Honda DN-01: è rivoluzione?

di Marco Simonelli

Honda DN-01: è rivoluzione?

Con la presentazione della nuova Honda DN-01 è inevitabile chiedersi: c'è davvero tutta questa richiesta di moto con cambio automatico? Forse anche cambiare le marce è diventato un peso oggigiorno che la spesa si fa via internet e la vita comoda la fa da padrona? Lasciando stare l'estetica ricercata del nuovo modello nipponico bisogna dare atto a Honda di aver dato uno scossone al mercato creando una custom-tourer con cambio automatico.



Forse però questa innovazione è dettata molto da motivi di marketing: un cambio automatico può favorire nell'acquisto chi viene da un'esperienza di guida di uno scooter o di un'automobile. Una moto senza la frizione può quindi aumentare il numero dei probabili clienti e impensierire meno chi vorrebbe salire su una dueruote ma non ha mai fatto tale esperienza. Dall'altra parte chi abita in città ben sa quanto sia più pratico e meno dolorante per la mano sinistra l'uso di uno scooter nel traffico quotidiano. Moto con estetica e facilità prelevate dallo scooter? Si, ma non solo.

I dati di vendita di Yamaha Fjr 1300 AS, la prima moto in tempi recenti ad aver introdotto un concetto simile, non sono eclatanti ma in questo caso si tratta di una moto dedicata al turismo a cui è stato applicato il concetto di cambio automatico e non di uno specifico modello. Yamaha è quindi partita da una filosofia diversa: cercare di migliorare ulteriormente il piacere di guida di una grossa moto da turismo, escludendo quindi il potenziale neofita che può essere intimorito dalla mole e dalla potenza del mezzo.

Diverso il discorso di Aprilia Mana 850, presentata lo scorso anno e che si inserisce nel filone molto florido negli ultimi anni delle moto nude. E' ancora presto per tirare delle somme sulle vendite del prodotto nostrano ma sembra che la moto vada bene e ci sia un certo gradimento di pubblico.

Honda infine con la DN-01 ha creato un modello nuovo ma che non si può incasellare in una tipologia di moto canonica e in questo sta forse la rivoluzione: un po' moto, un po' scooter ma con un grosso gommone posteriore (190/50-17) che fa tanto custom.

La protezione aerodinamica è migliorabile e forse troppo legata all'estetica dello scooter ma ciò si ricollega al discorso iniziale: il fine è raggiungere l'utente della strada che proviene da altri mezzi.  

Vedremo se questo modello farà breccia nel cuore degli appassionati ma se la comodità e la personalità è quello che cercate la DN-01 fa al caso vostro. Forse nascerà una nuovo filone e già si parla di trapiantare tale tecnologia di cambio automatico su altri modelli della casa mipponica.
 
Onore in ogni caso a Honda per aver creato qualcosa di nuovo nell'estetica e nella tecnologia e in bocca al lupo: se son rose fioriranno anche se il motociclista duro e puro preferisce fare un po' di fatica e assaporare fino in fondo il gusto della moto e della sua meccanica.

comments powered by Disqus

Altri commenti

Username
Password
Non sei registrato?
Registrati, Ŕ gratis!

Commento


Articoli precedenti su MotoCorse.com

<b>Il meglio di Misano a settembre e ottobre</b>

Il meglio di Misano a settembre e ottobre
in Giornate pista e corsi di guida

Harley-Davidson XR 1200: al via la produzione

Harley-Davidson XR 1200: al via la produzione
in Moto e mercato

Casco integrale AGV Stealth

Casco integrale AGV Stealth
in Abbigliamento moto

20 Passi con il Pompone

20 Passi con il Pompone
in Turismo - Motoraduni