabile che BMW non abbia voluto fare molta pubblicità al fatto che la nuova S1000RR superi la soglia psicologica dei 200 CV anche per via della corrente di proibizionismo che sembra spirare sempre più forte in Europa, ma forse anche per fruttare abilmente l'effetto mediatico di questa "rivelazione".

comments powered by Disqus

Altri commenti

epettenon

Io continuo a chiedermi come faccia a costare come la Aprilia RSV4R; o dovrei chiedermi perché Aprilia non riesca a far pagare la sua moto meno di una BMW?
Se non sbaglio, la BMW è moderna almeno quanto la Aprilia, e anche le dotazioni non sono da meno.
A quando una vera comparativa tra le due (magari con una 1198 a fare da arbitro)?

Inserito: 15 dicembre 2009
coviz

Sarò malfidente e la rivista inglese Bike li avrà anche rilevati 183 cv alla ruota.... Io però non ci credo che una moto di serie (moto standard) arrivi a co-tanta potenza. Vorrei portarla di Chinarello e poi vediamo quanti ne saltano fuori....

Inserito: 16 dicembre 2009
garry

Sul banco prova akrapovic, che non penso abbia nessun interesse a far valere una o l'altra, questi i risultati in configurazione originale (cv/giri minuto):

Aprilia rsv4 factory - 165/12400
Bmw s1000 rr - 185.55/13120
Ducati 1198 - 157.40/9800
Ducati 1098 r - 166.50/9850
Honda cbr 1000 rr - 170.60/12290
Kawasaki zx 10r - 163.10/12150
Suzuki gsxr1000 - 168.10/11900
Yamaha R1 - 161.60/12430

Ovviamente ogni esemplare del solito modello differisce dagli altri e l'utilizzo di banchi prova diversi idem, ma effettivamente questa bmw deve essere qualcosa sopra le righe.

Inserito: 16 dicembre 2009
EvenZappa

Marketing...nè più nè meno....

Inserito: 16 dicembre 2009
Quasar

poi si lamentano dei costi in sbk...con moto di serie con così tanti cavalli potrebbero vietare del tutto le elaborazioni al motore che andrebbero forte lo stesso..

Inserito: 16 dicembre 2009
italianman

veramente la penso proprio come Quasar. La stk1000 non serve piu', qui metti uno scarico una centralina e hai un motore da spavento.
Ecco risolto il problema costi.
Per evitare problemi basta fissare una regola che una moto non possa costare oltre 20mila euro.
Sospensione a parte.

Inserito: 17 dicembre 2009
Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, è gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

In Molise due nuovi club Fmi

In Molise due nuovi club Fmi
in Altre notizie